Approfondimenti del giorno

Nei momenti di emergenza come quello attuale dovuto al diffondersi del Coronavirus, e con esso dei disagi per lavoratori ed imprese, costrette in taluni casi a ridurre o sospendere l’attività lavorativa, si apre una finestra di possibilità per tutte quelle attività lavorative, soprattutto svolte normalmente in ufficio e quindi per le mansioni cosiddette di “concetto”, costituita dall’opportunità di svolgimento della prestazione lavorativa in modalità smart working, col beneficio di non interrompere o sospendere l’attività al fine di evitare l’affollamento dei locali aziendali. Dall'articolo che segue, che farà chiarezza su un tema in questo momento di forte attualità, sarà possibile scaricare l'"Informativa sulla salute e sicurezza nel lavoro agile" che il datore di lavoro è tenuto a comunicare al lavoratore la cui prestazione saà svolta in modalità smart working.
Articolo riservato agli abbonati

In questo articolo analizziamo l'evoluzione della norma del super ammortamento: dall'agevolazione originaria a quanto previsto con le normative successive, ricordando che rimangono scoperti dall’agevolazione, nell’arco di tempo 2016 – 2019, soltanto gli investimenti effettuati nel I° trimestre dell’anno 2019. Inoltre puntiamo il mouse su alcune casistiche meritevoli di approfondimento: il caso di rete fra imprese e quello dell'acquisto tramite leasing.
Articolo riservato agli abbonati



Nel DQ del 28 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Decreto milleproroghe convertito in Legge: nuovo termine per nomina revisori
2) Durf, tempi tecnici permettendo, sarà disponibile nel cassetto fiscale
3) Contabilità reperita dal Commercialista: il fisco deve prima attendere i 60 giorni per l’avviso di accertamento
4) Imposta di registro in misura fissa sulla cessione dei terreni in convenzione urbanistica
5) Determinazione valore azioni aventi diritti patrimoniali rafforzati
6) Chiarimenti sul trattamento fiscale: piano di azionario ai lavoratori impatriati
7) COVID-19: come applicare il lavoro agile semplificato
8) Cessazione attività: ok alla fatturazione anticipata, salvo il diritto alla detrazione Iva
9) Acquisto di veicoli con Iva ridotta: basta il verbale medico che riconosce l’indennità per disabilità psichica 10) Vendita prima casa prima dei 5 anni: con la separazione consensuale il bonus fiscale decade
Articolo riservato agli abbonati

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

L’imposta di bollo è regolata dal D.P.R. n. 642/1972.
E' opportuno rilevare che il predetto D.P.R. dispone, con riferimento alle fatture, che, qualora sulle stesse non risulti evidenziata l’IVA, deve essere applicata l’imposta di bollo.
Sarà però opportuno evidenziare, sulle medesime, che “trattasi di documenti emessi in relazione al pagamento di corrispettivi di operazioni assoggettate ad imposta sul valore aggiunto”, o frasi similari.

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli


In Italia, più che in altri Paesi (soprattutto anglosassoni), le imprese tendono a rimanere piccole: le statistiche infatti ci dicono che ben il 95% delle PMI italiane hanno meno di dieci dipendenti e fatturano meno di 10 milioni all’anno. Il cuore del problema non è tanto il dato statistico di per sé, ma la circostanza che sia un dato che venga confermato di anno in anno, sintomo appunto del fatto che le aziende tendono a non implementare un piano di sviluppo aziendale sostenibile nel lungo periodo. Il marketing può essere strumentale allo sviluppo di un’azienda? Senz’altro si, a patto che per marketing non si intenda l’ammasso di azioni e strumenti scorrelati tra loro, senza alcun reale obiettivo. In questo articolo quindi spieghiamo cos’è un piano marketing strategico, e cioè un piano marketing che, partendo dall’analisi del modello di business di un’azienda e dallo sviluppo della sua strategia aziendale, porti all’esplicitazione di azioni concrete di marketing strumentali al raggiungimento degli obiettivi aziendali.
Articolo riservato agli abbonati

In un precedente intervento ci siamo soffermati sulle peculiarità della confisca allargata e del suo ingresso nell’ambito dei reati tributari: ora, stante la sua peculiarità di misura caratterizzata dall’assenza del nesso di pertinenzialità o di continenza tra res sequestrata e reato, a favore della possibilità di aggredire l'intera ricchezza non giustificata ritenuta frutto dell'accumulazione illecita, è bene soffermarsi sulla sua decorrenza applicativa.
Articolo riservato agli abbonati

La dichiarazione annuale IVA è un modello che mal si presta ai medesimi controlli automatici effettuati sulle dichiarazioni dei redditi.
Tuttavia, la fatturazione elettronica rappresenta un mezzo che ha rafforzato le attività di controllo degli uffici e può essere utilizzato per individuare le violazioni non desumibili con i controlli formali ordinari.
Sotto questo profilo si può affermare che il nuovo obbligo di emissione dei documenti in formato digitale ha determinato e determinerà ancora un incremento del gettito.
Articolo riservato agli abbonati


Nel Dq del 27 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Scostamento dagli studi di settore: se non è grave, stop all’accertamento fiscale
2) Revisori legali: sanzioni per il mancato assolvimento dell’obbligo formativo: ecco come evitarle
3) Coronavirus: niente cartelle esattoriali ed avvisi fiscali nella zona rossa
4) Sospensione dei termini per l’adempimento degli obblighi tributari per COVID-19: nota del MEF
5) Titoli autorizzatori per gli apparecchi da intrattenimento: chiarimenti
6) Coronavirus, Commercialisti: “Ammortizzatori sociali anche per le aziende fuori dalla zona rossa”
7) Iscrizione al registro speciale dei marchi storici di interesse nazionale
8) Commercialisti: esecutività delle decisioni del Consiglio di Disciplina Nazionale
9) Al relatore non spettano i crediti formativi se il corso per i gestori della crisi non è accreditato dal Cndcec
10) Nuovi importi per ANF e Assegno maternità concessi dai Comuni
11) INPS: prime misure per arginare il rischio epidemiologico da COVID-19
12) Chiarimenti sulle modalità di recupero sulle prestazioni in corso di pagamento degli indebiti da prestazioni a sostegno del reddito
Articolo riservato agli abbonati


Presentiamo un estratto dalla prima Linea guida in tema di ambito di applicazione delle dichiarazioni integrative, tardive e rettificative, pubblicato dal Centro di Ricerca in Diritto Tributario NOMOS...
Articolo ad accesso libero


Il principio di trasparenza, in attuazione del quale i redditi delle società sono imputati ai soci e tassati in capo a questi ultimi, opera in generale per le società di persone e i soggetti assimilati e per le società fiscalmente trasparenti per opzione. Per gli altri soggetti societari opera invece un criterio di netta “separazione fiscale” tra società e socio. Esistono tuttavia situazioni nelle quali le stesse norme di diritto positivo individuano presuntivamente – ai fini tributari – una distribuzione di utili anche in assenza di deliberazione, come nel caso della presunzione di prioritaria distribuzione di utili e riserve di utili. Inoltre, nell’ottica dell’amministrazione finanziaria, in determinate situazioni può essere promossa una visione “sostanzialistica” in grado di superare lo schermo giuridico-formale della società. È ciò che succede negli accertamenti, e nei contenziosi, imperniati sulla presunzione che alcune società di capitali fungano in realtà quale schermo societario per redditi che dovrebbero essere imputati ai soci.
Articolo riservato agli abbonati

L’impatto del CoronaVirus (e dei relativi provvedimenti normativi ed amministrativi conseguenti alla sua diffusione nel nostro Stato) sull’attività e l’organizzazione delle aziende presenta diversi risvolti ed aspetti di difficile quantificazione nella loro totalità. Si tratta di un evento da indicare negli Eventi Successivi alla chiusura del Bilancio d’esercizio e commentare adeguatamente cercando, ove possibile, anche di quantificarne i relativi effetti economici e finanziari sull’esercizio.
Articolo ad accesso libero

Nel DQ del 26 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Nullo l’atto di ingiunzione siglato dall’avvocato dell’ente locale riscossore
NOTIZIA IN EVIDENZA - 2) Notifica dell’atto tributario: o si fa a tutti gli eredi o a nessuno di loro
3) Ecco quando la cessione dei beni è soggetta al regime del margine
4) Limiti al riparto di giurisdizione tra giudice ordinario e giudice tributario
5) Coronavirus: ok al decreto per sospensione versamenti e adempimenti tributari
6) Il trattamento fiscale dell’ufficio legato alla categoria catastale
7) Dichiarazioni di importazione: in arrivo le nuove regole di compilazione
8) Aziende: come gestire l’emergenza da Coronavirus
9) Autoliquidazione INAIL 2019-2020 in scadenza
10) ANPAL: IncentivO Lavoro, estesi gli incentivi cumulabili
Articolo riservato agli abbonati


La Corte di Cassazione, nel confermare che l’accesso presso i locali ad uso promiscuo necessita dell’autorizzazione del Procuratore della Repubblica (ma non la sussistenza di gravi indizi di violazione tributaria), ha tuttavia precisato che, in ogni caso, l’inutilizzabilità delle prove non può riguardare quelle che trovano nell’accesso una mera occasione, come è di regola per le informazioni di terzi e soprattutto per le dichiarazioni del contribuente, le quali potrebbero essere raccolte allo stesso modo anche per strada o direttamente presso gli Uffici dell’organo deputato all’indagine.
Articolo riservato agli abbonati

L’omesso o l’insufficiente versamento del saldo di una liquidazione periodica Iva viene individuato in sede di predisposizione dell’adempimento dichiarativo annuale.
La periodica trasmissione delle comunicazioni dei dati delle liquidazioni Iva, consente all’Agenzia delle entrate di rilevare la mancata corresponsione del tributo dovuto nei diversi periodi (mesi o trimestri), la cui violazione, tra l’altro, può essere regolarizzata applicando le modalità del cosiddetto ravvedimento operoso.
Il mancato o insufficiente versamento dell’imposta dovuta può anche essere validamente regolarizzato...
Articolo riservato agli abbonati

Ai fini della predisposizione del modello 730 precompilato, gli Amministratori di condominio devono provvedere all'invio dei dati relativi alle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio, di riqualificazione energetica e per interventi antisismici effettuati sulle parti comuni di edifici residenziali ovvero degli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici, destinati all'arredo delle parti comuni dell'immobile oggetto di lavori di recupero del patrimonio edilizio.
Articolo riservato agli abbonati

NEL del 25 febbraio:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Scontrino elettronico: i primi sei mesi senza le sanzioni
2) Ricongiunzione dei periodi assicurativi ai fini previdenziali e altre dall'INPS
3) COVID 2019 (cd. coronavirus): la via la sospensione dei servizi pubblici e della riscossione coattiva
4) Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19: misure in G.U.
5) Corona Virus: le prime misure adottate dall’Agenzia delle Entrate e Agenzia Entrate - Riscossione
6) Corona Virus: Commercialisti e Consulenti del lavoro chiedono proroghe scadenze fiscali/contributive
7) Assenze dal lavoro per coronavirus: nota della Fondazione Studi Consulenti del Lavoro su cosa fare
8) INPS Emilia Romagna: sospensione delle attività che prevedono contatto fisico con gli utenti
9) Si applica l’Iva al 22% sui servizi di promozione del gioco online con i c.d. “comparatori di quote”
10) Sicaf multi-comparto: separazione delle attività ai fini Iva
Articolo riservato agli abbonati


In riferimento alla procedura da seguire, per il recupero delle somme di società cancellate ante 13 dicembre 2014, il Fisco si è limitato a notificare l'atto intestato alla società cancellata anche ai soci, con l'indicazione che essi sono tenuti a rispondere solidalmente. La Cassazione ha, invece, chiarito che occorreva un atto adeguatamente motivato rispetto agli utili riscossi, intestato e notificato direttamente al socio.
Articolo riservato agli abbonati

Il concordato in continuità aziendale è il concordato approvato nell’ottica di una prosecuzione aziendale, allo scopo di risanare i conti e far ripartire l’attività con nuovo vigore. D’altronde è proprio questo lo scopo principale del concordato: tutelare non solo i creditori, ma anche l’attività di impresa e scongiurare il fantasma del fallimento. L’impresa quindi riprende la piena operatività aziendale, nel rispetto dell’accordo e dei criteri di amministrazione ordinaria e straordinaria definiti dal concordato. Se durante la fase di risanamento, l’impresa non ottiene i risultati sperati o comunque ne consegue un danno manifesto per i creditori, il tribunale si sostituisce ai creditori e revoca il concordato. Nel concordato con continuità aziendale il legislatore non ha previsto una soglia di soddisfacimento dei creditori chirografari (20%) come condizione di ammissibilità della proposta concordataria.
Articolo riservato agli abbonati

L’Agenzia delle entrate ha recentemente chiarito che le nuove cause ostative previste dalla Legge di Bilancio 2020, finalizzate ad impedire l’accesso al regime forfetario, hanno trovato immediata applicazione sin dal 1° gennaio 2020. Le motivazioni non sono neppure estremamente articolate e l’Agenzia delle entrate afferma, senza mezzi termini, che non sussistono le condizioni per applicare lo Statuto del Contribuente.
Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 24 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Dal 2 marzo 2020 per la registrazione degli atti privati si paga con Modello F24
2) Compensi agli amministratori: l’indeducibilità non è doppia imposizione
3) Anche l’avviso di accertamento sull’imposta comunale necessita di motivazione
4) “Rottamazione-ter”: il 28 febbraio 2020 scadrà la rata
5) Triennio formativo 2020-2022: pubblicate le linee guida sulla formazione continua dei revisori legali per il 2020
6) Si applica l’Iva ridotta per ringhiere, tettoie per balconi e terrazze, purché siano “riutilizzabili”
7) Nessun vantaggio fiscale indebito per la scissione “asimmetrica”
8) Contratti di appalto: documento del Cndcec sulla verifica del versamento delle ritenute fiscali e contributi
9) Detrazione IVA spesa farmaceutica (pay-back farmaceutico)
10) Ex dipendenti: tassazione arretrati da lavoro dipendente
Articolo riservato agli abbonati

La cessione ed il conferimento di azienda sono due operazioni fiscalmente complesse. In questo articolo proviamo a illustrare l'applicazione delle imposte dirette puntando il mouse su alcune fattispecie meritevoli di interesse: la tassazione separata delle plusvalenze, la responsabilità del cedente, la gestione dell'avviamento, la valutazione del marchio....
Articolo riservato agli abbonati

L'importo spendibile grazie alla carta bonus è di 500 euro. La Carta viene concessa ai residenti che hanno compiuto diciotto anni di età nel 2019 e può essere utilizzata in diversi modi, vediamo quali.
Articolo ad accesso libero

In tema di IVA e con riferimento al regime della sospensione dal pagamento dell'imposta per le cessioni all'esportazione, deve farsi riferimento, ai fini della verifica del rispetto del plafond annualmente previsto per beneficiare dell'agevolazione, all'anno di registrazione della fattura relativa all'operazione originaria e non già a quello di registrazione del documento fiscale con il quale vengono apportate modifiche alla predetta fattura.
Articolo riservato agli abbonati


Nel DQ del 21 Febbraio 2020:
1) Al via la carta bonus per i neo 18 enni
2) CNDCEC: c’è ancora tempo per inviare il questionario antiriciclaggio
3) Redditi SC 2020: nel quadro TR la rateizzazione dell’exit tax
4) Ok alla proroga per il 2020 del termine di richiesta agevolazioni per attività commerciali
5) Per il 2020 si continuano ad applicare i consueti tributi comunali
6) Differimento dei termini sistema UNIEMENS nel settore agricolo
NOTIZIA IN EVIDENZA - 7) Professionista forfettario emette fattura all’ente sportivo con imposta di bollo
8) Il bonus fiscale sulla casa principale spetta solo sul primo box
9) Si applica l’Iva al 4% sui prodotti per api a base di zucchero
10) Nuovo servizio di informazione sul cedolino mensile di pensione
Articolo riservato agli abbonati


Sono valide le notifiche eseguite presso il domicilio dichiarato dal contribuente, nelle mani del coniuge separato, indipendentemente dal fatto che la sottoscrizione sia avvenuta sotto la dicitura “moglie convivente”.
Articolo ad accesso libero

Novità per la Certificazione del lavoro autonomo per l’anno 2020: infatti nel nuovo modello CU 2020 è presente uno “sdoppiamento” di campo che divide gli importi non assoggettati a ritenuta dai redditi esenti e dalle somme che non costituiscono reddito. La novità è retroattiva, cosicché bisognerà applicarla tenendo conto delle fatture 2019: in questo articolo spieghiamo come compilare la CU nei casi dubbi, ad esempio il riaddebito della marva da bollo
Articolo riservato agli abbonati

Il passaggio da un sistema fondato essenzialmente sull’uso della carta, ad un sistema quasi integralmente digitale, continua a creare problemi interpretativi ai contribuenti. Ancora oggi non risulta completamente chiaro cosa si intenda per fattura immediata e a quale data la stessa possa considerarsi correttamente emessa. Ciò, beninteso, dopo la trasmissione dei relativi dati al Sistema di Interscambio.
Articolo ad accesso libero

Nel DQ del 20 Febbraio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Corrispettivi: dal 1° marzo 2020 debutta il nuovo tracciato Xml (versione 7.0) 2) Fatturazione elettronica: predisposti dal Garante Privacy accertamenti sui trattamenti di dati effettuati dagli intermediari
3) Sistemi di misura energia elettrica: trasmissione dei certificati
4) Milleproroghe, la Camera conferma la fiducia: saltato il rinvio dell’obbligo di pagamenti tracciabili sulle spese detraibili
5) La svalutazione del compendio immobiliare non rileva fiscalmente
6) Navicelle spaziali: niente Iva sulle cessioni e prestazioni
7) Le quote pagate dagli artisti per partecipare al concorso rilevano ai fini IVA in Italia
8) Lease back: indeducibilità dei canoni leasing al pari dell’acquisto
9) Milleproroghe: più tempo alle Srl per nominare gli organi di controllo
10) Al via la riforma Irpef, ma senza la flat tax, l’imposta rimarrà progressiva
Articolo riservato agli abbonati

Si possono recuperare a tassazione i redditi ritenuti provenienti da reato?
Il c.d. "pretium sceleris" si deve considerare come reddito imponibile e ciò pure se il contribuente sia stato condannato alla restituzione delle somme illecitamente incassate ed al risarcimento dei danni cagionati?
I proventi illeciti, qualora non sequestrati né confiscati, costituiscono, “per il soggetto che li ha conseguiti, reddito imponibile, facendo sorgere a suo carico i connessi obblighi contabili e obblighi dichiarativi”?
Articolo riservato agli abbonati

Entro il prossimo 2 Marzo 2020 (90 giorni dalla scadenza del 2 dicembre 2019, tenendo in considerazione che il 1' marzo 2020 cade di domenica) è possibile presentare, in caso di mancato adempimento, il modello Redditi 2019 ovvero il modello IRAP. La dichiarazione pur essendo tardiva è considerata valida ed il contribuente/intermediario fiscale possono ricorrere alla procedura del ravvedimento operoso al fine di regolarizzare le rispettive posizioni.
Articolo riservato agli abbonati

Articoli in evidenza

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it