Approfondimenti del giorno

L’Agenzia delle entrate ha messo a disposizione da pochi giorni il software per l’applicazione dei nuovi ISA 2019. I contribuenti hanno iniziato a presentare domanda e ad acquisire dagli archivi nell’Anagrafe tributaria gli ulteriori dati necessari per effettuare il calcolo dell’indicatore di affidabilità fiscale. Vediamo con quali modalità sarà possibile adeguare l’ammontare dei ricavi o dei compensi dichiarati, in modo da ottenere, in generale, un miglioramento della propria posizione fiscale.
Articolo ad accesso libero

L’iperammortamento è una misura agevolativa prevista per l’acquisto di beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale secondo il modello denominato “Industria 4.0”. La misura consiste in una maggiorazione, valida esclusivamente ai fini fiscali, della base di calcolo delle quote di ammortamento fiscalmente deducibili e ciò indipendentemente dai valori inventariali dei beni strumentali materiali interessati e delle correlate quote di ammortamento calcolate ai fini civilistici in considerazione della durata utile del bene. Rispetto alla misura vigente per l’anno 2018, che consentiva una maggiorazione unica del 150%, la misura stabilita per le annualità 2019 e 2020 è articolata per fasce con percentuale di maggiorazione regressive
Articolo riservato agli abbonati

1) INAIL: nuove tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali
2) INPS: congedo di maternità dopo il parto, primi chiarimenti
3) INPS: importi più alti per gli assegni famigliari
4) INPS: a partire dal 1° febbraio di quest'anno i commercianti costretti a cessare l'attività in anticipo rispetto all'età per la pensione di vecchiaia (67 anni dal 1° gennaio), potranno ottenere il riconoscimento di un indennizzo pari al trattamento minimo
5) INPS: definisce le operazioni effettuate per realizzare i tagli alle cosiddette “pensioni d'oro” e i calcoli effettuati che saranno esposti in maniera analitica nei cedolini pensione di giugno 2019
6) Rottamazione delle licenze commerciali, misura dell'indennizzo
7) Pensione anticipata: tre mesi dopo per chi svolge attività gravose
8) Agenzia Entrate: linee guida per favorire il rientro in Italia dei pensionati
9) INPS: riduzione della misura degli interessi di mora
10) Ministero del Lavoro: legittimità dell’inserimento dei dati sanitari del lavoratore nel database aziendale
...e altre 9 recenti novità in materia di lavoro
Articolo riservato agli abbonati

La legge, nel disciplinare gli effetti derivanti dal rifiuto di esibire la documentazione richiesta dagli uffici nel corso dell'accesso o nelle indagini a tavolino, stabilisce che, tutto ciò che il contribuente non ha prodotto, non può essere utilizzato, né nel prosieguo dell'indagine, né in fase contenziosa. In pratica, l’ordinamento tende a scongiurare che l’attività del controllo sia compressa o ostacolata da condotte omissive o artificiose del contribuente. In linea generale, sul piano delle conseguenze, si evince che, se il contribuente non si attiva per la produzione di dati o notizie, tale mancato riscontro legittima, da un lato, l'ufficio a procedere con l’affilata lama dell’accertamento induttivo e, dall’altro, dovrebbe impedire l'utilizzo dei documenti non prodotti nella fase contenziosa. Ma se la documentazione deve provenire da un soggetto terzo?
Articolo riservato agli abbonati

1) Decreto “sblocca cantieri” approvato in via definitiva
2) Pagamento Diritto Annuale 2019 ed Integrazione Diritto 2018
3) Modello F24 (sezione INPS) - soppressione causali contributo “EBFO” e “EBFW”
4) FNC: libro sul nuovo codice della crisi gratuito
5) Liti tributarie pendenti ancora in calo
6) Cndcec: proroga termini per l’invio dei dati “il conto annuale 2018”
7) L’Ecofin conferma che è giustificata la procedura contro l’Italia
8) Riduzione del 50% della tassa auto/moto storiche con anzianità tra 20 e 29 anni anche per usi professionali
9) Codici contratto all’interno del flusso Uniemens: modifiche dal periodo di paga luglio 2019
10) Agenzie Dogane ed Entrate non devono dialogare tra loro: il contribuente deve provare chi ha i documenti giustificativi contro l’accertamento
Articolo riservato agli abbonati

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

Sono decorsi quasi sei mesi dall’avvio del nuovo obbligo di emissione delle fatture in formato elettronico, e quindi sta per scadere il periodo di moratoria delle sanzioni nell’ipotesi di fatturazione tardiva. Attenzione! Dal prossimo 1° luglio prossimo non saranno ammessi ritardi e la fattura “immediata” dovrà essere trasmessa al sistema di interscambio entro 10 giorni dal momento di effettuazione dell’operazione (salvo modifiche apportate dal Decreto Crescita di prossima approvazione...)

Il parere dell'esperto

Dal prossimo 1° luglio 2019 entra in vigore, per i soggetti IVA che effettuano operazioni di vendita al dettaglio, con volume di affari superiore a 400.000 euro, l’obbligo di assicurare la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate. Pertanto, i soggetti che hanno superato tale limite nel periodo di imposta 2018 dovranno dotarsi dei nuovi registratori telematici ovvero adattare i misuratori fiscali già esistenti, attivandoli entro il 1° luglio 2019. Per i contribuenti che acquistano un bene o servizio da tali soggetti è ora prevista, in luogo dello scontrino, l’emissione di un “documento commerciale”

Ultimi articoli

L’iperammortamento è una misura agevolativa prevista per l’acquisto di beni strumentali nuovi funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale secondo il modello denominato “Industria 4.0”. La misura consiste in una maggiorazione, valida esclusivamente ai fini fiscali, della base di calcolo delle quote di ammortamento fiscalmente deducibili e ciò indipendentemente dai valori inventariali dei beni strumentali materiali interessati e delle correlate quote di ammortamento calcolate ai fini civilistici in considerazione della durata utile del bene. Rispetto alla misura vigente per l’anno 2018, che consentiva una maggiorazione unica del 150%, la misura stabilita per le annualità 2019 e 2020 è articolata per fasce con percentuale di maggiorazione regressive
Articolo riservato agli abbonati

La legge, nel disciplinare gli effetti derivanti dal rifiuto di esibire la documentazione richiesta dagli uffici nel corso dell'accesso o nelle indagini a tavolino, stabilisce che, tutto ciò che il contribuente non ha prodotto, non può essere utilizzato, né nel prosieguo dell'indagine, né in fase contenziosa. In pratica, l’ordinamento tende a scongiurare che l’attività del controllo sia compressa o ostacolata da condotte omissive o artificiose del contribuente. In linea generale, sul piano delle conseguenze, si evince che, se il contribuente non si attiva per la produzione di dati o notizie, tale mancato riscontro legittima, da un lato, l'ufficio a procedere con l’affilata lama dell’accertamento induttivo e, dall’altro, dovrebbe impedire l'utilizzo dei documenti non prodotti nella fase contenziosa. Ma se la documentazione deve provenire da un soggetto terzo?
Articolo riservato agli abbonati

1) INAIL: nuove tariffe dei premi per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali
2) INPS: congedo di maternità dopo il parto, primi chiarimenti
3) INPS: importi più alti per gli assegni famigliari
4) INPS: a partire dal 1° febbraio di quest'anno i commercianti costretti a cessare l'attività in anticipo rispetto all'età per la pensione di vecchiaia (67 anni dal 1° gennaio), potranno ottenere il riconoscimento di un indennizzo pari al trattamento minimo
5) INPS: definisce le operazioni effettuate per realizzare i tagli alle cosiddette “pensioni d'oro” e i calcoli effettuati che saranno esposti in maniera analitica nei cedolini pensione di giugno 2019
6) Rottamazione delle licenze commerciali, misura dell'indennizzo
7) Pensione anticipata: tre mesi dopo per chi svolge attività gravose
8) Agenzia Entrate: linee guida per favorire il rientro in Italia dei pensionati
9) INPS: riduzione della misura degli interessi di mora
10) Ministero del Lavoro: legittimità dell’inserimento dei dati sanitari del lavoratore nel database aziendale
...e altre 9 recenti novità in materia di lavoro
Articolo riservato agli abbonati

1) Decreto “sblocca cantieri” approvato in via definitiva
2) Pagamento Diritto Annuale 2019 ed Integrazione Diritto 2018
3) Modello F24 (sezione INPS) - soppressione causali contributo “EBFO” e “EBFW”
4) FNC: libro sul nuovo codice della crisi gratuito
5) Liti tributarie pendenti ancora in calo
6) Cndcec: proroga termini per l’invio dei dati “il conto annuale 2018”
7) L’Ecofin conferma che è giustificata la procedura contro l’Italia
8) Riduzione del 50% della tassa auto/moto storiche con anzianità tra 20 e 29 anni anche per usi professionali
9) Codici contratto all’interno del flusso Uniemens: modifiche dal periodo di paga luglio 2019
10) Agenzie Dogane ed Entrate non devono dialogare tra loro: il contribuente deve provare chi ha i documenti giustificativi contro l’accertamento
Articolo riservato agli abbonati

L’Agenzia delle entrate ha messo a disposizione da pochi giorni il software per l’applicazione dei nuovi ISA 2019. I contribuenti hanno iniziato a presentare domanda e ad acquisire dagli archivi nell’Anagrafe tributaria gli ulteriori dati necessari per effettuare il calcolo dell’indicatore di affidabilità fiscale. Vediamo con quali modalità sarà possibile adeguare l’ammontare dei ricavi o dei compensi dichiarati, in modo da ottenere, in generale, un miglioramento della propria posizione fiscale.
Articolo ad accesso libero

Sono diverse le novità normative introdotte dal legislatore che hanno interessato il modello di dichiarazione Redditi Persone Fisiche 2019. Ecco una rassegna ragionata delle novità da affrontare tra cui esonero dal visto di conformità e novità sulle detrazioni
Articolo riservato agli abbonati

Dal prossimo 1° luglio 2019 entra in vigore, per i soggetti IVA che effettuano operazioni di vendita al dettaglio, con volume di affari superiore a 400.000 euro, l’obbligo di assicurare la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri all’Agenzia delle Entrate. Pertanto, i soggetti che hanno superato tale limite nel periodo di imposta 2018 dovranno dotarsi dei nuovi registratori telematici ovvero adattare i misuratori fiscali già esistenti, attivandoli entro il 1° luglio 2019. Per i contribuenti che acquistano un bene o servizio da tali soggetti è ora prevista, in luogo dello scontrino, l’emissione di un “documento commerciale”
Articolo ad accesso libero

Il bonus bebè, nella versione approvata per l’anno 2019, permette di ottenere un assegno di natalità che va da 960 a 2.104 euro annui. In particolare, il D.L. n. 119/2018 ha previsto una specifica maggiorazione del 20% per i figli successivi al primo. Vediamo chi può accedere e come presentare domanda
Articolo ad accesso libero

Le nuove agevolazioni fiscali previste per gli atleti professionisti che decidono di trasferirsi in Italia sono oggetto di un’importante novità introdotta dal Decreto Crescita 2019. Detto decreto, infatti, nel prevedere una serie di misure finalizzate a sostenere lo sviluppo economico, scientifico e culturale del nostro Paese, con il solo obiettivo di attrarre risorse umane nel nostro territorio, ha previsto una norma che sarà destinata ad avere un’incidenza concreta e innovativa nel mondo del calcio professionistico, riconoscendo importanti vantaggi fiscali non solo ai giocatori stranieri che decidono di trasferirsi in Italia spostando la propria residenza fiscale, ma anche ai diversi club sportivi che avranno la possibilità di fruire di notevoli risparmi fiscali aumentando il loro potere di acquisto
Articolo ad accesso libero


Nel presente intervento esamineremo il caso del conferimento dell’impresa affittata e valuteremo se lo stesso rientri nel regime fiscale di cui all’art. 176 del tuir. La recente risposta all’interpello n. 138 del 13 maggio, infatti, ha fornito risposta positiva, tuttavia un risalente intervento dell’Agenzia di fine anni 90 aveva dato risposta negativa. Vedremo, tuttavia, come la posizione dell’Agenzia sia assolutamente coerente perché le due casistiche non sono perfettamente assimilabili.
Articolo riservato agli abbonati

Le persone fisiche, oltre agli enti non commerciali e alle società semplici, devono compilare il quadro RW, relativo al monitoraggio fiscale, in caso di detenzione di investimenti all’estero ovvero di attività estere di natura finanziaria suscettibili di produrre redditi imponibili in Italia. Le valute virtuali si possono considerare attività estere di natura finanziaria. E infatti le istruzioni alla compilazione del quadro RW di quest’anno prevedono anche una specifica indicazione in tema di valute virtuali
Articolo ad accesso libero

La Legge di Bilancio 2019 ha riproposto una ulteriore possibilità di rivalutare i valori dei terreni (agricoli, edificabili e lottizzati) e delle partecipazioni societarie (non quotate) possedute all'1/1/2019 al di fuori dell'attività d’impresa. Facciamo il punto sui soggetti interessati, aliquote applicabili e regime sanzionatorio e quant'altro è necessario conoscere
Articolo riservato agli abbonati

L’INPS interviene con un importante documento di prassi concernente la possibilità di versare un onere a copertura di periodi di lavoro effettuati, per i quali il datore di lavoro abbia omesso in tutto o in parte il versamento dei contributi spettanti, purché siano decorsi i termini di prescrizione.
Per accedere a tale rendita vitalizia e provare di conseguenza l’esistenza del rapporto medesimo, non basta fornire delle prove documentali, ma le medesime dovranno insindacabilmente dimostrare l’esistenza del rapporto di lavoro e del mancato onere contributivo
Articolo riservato agli abbonati


1) Riciclaggio ed evasione fiscale: tra i fattori di rischio ancora l’uso del contante
2) Pronti indennizzi per i risparmiatori coinvolti dai crac bancari
3) Flat tax: non é “iniqua”, smentita del ministro Tria
4) Il reato per l’omesso versamento dei contributi è unico: si consuma al superamento della soglia
5) Commercio con distributori automatici: in arrivo gli inviti del fisco alla compliance
6) Procedura concorsuale infruttuosa: non recuperabile l’Iva versata per il passaggio nel regime forfettario, ma ok al rimborso
7) Consolidato fiscale: cessione dei crediti d’imposta nel settore cinematografico
8) Disponibile anche il programma informatico per inviare il modello Irap 2019
9) Scaricabile il software di compilazione scelte 8, 5 e 2 per mille dell’Irpef 2019
10) Ok alla detrazione della maggior IVA all’importazione accertata
Articolo riservato agli abbonati

1) Tax free shopping: chiarimenti del fisco sull’emissione delle note di variazione
2) La pace fiscale piace agli italiani; al via mini riforma fisco e file ISA precompilato
3) Contenzioso tributario: giurisprudenza di merito sull’onere della prova
4) Deduzione dei costi per operazioni con imprese black list: onere probatorio non complesso
5) Per il Commercialista "assunto" come Revisore niente regime forfettario
6) Commissioni tributarie & contributo unificato: dal 24 giugno 2019 si paga con PagoPA
7) Obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia all’Unione europea: nota delle Dogane
8) INPS: indicazioni in merito alla rivalutazione dell’assegno ASU
9) Chiarimenti “a tutto campo” sulla Fondazione che assume ai fini fiscali la natura di ente commerciale
10) Trattamento fiscale del ribaltamento ai consociati dei costi/ricavi sostenuti dal Consorzio
11) Ok alla detraibilità dell’IVA e deducibilità del costo relativo all’acquisto di carburante da parte del consorziato
Articolo riservato agli abbonati


Il nuovo regime fiscale agevolato delle OdV - Organizzazioni di Volontariato - per quanto riguarda l’imposta l’IRES e l’IVA entrerà in vigore a partire dall’anno di imposta 2020 (anno di imposta successivo all’avvio dell’operatività del Registro unico nazionale del terzo settore). Occorre intanto descrivere il regime transitorio per gli anni di imposta 2018 e 2019
Articolo riservato agli abbonati


Se la persona utilizza una società di capitali per porre in essere operazioni a proprio vantaggio in evasione di imposta, risponde direttamente delle relative sanzioni tributarie. È il principio da ultimo ribadito dalla Cassazione che ha affrontato il non scontato tema della riferibilità delle sanzioni
Articolo riservato agli abbonati

In assenza del requisito della “graffatura” al bene principale agevolato, è possibile estendere il regime di favore c.d. “prima casa” al terreno?
Quali sono le caratteristiche che deve avere un terreno per poter essere considerato pertinenza di una casa di abitazione e godere delle agevolazioni fiscali «prima casa» in acquisto?
E’ corretto escludere dall’agevolazione, l’acquisto di un’area di pertinenza, non censita al catasto dei fabbricati unitamente al bene principale, ma autonomamente censita al catasto dei terreni?
È legittima la prassi diffusa degli uffici dell'Agenzia delle Entrate di non riconoscere la sussistenza del rapporto pertinenziale tra un fabbricato residenziale e il terreno circostante qualora gli stessi siano, come peraltro è logico attendersi, diversamente accatastati: il primo al nuovo catasto edilizio urbano e il secondo al nuovo catasto terreni?
Articolo riservato agli abbonati

La casa coniugale assegnata al coniuge (nell’ipotesi di separazione) o all’ex coniuge, in caso di divorzio, è completamente detassata ai fini dell’IMU. Gli effetti sono dovuti all’applicazione di una disposizione che ne prevede l’assimilazione all’abitazione principale. L’assegnazione al coniuge o all’ex coniuge deve essere disposta, affinché operi la predetta assimilazione, dal provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio...
Articolo ad accesso libero


1) Indici sintetici di affidabilità fiscale o ISA: come si accede ai benefici premiali
2) Sgravi contributivi per le imprese che assumono i percettori di Reddito di Cittadinanza
3) Vale il termine lungo per la prescrizione del credito IVA
4) Contenzioso tributario: l’Agenzia delle Entrate/Riscossione si difende come vuole
5) Software ISA 2019, Redditi SC 2019, Redditi SP 2019, Redditi ENC 2019
6) Come calcolare #IltuoISA
7) Software “il tuo ISA 2019”: appena uscito già aggiornato
8) Entrate: disponibile il software di compilazione modello 770/2019
9) Semplificazione del sistema fiscale: audizione del direttore sulle attività dell’Agenzia Entrate
10) Prassi Entrate e INPS
Articolo riservato agli abbonati

Proponiamo un'analisi delle problematiche IVA che riguardano la costruzione di capannoni. La nostra analisi si concentra sull'aliquota IVA applicabile e sul regime del reverse charge (o inversione contabile) in fase di costruzione di beni strumentali quali sono appunto i capannoni. L'articolo è corredato dei riferimenti normativi e pratiche tabelle riassuntive
Articolo riservato agli abbonati

Sono decorsi quasi sei mesi dall’avvio del nuovo obbligo di emissione delle fatture in formato elettronico, e quindi sta per scadere il periodo di moratoria delle sanzioni nell’ipotesi di fatturazione tardiva. Attenzione! Dal prossimo 1° luglio prossimo non saranno ammessi ritardi e la fattura “immediata” dovrà essere trasmessa al sistema di interscambio entro 10 giorni dal momento di effettuazione dell’operazione (salvo modifiche apportate dal Decreto Crescita di prossima approvazione...)
Articolo ad accesso libero

Nell’imminenza della data in cui è previsto il versamento della rata di acconto di IMU e TASI (quest’anno il 17 giugno, essendo il 16 una domenica) torna di attualità il trattamento di quei casi “anomali” in cui il contribuente non è tenuto al versamento dei citati tributi in quanto gli immobili cui si riferirebbero possono essere considerati esenti. È, ad esempio, il caso dei fabbricati cosiddetti “collabenti”, ovvero di quei fabbricati che pur essendo regolarmente iscritti in Catasto lo sono in categoria catastale F/2 e, in quanto tali, privi di rendita, fatto in conseguenza del quale non possono essere incisi dal prelievo comunale. Ad esempio le unità immobiliari fatiscenti, i ruderi, le unità immobiliari demolite parzialmente, con il tetto crollato...
Articolo riservato agli abbonati


Come diventare imprenditori di successo e creare allo stesso tempo ricchezza e benessere per sé, gli altri e il contesto economico-sociale? Cosa deve fare un'azienda per costruire il proprio brand? Cosa può fare il consulente per aiutare i propri clienti nel corretto percorso di crescita?
Articolo riservato agli abbonati

1) Trattamento fiscale delle operazioni in valuta estera
2) L’atto di autotutela parziale sostitutivo dell’avviso di accertamento originario può emesso oltre i termini di decadenza
3) Bonus bebè anche per l’anno 2019: requisiti
4) Ennesima modifica ai modelli di dichiarazione Redditi 2019: nuovi casi di esclusione dagli ISA
5) Modificato anche il modello 770/2019 e relative istruzioni
6) Decreto sblocca cantieri: verso il raddoppio dei parametri sull’obbligo di nomina del revisore
7) MEF: Gare digitali dal 15 giugno 2019 con “Quick Asp”
8) ZFU Sisma Centro Italia: modalità e termini di presentazione delle istanze di accesso alle agevolazioni
9) Commenti OIC su EFRAG
10) Disponibile il software “RedditiOnLine PF 2019”, le ulteriori novità del modello
Articolo riservato agli abbonati

Il D.L. 34/2019 introduce meccanismi di grande vantaggio per chi decide di rientrare in Italia a seguito di periodi di lavoro all’estero: con tale disposizione aumentano così le condizioni di favore in termini fiscali, con una notevole semplificazione anche dei requisiti richiesti per accedere al beneficio. A partire dal 2020 – salvo modifiche in sede di conversione del decreto – i soggetti impatriati potranno godere della riduzione della base imponibile al 30%, la quale si riduce in specifiche circostanze fino al 10%, con possibilità di estensione della riduzione per ulteriori 5 anni.
Articolo riservato agli abbonati

E' ormai pacifica la responsabilità dell’amministratore di fatto per il delitto di omessa presentazione della dichiarazione; il prestanome risponde insieme all’amministratore di fatto dei reati tributari posti in essere da quest’ultimo, salvo che non dimostri di essere privo di qualunque potere o possibilità di ingerenza nella gestione dell’impresa.
Articolo riservato agli abbonati

Il transfer pricing (TP) è quella tecnica mediante la quale, nell'ambito di un rapporto tra società «correlate», è posto in essere il tentativo di trasferire gli utili da un paese ad alta pressione fiscale a un altro con regime fiscale più tenue, attraverso lo scambio di beni e servizi al di fuori delle normali pratiche commerciali, alterando il valore normale delle cessioni dei beni o delle prestazioni di servizi effettuate o ricevute.
Articolo riservato agli abbonati

1) Modello redditi 2019: nel quadro RW vanno investimenti e attività detenute all’estero nel 2018
2) Mancato invio del modello 730
3) Importazione da San Marino: servizi di trasporto non imponibili
4) Concessioni demaniali delle autorità portuali senza imposizioni
5) Tassazione dei bookmaker esteri al vaglio della CGUE
6) Utili da partecipazioni qualificate ancora con vecchie regole fiscali
7) Per lavori di completamento sul fabbricato non applicabile il bonus fiscale
8) Accordi preventivi e procedure amichevoli tra il fisco italiano e quello della Georgia
9) Pronto il software ISA 2019 ma in versione sperimentale
10) Locazione finanziaria: l’IMU è dovuta dal locatario anche in caso di risoluzione anticipata
Articolo riservato agli abbonati


La disciplina delle operazioni di locazione di beni immobili nelle quali il locatore è un soggetto passivo IVA, è stata profondamente rinnovata nel corso degli ultimi anni. Innanzitutto, è bene sottolineare come tale operazione venga considerata prestazione di servizi e, quindi, si consideri effettuata all’atto del pagamento del corrispettivo: sostanzialmente, il pagamento del canone fa scattare per il locatore l’obbligo di emissione della fattura. Da un punto di vista soggettivo, tenuto in considerazione che scopo del presente lavoro è unicamente la sfera imprenditoriale in materia immobiliare, saranno oggetto d’analisi le fattispecie che vedono coinvolte imprenditori individuali oppure società commerciali, in qualità di locatori
Articolo riservato agli abbonati

Articoli in evidenza

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it