Approfondimenti del giorno


Nel corso del tavolo tecnico istituito presso l’Agenzia delle entrate con il CONI sono stati affrontati una serie di problemi riguardanti la disciplina fiscale delle associazioni e società sportive dilettantistiche. Una delle domande ha riguardato il trattamento tributario ai fini IRES della cessione, da parte di associazioni e società sportive dilettantistiche senza fini di lucro, dei diritti alle prestazioni sportive degli atleti. L’Agenzia delle entrate si è espressa favorevolmente, in linea di principio, all’applicabilità dell’articolo 148 del TUIR il quale disciplina la decommercializzazione dei proventi commerciali
Articolo riservato agli abbonati

Qual è la vera natura dei termini tributari? E’ ancora ammissibile, nell’anno 2018, che per il contribuente i termini siano perentori e passibili di sanzioni mentre invece per l’Amministrazione Finanziaria siano solo ordinatori? È ancora sostenibile una così grande asimmetria a favore di una delle due parti?
Articolo ad accesso libero

In tema di fattura elettronica, uno degli aspetti da affrontare è quello che riguarda le modalità di ricezione. In questa prima puntata degli approfondimenti curati dal Dott. Luca Salvetti facciamo il punto della situazione su funzionalità e problematiche di ciascuna modalità
Articolo ad accesso libero

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

Lo strumento utile a racchiudere le informazioni obbligatorie ai fini IVA e l’indirizzo telematico (se registrato) è il codice a barre bidimensionale, detto comunemente QR-Code. Grazie al QR-Code è possibile automatizzare una parte del processo di fatturazione riducendo al contempo gli errori spesso commessi in fase di predisposizione della fattura. Qualora l’emittente sia dotato di apposito lettore, egli potrà infatti acquisire automaticamente i dati fondamentali per l’emissione della fattura grazie alla semplice scansione del codice bidimensionale. In alcuni casi, secondo indiscrezioni degli operatori di mercato, sarà lo stesso acquirente a generare la fattura elettronica a lui destinata, mostrando il QR-Code a un lettore di presidio al pagamento (es. distributori di benzina in modalità Self-service)

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli

Siamo tutti in ansia (?) per la rimodulazione delle scadenze di versamento delle imposte da Modello Redditi 2018: ricordiamo (con l'autorevole opinione di Nicola Forte) che si tratta di una facoltà concessa ai contribuenti
Articolo ad accesso libero

Si è svolto in Senato, un incontro dedicato alla riforma dell’ordinamento della giurisdizione tributaria, per poter discutere ed approfondire le disposizioni inserite nel Disegno Di Legge di iniziativa del senatore Luigi Vitali, progetto legislativo che ha preso spunto dai numerosi e continui suggerimenti dell’avvocato Maurizio Villani, tante volte trattati nei numerosi convegni organizzati, con la sua collaborazione, da CommercialistaTelematico
Articolo ad accesso libero

La notifica effettuata dall’ufficiale giudiziario senza rispettare le norme che definiscono, anche con riferimento alle notifiche a mezzo posta, i criteri di ripartizione territoriale per l’esecuzione delle notifiche tra i vari uffici cui sono addetti gli ufficiali giudiziari in genere è stata considerata nulla perché eseguita in violazione delle norme relative alla “competenza territoriale” o “funzionale” dell’organo notificante, rientranti tra le tassative prescrizioni del procedimento di notificazione, visto che in casi minori si è parlato al riguardo di “carenza di potere” ma sempre in termini di nullità e non di inesistenza della notifica
Articolo ad accesso libero

Per farci compagnia in questa settimana di Ferragosto proponiamo un numero di Fiscus che punta il mouse sull'adempimento principe dell'estate, per sciogliere gli ultimi dubbi residui ed essere letto anche sotto l'ombrellone. In particolare ci soffermiamo su alcuni dubbi segnalati dai nostri lettori: la compilazione del quadro RR relativo ai contributi previdenziali, il quadro RF della dichiarazione delle società di capitali, il caso di errata od omessa trasmissione della dichiarazione e riconoscimento dei crediti effettivamente esistenti
Articolo riservato agli abbonati


E’ principio consolidato che il ricorso per Cassazione, in ragione del principio di autosufficienza deducibile dall’art. 366 c.p.c., deve contenere, a pena d’inammissibilità, tutti gli elementi atti a rappresentare le ragioni per cui si chiede la cassazione della sentenza di merito e, altresì, a permettere alla Corte di Cassazione la valutazione della fondatezza di tali ragioni, senza la necessità di far rinvio o di accedere a fonti esterne allo stesso ricorso e, quindi, a elementi o atti attinenti al pregresso giudizio di merito
Articolo ad accesso libero


E’ valida l’accusa di bancarotta fraudolenta distrattiva e documentale per il titolare, apparentemente solo formale, di una società operante nel campo dell’abbigliamento. A nulla è valsa la tesi difensiva dell’uomo che si è dichiarato mera “testa di legno” in ambito societario
Articolo ad accesso libero

Il decreto Dignità introduce una nuova disciplina in tema di “Misure per il contrasto alla ludopatia”. Certo resta il fatto che la disciplina prevista potrebbe non essere sufficiente a contrastare anche gli effetti legati al gioco illecito. A tal proposito, la Corte di Cassazione ha scritto un’ulteriore pagina di condanna al fenomeno dei cosiddetti CTD, che svolgono, nella sostanza, attività di raccolta scommesse senza autorizzazione
Articolo ad accesso libero

1) Privacy: dal Garante al via le misure di semplificazione per PMI
2) Lotta all’elusione fiscale
3) Trattamento dei buoni-corrispettivo per ridurre il rischio di elusione fiscale
4) Antonino Maggiore - generale della GdF - nuovo direttore nazionale dell'Agenzia delle Entrate
5) Commercialisti: regime fiscale delle spese relative all’incarico professionale
6) Notificazione del servizio postale per gli atti tributari: ricorso valido anche senza la ricevuta
7) Disponibile l’elenco delle imprese ammesse allo sport bonus
8) Super e iper ammortamento: ulteriori chiarimenti sugli investimenti in magazzini autoportanti
9) Conferimento di ramo d’azienda da non residente: neutralità fiscale limitata
10) Aziende agricole con dipendenti: ulteriore proroga decorrenza per gli utenti abilitati in “Gestione Deleghe”
Articolo riservato agli abbonati


In sede di rettifica e di accertamento d'ufficio delle imposte sui redditi, l'utilizzazione dei dati risultanti dalle copie di conti correnti bancari acquisiti dagli istituti di credito non può ritenersi limitata, in caso di società di capitali, ai conti formalmente intestati all'ente, ma riguarda anche quelli formalmente intestati ai soci, amministratori o procuratori generali, allorché risulti provata dall'Amministrazione finanziaria, anche tramite presunzioni, la natura fittizia dell'intestazione o, comunque, la sostanziale riferibilità all'ente dei conti medesimi o di alcuni loro singoli dati...
Articolo riservato agli abbonati

Pubblicata la Direttiva in materia di distacco all’interno dell’Unione Europea che garantisce tutele maggiori ai soggetti distaccati: tutto ciò si è reso necessario allo scopo di garantire normative cd. “anti-dumping”, in contrasto cioè con l’attività del “falso distacco” che consente di godere di regimi più vantaggiosi
Articolo riservato agli abbonati

Sussiste la possibilità della esenzione della responsabilità in caso di dimostrazione dell’omessa gestione dell’attività da parte del socio di società a ristretta base. Qualora sia accertata a carico di una società di capitali l'esistenza di utili occulti, non si può automaticamente desumere la riscossione degli stessi ad opera dei soci, essendo ipotizzabili con ugual grado di probabilità, conclusioni diverse come, ad esempio, la creazione di riserve occulte da destinare agli usi più diversi, l'appropriazione indebita degli utili da parte di amministratori o/e soci disonesti, all'insaputa degli altri soci, o la loro destinazione alla creazione di fondi occulti per il pagamento di poste passive non contabilizzate
Articolo riservato agli abbonati

1) Modalità di fruizione dei permessi e del congedo straordinario: chiarimenti
2) Prospetto per la negoziazione in un mercato regolamentato: documento Consob
3) Fisco: Entrate, operazione trasparenza: online risposte interpelli cittadini
4) Ok all’aliquota Iva del 22% sulla cessione di alimenti per cani e gatti
5) Regime IVA del servizio di ricerca in materia di investimenti
6) Spetta la detrazione Iva sulle note debito emesse da un consorzio a una succursale estera
7) Patente di spedizioniere doganale: riaperti i termini per la presentazione della domanda
8) Truffe online: tentativo di phishing con falsa pagina INPS
Articolo riservato agli abbonati

1) Datori di lavoro: DVR e videosorveglianza anche per le nuove aziende
2) Piano Nazionale “Industria 4.0”: adeguato elenco beni immateriali
3) Fisco: Agenzia Entrate dimezza numero dirigenti. Comitato gestione approva nuovo assetto
4) Retribuzioni tracciabili: prime FAQ dalla Fondazione Studi Consulenti del Lavoro
5) Cliclavoro e ANPAL servizi sospesi
6) Decreto dignità: via libera del Senato all’approvazione definitiva
7) Conti Dormienti: il MEF ricorda l’inizio della prescrizione da novembre 2018
8) Cinque per mille 2018: aggiornati gli elenchi degli iscritti tardivi
9) Fatture e corrispettivi: aggiornate le Specifiche tecniche
10) Riforma terzo settore: bozza di protocollo d’intesa tra ODCEC e CSV
Articolo riservato agli abbonati

Disciplinato dall'Agenzia delle Entrate l'accesso, per il solo periodo di imposta 2017, al regime premiale per 155 studi di settore, di cui uno relativo ad attività di lavoro autonomo e due relativi sia alle attività di impresa che di lavoro autonomo (studi con doppio quadro contabile), per i quali risultano approvati determinati indicatori di coerenza economica
Articolo riservato agli abbonati

L’Agenzia delle entrate ha chiarito che la corretta applicazione del regime forfetario disciplinato dalla legge n. 398/1991 è subordinata all’osservanza dei requisiti sostanziali. Pertanto eventuali violazioni di tipo formale non determinano la decadenza dal beneficio. L’Ente sportivo dovrà però dimostrare di essere in possesso di tutti i requisiti previsti dalla legge. Il quesito che è stato posto all’Agenzia delle entrate riguardava un’associazione sportiva che fruiva del predetto regime e che aveva omesso di annotare i corrispettivi percepiti. L'Amministrazione finanziaria si è tuttavia espressa in favore del contribuente
Articolo riservato agli abbonati

In questa pillola di fattura elettronica trattiamo il caso dell'indirizzo telematico: il primo dubbio che assale tutti gli operatori è proprio quello dell'indirizzo di spedizione della fattura elettronica
Articolo ad accesso libero

Lo strumento utile a racchiudere le informazioni obbligatorie ai fini IVA e l’indirizzo telematico (se registrato) è il codice a barre bidimensionale, detto comunemente QR-Code. Grazie al QR-Code è possibile automatizzare una parte del processo di fatturazione riducendo al contempo gli errori spesso commessi in fase di predisposizione della fattura. Qualora l’emittente sia dotato di apposito lettore, egli potrà infatti acquisire automaticamente i dati fondamentali per l’emissione della fattura grazie alla semplice scansione del codice bidimensionale. In alcuni casi, secondo indiscrezioni degli operatori di mercato, sarà lo stesso acquirente a generare la fattura elettronica a lui destinata, mostrando il QR-Code a un lettore di presidio al pagamento (es. distributori di benzina in modalità Self-service)
Articolo ad accesso libero

1) Sisma: a chi indirizzare le istanze per richiedere il rimborso del canone TV
2) Sgravio contributivo per la conciliazione tra vita professionale e privata
3) Procedimento penale e prescrizione triennale dei dazi
4) Notifica del ricorso via PEC sempre valida
5) Al vaglio della Consulta la notifica degli atti a mezzo raccomandata postale
6) Regime pro “rimpatriati”: nuovi chiarimenti
7) Zona franca sisma Centro Italia: ok a nuovi elenchi di beneficiari
8) Entrate tributarie: nel primo semestre 2018 gettito a 198,5 miliardi
9) Pianificazione dei patrimoni: nuova sfida per i commercialisti
10) Milleproroghe: ok Senato con 148 sì, passa alla Camera
Articolo riservato agli abbonati

Lo split payment è un meccanismo contabile introdotto nell’anno 2015 per tentare di fronteggiare il problema del recupero dell’Iva da parte dell’Erario, dovuto essenzialmente ai forti ritardi dei pagamenti da parte della Pubblica Amministrazione. Il regime dello split payment è stato oggetto di diverse modifiche nel corso degli ultimi due anni, l’ultima è proprio di questo mese. In questo intervento cerchiamo di fare una sintesi semplice ed aggiornata, per consentire a noi tutti di poter applicare il meccanismo della scissione dei pagamenti con chiarezza
Articolo riservato agli abbonati

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it