Approfondimenti del giorno


Dedichiamo questo articolo (di 17 pagine) al problema delle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti che lavorano all'estero ma con residenza in Italia - si tratta di dichiarazioni sempre complesse. Una panoramica delle norme del Testo Unico, i casi di distacco dei lavoratori all'estero, le retribuzioni convenzionali, il caso dei lavoratori frontalieri, le convenzioni con i Paesi confinanti e tanto altro...
Articolo riservato agli abbonati

La clausola “russian roulette” ha la finalità di risolvere una situazione di stallo decisionale in ipotesi di joint ventures societarie. In applicazione di tale clausola un socio può obbligare l’altro socio a vendere la propria quota ad un dato prezzo o acquistare, al medesimo prezzo, l’altrui quota di partecipazione. Il tema è stato approfondito da pronuncia del Tribunale di Roma
Articolo riservato agli abbonati

In presenza di un trust realizzato allo scopo di sottrarre un patrimonio all'Erario può ritenersi integrata la condotta di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte
Articolo riservato agli abbonati

Il fondamento normativo del vecchio accertamento sintetico consentiva all’ufficio finanziario, in base ad elementi e circostanze di fatto certi ed indipendentemente da una previa rettifica analitica, di determinare sinteticamente il reddito complessivo netto delle persone fisiche, tutte le volte che tale reddito accertabile si discostava per almeno un quarto da quello dichiarato e tale situazione permaneva per due o più periodi d'imposta. Molte sentenze si sono susseguite su questo tema fino ad oggi: la Corte di Cassazione ha confermato che il vecchio accertamento sintetico non necessitava dello scostamento consecutivo
Articolo ad accesso libero

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

Un autoveicolo aziendale assegnato al dipendente è detto ad uso promiscuo quando lo stesso lo utilizza sia per esigenze lavorative sia per esigenze personali. Approfondiamo la tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori, che suscita da sempre un fervente dibattito tra gli operatori professionali, soprattutto per quanto riguarda l'individuazione della via più conveniente dal punto di vista fiscale per l'acquisto dell'autovettura

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli

In presenza di un trust realizzato allo scopo di sottrarre un patrimonio all'Erario può ritenersi integrata la condotta di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte
Articolo riservato agli abbonati


La clausola “russian roulette” ha la finalità di risolvere una situazione di stallo decisionale in ipotesi di joint ventures societarie. In applicazione di tale clausola un socio può obbligare l’altro socio a vendere la propria quota ad un dato prezzo o acquistare, al medesimo prezzo, l’altrui quota di partecipazione. Il tema è stato approfondito da pronuncia del Tribunale di Roma
Articolo riservato agli abbonati

Dedichiamo questo articolo (di 17 pagine) al problema delle dichiarazioni dei redditi dei contribuenti che lavorano all'estero ma con residenza in Italia - si tratta di dichiarazioni sempre complesse. Una panoramica delle norme del Testo Unico, i casi di distacco dei lavoratori all'estero, le retribuzioni convenzionali, il caso dei lavoratori frontalieri, le convenzioni con i Paesi confinanti e tanto altro...
Articolo riservato agli abbonati

Il fondamento normativo del vecchio accertamento sintetico consentiva all’ufficio finanziario, in base ad elementi e circostanze di fatto certi ed indipendentemente da una previa rettifica analitica, di determinare sinteticamente il reddito complessivo netto delle persone fisiche, tutte le volte che tale reddito accertabile si discostava per almeno un quarto da quello dichiarato e tale situazione permaneva per due o più periodi d'imposta. Molte sentenze si sono susseguite su questo tema fino ad oggi: la Corte di Cassazione ha confermato che il vecchio accertamento sintetico non necessitava dello scostamento consecutivo
Articolo ad accesso libero

Non si considerano commerciali e non producono reddito imponibile le attività svolte in diretta attuazione degli scopi istituzionali, sebbene dietro pagamento di uno specifico corrispettivo, dalle associazioni culturali a favore dei propri associati, purché siano rispettate quelle clausole statutarie che assicurano l’effettività del rapporto associativo
Articolo ad accesso libero

1) Prelievi e depositi in contante con obbligo di invio all’Uif per importi sopra € 10.000
2) Confermato nella misura dell’8% l’interesse di mora da applicare sui ritardati pagamenti
3) Cartella di pagamento senza estremi comunicativi illegittima
4) Prima casa: l’immobile utilizzato come studio non è idoneo al mantenimento del beneficio fiscale
5) Riforma del Codice del Terzo settore: le proposte degli Ordini professionali
6) Antiriciclaggio: nuove regole sulla revisione legale già operative
7) Trattamento fiscale dei beni significativi impiegati per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio: circolare Entrate
8) Definizione agevolata: apertura straordinaria sportelli per la scadenza del 31 luglio
9) Sportelli e punti informativi chiusi nel mese di agosto
10) Appalto illecito ed inadempienze retributive e contributive: indicazioni agli ispettori
Articolo riservato agli abbonati

I costi di partecipazione alle fiere, avendo una finalità diretta di incremento delle vendite, devono comunque considerarsi costi di pubblicità, rientrando invece tra le spese di rappresentanza i costi sostenuti per accrescere il prestigio della società, senza dar luogo ad una aspettativa di incremento delle vendite. Le spese di partecipazione a fiere devono essere quindi imputate integralmente nell'esercizio di sostenimento, salvo che la parte non scelga di imputarle forfettariamente nell'esercizio di sostenimento e nei quattro successivi
Articolo riservato agli abbonati

È di qualche giorno fa l’Interpello del MLPS con il quale è stato chiarito quali siano le prescrizioni a cui devono attenersi i lavoratori autonomi non inquadrabili come datori di lavoro nell’ospitare un tirocinante ovvero un ragazzo che svolge l’alternanza scuola-lavoro: la controversia sorge perché non è chiaro se vadano seguite le prescrizioni del solo articolo 21 del TU in materia di salute e sicurezza sul lavoro oppure se sia invece necessario rispettare le disposizioni dell’intero TU
Articolo riservato agli abbonati

1) Le spese di sponsorizzazione sono integralmente deducibili?
2) Presunzione di distribuzione degli utili non automatica
3) Cessato l’obbligo di erogare la Qu.I.R
4) Disciplina del “gruppo Iva”: istanze per superare le presunzioni presentabili prima
5) Infortunio sul lavoro: datore responsabile anche per negligenza o imperizia del lavoratore
6) OT 24: online il nuovo modello per le istanze 2019
7) Caso di licenziamento per scarso rendimento
8) Cumulo al via per Consulenti del Lavoro e Commercialisti
9) Pensioni: “Su quota 100 valutiamo combinazioni”. Ok ai voucher, ma attenzione agli abusi
10) Corte Ue: niente regime del margine per l’usato che non conservi la funzionalità originaria
Articolo riservato agli abbonati

Una delle questioni più delicate che investe la fiscalità degli agenti di commercio riguarda la corretta individuazione dell’esercizio di competenza delle provvigioni: per gli agenti del commercio, al termine di ogni esercizio, si pone, infatti, il problema del corretto trattamento fiscale da riservare alle provvigioni da fatturare a fine anno, dato che gli agenti di commercio sono imprenditori soggetti a ritenuta d'acconto. In questo articolo di 11 pagine analizziamo gli aspetti civilistici, fiscali e contabili
Articolo riservato agli abbonati

L’omessa risposta al questionario dell’amministrazione finanziaria preclude l’utilizzo dei documenti richiesti nella successiva fase del contenzioso. L’invito mira ad assicurare un dialogo preventivo tra contribuente e fisco per favorire la definizione delle rispettive posizioni così da evitare l’instaurazione del contenzioso giudiziario. Pertanto, l’invito, trasmesso nel rispetto dei canoni di lealtà, correttezza e collaborazione propri degli obblighi di solidarietà della materia tributaria, è da intendere come mera facoltà e non obbligo, anche se il contribuente dovrà valutare con attenzione le conseguenze collegate da un eventuale omissione di risposta
Articolo ad accesso libero

Gli studi di settore, ampiamente utilizzati nel corso degli anni dall’amministrazione finanziaria sia nella programmazione dei controlli, sia negli accertamenti di tipo analitico-induttivo, sono in via di superamento, in quanto destinati ad essere sostituiti, dal periodo di imposta 2018, dagli indici di affidabilità fiscale (ISA). In presenza di determinate condizioni, i contribuenti soggetti agli studi di settore sono ammessi a un regime premiale, nel caso in cui si adeguino alle risultanze degli studi. Le condizioni e gli effetti dell'accesso a tale regime con riferimento ai vari periodi di imposta sono state oggetto di diversi provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate succedutisi nel tempo
Articolo riservato agli abbonati

Uno studio professionale non può compensare i propri debiti fiscali con i crediti di imposta dei singoli associati, trattandosi di soggetti diversi. Sono queste le conclusioni a cui giunge la Corte di Cassazione, che ha accolto un ricorso presentato dall’Agenzia delle entrate
Articolo riservato agli abbonati

1) Bilanci: avviato il processo di digitalizzazione per le società quotate e poi per tutte le società Ias adopter
2) Privacy: RPD o DPO
3) Fatture false: prove distinte tra penale e tributario
4) Zfu non comprese nell’obiettivo convergenza: come utilizzare il modello F24
5) F24: estese le modalità di versamento alle somme dovute per la registrazione degli atti dell’autorità giudiziaria
6) Dati relativi alle scelte dell’otto per mille
7) Cinema: idoneità provvisoria al credito d’imposta
8) Esclusione o inclusione nel Gruppo IVA: modalità di presentazione delle istanze di interpello
Articolo riservato agli abbonati

1) Cessioni di gasolio e benzina: servizi digitali operativi
2) Studi settore, ultimo anno: circolare con le ultime regole
3) Regime dei lavoratori “impatriati”: arrivati nuovi chiarimenti dalle Entrate
4) Invio 730: il 23 luglio 2018 scade il termine per la precompilata
5) Fisco: arriva “contitu” per scegliere online le cartelle da rottamare
6) Sistema dei controlli interni e vigilanza dei sindaci di società quotate nella più recente giurisprudenza
7) Modello F24: novità sulle causali contributi
8) Comunicazione bidirezionale sul cassetto previdenziale per il lavoro domestico
9) Comunicazioni Obbligatorie: pubblicato il Rapporto annuale 2018
10) Decreto dignità: cambiamenti per contratti a termine, somministrazione e licenziamenti
Articolo riservato agli abbonati

Sono passati i primi 10 giorni di luglio e continuano i dubbi sull'applicazione della fatturazione elettronica tra privati. In questo articolo facciamo il punto sulla filiera del contratto di appalto pubblico e gli obblighi per i subappaltatori e subcontraenti; le problematiche dei consorzi...
Articolo riservato agli abbonati

Vediamo come si sta evolvendo il DURC, il documento che attesta la regolarità contributiva delle aziende, che è fondamentale per tanti motivi, pensiamo alle procedure di appalto. Presto sarà disponibile anche la procedura “VERA – Verifica della regolarità aziendale”, che fornisce un quadro completo della situazione debitoria dell’azienda, ancora prima di richiedere il DURC
Articolo ad accesso libero

1) Settore Metalmeccanica Cooperative è stato firmato accordo di rinnovo del CCNL
2) CCNL Unionmeccanica-Confapi: adeguamento retributivo
3) Previdenza complementare UE: migliorata la mobilità dei lavoratori – È stato approvato in via definitiva il Decreto per la mobilità dei lavoratori in ambito UE, riducendo i requisiti per l’accesso alla previdenza complementare
4) Accordo di ricollocazione: indicazioni dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Anpal sulle modalità e sui criteri di accesso
5) Bonus assunzioni donne vittime di violenza: pronti gli sgravi INPS. Le cooperative sociali che assumono donne vittime di violenza di genere, potranno godere di uno di un bonus assunzioni fino ad un massimo di 350 euro
6) Breve ripasso delle regole in materia di ferie del lavoratore: calcolo, maturazione e richiesta
7) Verifica della regolarità contributiva: sommario esame del nuovo sistema di Dichiarazione Preventiva di Agevolazione
8) “Decreto dignità”: nuovamente in vigore le causali per il contratto a termine, rivista la disciplina della somministrazione e dei licenziamenti
9) Incentivi all’occupazione per il Mezzogiorno: sono ripresi i finanziamenti
10) CCNL giornalisti: le precisazioni di INPGI
11) ZFU Lombardia: l'elenco dei beneficiari - Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto del 27 giugno 2018, ha pubblicato gli elenchi delle imprese localizzate nella zona franca dei comuni della Lombardia ammesse alle agevolazioni
12) INPS – Circolare 28 giugno 2018 n. 84: chiarimenti in materia di solidarietà espansiva e personalità del credito
13) Contribuzione INPS per ferie non godute
14) Verifica regolarità contributiva: esame del nuovo sistema di Dichiarazione Preventiva di Agevolazione
15) CCNL Operai Agricoli e Florovivaisti: accordo di rinnovo
16) Dal 1° luglio nuovo contact center INAIL
17) Dimissioni telematiche: il minore è tenuto farsi assistere dal genitore
18) INPS - Messaggio n. 2624 del 28 giugno 2018 - Agricoli: slitta ancora il nuovo sistema delle deleghe
19) La comunicazione obbligatoria nei casi di forza maggiore può anche essere effettuata in un momento successivo a quello di instaurazione del rapporto di lavoro
20) Sostegno al reddito: maggiore tutela per i lavoratori degli studi professionali in stato di crisi
21) INPS - Messaggio n. 2430 del 18 giugno 2018: nuova elaborazione dell’imposizione contributiva per Artigiani e commercianti
22) INPS – Circolare n. 83 del 28 giugno 2018: indicazioni per i versamenti volontari del 2018 dei lavoratori agricoli
23) INPS – Circolare n. 85 del 28 giugno 2018: riscossione dei contributi da destinare al finanziamento di ENBISIT
Articolo riservato agli abbonati


1) Istanze per ottenere il bonus fisco cinema: allungati i tempi
2) Balzo in avanti delle Entrate
3) Adempimenti dei datori di lavoro agricoli: dottori agronomi e forestali si aggiungono ai precedenti
4) Nuovi codici all’interno del flusso Uniemens
5) “Ordinamento professionale, sì degli Ordini alla riforma”
6) Obblighi di documentazione/tracciabilità dei pagamenti sugli acquisti di carburante: circolare di Assonime
7) Bozza di Linee guida della Commissione europea su come calcolare il trasferimento del sovrapprezzo
8) Sanzione in caso di pagamento delle retribuzioni in contanti
9) Riforma Terzo settore: accordo tra CNDCEC e CSVnet
10) Corte Ue: i crediti per partecipare alle aste online sono soggetti a Iva
Articolo riservato agli abbonati


Le imprese che pongono in essere attività con operazioni parzialmente esenti devono prestare attenzione all’applicazione del meccanismo del pro rata. Tuttavia il legislatore ha tenuto conto, nel disciplinare l’applicazione del predetto rapporto, che le operazioni esenti potrebbero essere occasionali. In tale ipotesi, pur dovendo considerare indetraibile l’Iva relativa all’acquisto di beni e servizi afferenti alle operazioni esenti, il pro rata non troverà applicazione
Articolo riservato agli abbonati

Per venire incontro alle esigenze dei lettori dedichiamo il Fiscus del mese di giugno a vari aspetti della dichiarazione modello redditi 2018 (anno d'imposta 2017), puntando il mouse su alcuni casi critici: la compilazione del quadro F degli studi di settore, la gestione degli oneri deducibili e detraibili, il caso dei canoni di locazione non riscossi....
Articolo riservato agli abbonati


Pubblicato in Gazzetta Ufficiale un decreto MLPS con il quale si da atto di quanto previsto dalla Legge di Bilancio 2018 con riferimento all’assunzione di donne vittime di violenze di genere da parte delle cooperative sociali. In caso di assunzione a tempo indeterminato di donne con specifiche caratteristiche, le cooperative potranno vedersi riconosciuto un esonero contributivo fino a 36 mesi, per un massimo di 350 euro mensili
Articolo ad accesso libero

Il Decreto Dignità è stata la grande novità della settimana e propone alcune novità da attenzionare: il contrasto al lavoro precario, la difesa contro la delocalizzazione delle attività produttive; la sospensione del redditometro e la cancellazione dello split payment per i professionisti....
Articolo ad accesso libero

Un autoveicolo aziendale assegnato al dipendente è detto ad uso promiscuo quando lo stesso lo utilizza sia per esigenze lavorative sia per esigenze personali. Approfondiamo la tematica dell'utilizzo di auto aziendali da parte dei dipendenti o degli amministratori, che suscita da sempre un fervente dibattito tra gli operatori professionali, soprattutto per quanto riguarda l'individuazione della via più conveniente dal punto di vista fiscale per l'acquisto dell'autovettura
Articolo riservato agli abbonati

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it