Approfondimenti del giorno

I software gestionali che professionisti ed imprese utilizzano durante questo primo periodo di entrata in vigore dell’obbligo di emissione della fattura in formato elettronico evidenziano più di un problema operativo. In numerosi casi si verificano disallineamenti tra le risultanze dei programmi e le fatture emesse e ricevute risultanti dal sito dell’Agenzia delle entrate, ed in particolare dalla sezione “Fatture e corrispettivi”. Se i contribuenti intendono ottenere certezza della sorte delle fattura attive trasmesse allo SDI e di quelle ricevute l’accesso a questa parte del sito delle entrate rappresenta il mezzo più sicuro
Articolo ad accesso libero

Relativamente al rimborso di imposte versate eccedenti quanto effettivamente dovuto, in caso di errore materiale, duplicazione ed inesistenza totale o parziale dell'obbligo di versamento, la legge prevede, per le imposte sui redditi, la possibilità di presentare istanza di rimborso entro il termine di decadenza di 48 mesi dalla data del versamento stesso. Molte sono in realtà le ipotesi che possono legittimare un successivo rimborso di quanto versato, non potendosi mai escludere un diverso orientamento interpretativo della giurisprudenza e/o dell’amministrazione finanziaria, alla luce del quale quel versamento risulti non più dovuto
Articolo riservato agli abbonati

I processi verbali di constatazione (PVC) redatti dall'Agenzia delle Entrate o dalla Guardia di Finanza e consegnati entro il 24 ottobre 2018 sono definibili in base a quanto previsto dall'articolo 1 del D.L. 119/2018. I contribuenti nei confronti dei quali sono state mosse contestazioni mediante un Pvc, consegnato entro lo scorso 24 ottobre 2018, potranno fare pace con il fisco, presentando una dichiarazione integrativa. La sanatoria consiste nel fatto che sono integralmente e complessivamente dovuti tutti i tributi ed eventuali contributi, autoliquidati dal contribuente sulla base dei rilievi constatati nel processo verbale oggetto di definizione agevolata, con sconto integrale delle sanzioni amministrative e degli interessi
Articolo riservato agli abbonati

Via libera alla compensazione del credito d’imposta per coloro che hanno investito in trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. L’Agenzia delle entrate ha istituito il codice tributo per la compensazione, nel modello F24, del credito formazione 4.0, beneficio accordato alle imprese che abbiano effettuato nei due periodi d’imposta successivi al 31.12.2017 spese in attività di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal “Piano Nazionale Impresa 4.0”
Articolo riservato agli abbonati


1) Camere di commercio siciliane: incremento del diritto annuale del 50% per il 2018 e 2019
2) Ristrutturazioni con risparmio energetico: scade oggi la trasmissione della comunicazione all’Enea
3) Calcoli complessi dopo le novità sull’iperammortamento
4) Ente non profit: risponde per i debiti tributari del sodalizio chi risulta nella carica di legale rappresentante
5) I servizi di gestione degli immobili in portafoglio a favore del Fondo gestito da società di altro Stato sono soggetti ad Iva in Italia
6) Vendita on line di prodotti liquidi da inalazione: deposito solo “formale”
7) Tax credit alberghi: possibile la compilazione della richiesta
8) Certificazione Unica 2019: aggiornato il software di compilazione
9) Garante privacy: trasferimento di dati in caso di Brexit senza accordo
10) Prestazioni a sostegno del reddito per i senza fissa dimora: arrivate le istruzioni dell’INPS
Articolo riservato agli abbonati

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

L’elevazione del limite dei ricavi e compensi per l’applicabilità del regime forfetario dovrebbe avere interessato anche una moltitudine di imprenditori individuali che risultano utilizzare immobili strumentali di proprietà. Considerando, quindi, la riapertura del termine per effettuare l’opzione per l’estromissione degli immobili strumentali, con pagamento dell’imposta sostitutiva dell’8% sull’eventuale plusvalenza, ci si pone la questione se, per i contribuenti forfetari, una simile estromissione sia ugualmente concretizzabile a costo fiscale zero, considerato quanto prevedono le norme in materia di determinazione forfetaria dl reddito

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli

Dopo il rinvio dell’esterometro e dello spesometro relativo al secondo semestre del 2018 i professionisti hanno tirato un sospiro di sollievo. Il rinvio della scadenza non è stato ancora formalizzato, ma è stato annunciato con una nota del sottosegretario dell’economia Massimo Bitonci. L’ufficialità dello slittamento dell’adempimento arriverà con l’approvazione di un Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri. La prima comunicazione mensile delle operazioni di gennaio avrebbe dovuto essere effettuata entro il 28 febbraio 2019, ma ora, anche su pressioni delle associazioni di categoria, è arrivata la proroga al 30 aprile prossimo
Articolo ad accesso libero

1) Riforma della legge fallimentare, ma restano tutti gli istituti preesistenti
2) Bilanci d’esercizio con la pubblicazione “in trasparenza” dei contributi pubblici
3) Definizione agevolata liti pendenti: modello ed istruzioni per la domanda
4) Tax credit cinema: il cessionario risponde in solido con il cedente
5) Aggiornato il software di compilazione Fattura Elettronica ADE
6) Lavori su complesso immobiliare: condizioni per le detrazioni Irpef
7) Sisma bonus: chiarimenti delle Entrate
8) Pensione privilegiata: risposta del fisco
9) Informative del Cndcec
Articolo riservato agli abbonati

La legge di Bilancio 2019 prevede che i benefici di iperammortamento si applicano agli investimenti in beni ammortizzabili effettuati entro il 31 dicembre 2019 o entro il 31 dicembre 2020; la maggiorazione del costo (a fini fiscali) è del 170% per gli investimenti fino a 2,5 milioni di euro, del 100 % tra i 2,5 milioni e 10 milioni di euro e del 50% se comprensiva tra i 10 e 20 milioni di euro
Articolo riservato agli abbonati

In attesa di specifiche istruzioni da parte dell’Agenzia delle Entrate, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro ha pubblicato un approfondimento con il quale ha analizzato la normativa riguardante il regime forfettario, anche alla luce delle novità apportate con Legge di Bilancio 2019. Considerato l’avvicinarsi dei termini per l’invio della Certificazione Unica ma soprattutto, considerato che i forfettari non sono sostituti d’imposta, sono stati forniti indirizzi sul corretto iter della certificazione dei compensi per i soggetti rientranti nel regime in questione
Articolo riservato agli abbonati

Torniamo sul tema dell'applicabilità della scissione dei pagamenti e dell'esercizio della detrazione IVA, con riferimento ad approviggionamenti suscettibili di IVA monofase. Esaminiamo due pronunce dell'Amministrazione finanziaria nelle quali è stata sindacata fortemente l’interpretazione secondo cui, una volta enucleata l’IVA dall’imponibile, all’operazione sottostante inizialmente ricadente nell’ambito applicativo del regime speciale “monofase”, sarebbero applicabili le regole ordinarie della “scissione dei pagamenti” e della detrazione
Articolo riservato agli abbonati

Grande successo dell’iniziativa organizzata in data 18 febbraio da CommercialistaTelematico.con in collaborazione con Ordine Commercialisti e Camera Avvocati Tributaristi di Padova. Nella prestigiosa sede di Villa Borromeo si è tenuto un convegno avente ad oggetto “La riforma della Giustizia Tributaria”, alla presenza di illustrissimi relatori, a partire dal SottoSegretario al MEF, On. Massimo Bitonci, Avv. Maurizio Villani, Dott. Roberto Lunelli, Avv. Michele Tiengo, Dott.ssa Carmen Pezzuto, Avv. Ugo Quaglia. Tracciamo le linee guida della discussione...
Articolo ad accesso libero

Nel “Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza”, la parte seconda è dedicata ad alcune modifiche di disposizioni contenute nel Libro V del Codice Civile, in particolare del Capo VII del Titolo II di esso sulla disciplina della Società a responsabilità limitata. Esso contiene inoltre altre norme che modificano profondamente le competenze degli organi di controllo delle società di capitali e cooperative, per cui si può dire che esso introdurrà una mini-riforma delle stesse. Prima di esaminare come cambieranno la responsabilità degli amministratori, l’obbligo della nomina dell’organo di controllo ed i poteri di quest’ultimo nelle Srl, nelle altre società di capitali e nelle cooperative è necessario illustrare alcuni principi fondamentali del Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza da cui discendono queste norme sulle società.
Articolo ad accesso libero

La cartella di pagamento è nulla se l’amministrazione non tiene conto delle giustificazioni del contribuente e della richiesta di disapplicazione degli studi di settore. Infatti è il contraddittorio che deve considerarsi alla base dell’accertamento standardizzato e da cui possono emergere degli elementi validi ai fini probatori. E' quanto sostiene la Cassazione in una recente sentenza con la quale affronta il tema concernente l’accertamento basato sui parametri o studi di settore e l’osservanza del principio del contraddittorio
Articolo riservato agli abbonati

Gli interessi passivi generati dall’indebitamento sono deducibili per le imprese con alcune limitazioni che ne impediscono un utilizzo indiscriminato e “immediato” in abbattimento dei redditi; in tale prospettiva, è prevista una verifica della “congruità” del costo dell’indebitamento rispetto al risultato operativo lordo della gestione caratteristica (ROL). Le novità introdotte dal D.Lgs. n. 142 del 29/11/2018
Articolo riservato agli abbonati

Un problema che spesso le aziende affrontano è quello di come trattare nella maniera corretta, dal punto di vita fiscale e contributivo, i rimborsi delle spese anticipate dai propri dipendenti comandati a svolgere trasferte o missioni. Ad onor del vero la corretta gestione dei rimborsi potrebbe riguardare anche tutte quelle figure che svolgono le proprie prestazioni a vantaggio dell’azienda senza vincolo di subordinazione quali sindaci, amministratori, collaboratori coordinati e continuativi, etc. Nell'articolo esponiamo una esatta disamina dei rimborsi spese, che non può prescindere dal luogo deputato allo svolgimento della prestazione lavorativa nel rapporto di lavoro subordinato
Articolo riservato agli abbonati

1) Bonus per l’attività di ricerca/sviluppo: chiarimenti sulla documentazione contabile
2) ISA: specifiche tecniche già pronte dal 15 febbraio
3) Revisori legali: programma formativo annuale 2019 del MEF
4) Prassi dell’Agenzia delle entrate, fusione e ACE
5) Sistema dei corrispettivi: aggiornamenti di tutti i dispositivi entro il prossimo 31 marzo
6) Modifiche sui diritti degli azionisti: non tenuto conto dei rilievi formulati da Assonime
7) Mercato dei capitali: modifiche ai regolamenti di Borsa
8) Prassi INPS, ricongiunzione dei periodi assicurativi per i professionisti
Articolo riservato agli abbonati

Per l’anno 2019 il contributo integrativo Enasarco, calcolato in misura percentuale sulle provvigioni maturate, nonché le altre somme dovute, e posto a carico sia del preponente che dell’agente/rappresentante, è fissato nella misura del 16,5%, ad esclusione degli agenti che svolgono l’attività in forma diversa da quella di società di capitali. Al versamento della predetta contribuzione provvede direttamente il preponente, anche per la quota dovuta dall’agente. Si ricorda che l’agente/rappresentante potrebbe essere incluso tra i soggetti obbligati all’emissione della fatturazione elettronica e alla veicolazione della stessa tramite il Sistema di Interscambio gestito da SOGEI. In questo contributo forniamo alcune indicazioni per la compilazione della fattura elettronica – in formato .xml
Articolo riservato agli abbonati

I contribuenti che hanno posto in essere interventi di recupero edilizio e/o di messa in sicurezza di immobili sotto il profilo antisismico e/o di acquisto di mobili e grandi elettrodomestici connessi con un intervento di ristrutturazione immobiliare sono tenuti, entro i 90 giorni dalla conclusione dell’intervento, ad una nuova comunicazione da effettuarsi nei confronti dell’ENEA, nel caso in cui dai lavori realizzati dal contribuente derivi anche un miglioramento del rendimento energetico dell’immobile e/o l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Attenzione alla scadenza di giovedì 21 febbraio entro la quale vanno comunicati all'ENEA gli interventi chiusi entro la data del 21 novembre 2018!
Articolo ad accesso libero

L’Ispettorato del lavoro ritorna sul tema della somministrazione fraudolenta, ossia sul caso – reintrodotto dal Decreto Dignità – in cui un soggetto pone in essere una somministrazione allo scopo di eludere norme inderogabili di legge o di contratto collettivo applicate al lavoratore. L’argomento, che di per sé non è semplice, è ulteriormente complicato dalle diverse tipologie di sanzioni applicabili al caso specifico, cosicché per fornire indicazioni anche al personale ispettivo, l’INL ha fornito ulteriori indicazioni in merito
Articolo riservato agli abbonati


La legge di Bilancio 2019 ha esteso l’applicazione della cedolare secca ai contratti di locazione dei negozi e delle botteghe aventi categoria catastale C/1. In tale ipotesi, ove le parti lo riterranno conveniente, si potrà scegliere, in luogo dell’applicazione dell’IRPEF, il prelievo sostitutivo del 21 per cento. Il legislatore ha però limitato temporalmente la nuova opportunità. L’applicazione della cedolare secca è circoscritta ai contratti stipulati nell’anno 2019. Conseguentemente il beneficio fiscale non interessa né i contratti di locazione in corso al 31 dicembre del 2018, né i futuri contratti di locazione che saranno stipulati con decorrenza dal 1° gennaio 2020. Inoltre la cedolare secca si applicherà solo ai negozi di minori dimensioni, cioè la cui superficie non supera i 600 metri quadrati, escluse le pertinenze e le relative pertinenze locate congiuntamente
Articolo riservato agli abbonati


1) Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza in Gazzetta Ufficiale
2) Registro Imprese/Rea: modificate le specifiche tecniche
3 Iscrizione delle società di mutuo soccorso e delle Srls: novità e semplificazioni, pratiche senza notaio
4) Cartolarizzazione: trattamento fiscale delle società costituite
5) Esenzione tassazione sui dividendi garantita dall’Accordo CE – Svizzera
6) In arrivo le comunicazioni di “compliance” per regolarizzare in bonis le eventuali violazioni reddituali di varia natura
7) Redditi Campione d’Italia: riduzione forfetaria al 30%
8) Modelli dichiarativi 2019: pubblicate le specifiche tecniche per l’invio telematico
9) Antiriciclaggio: nuovo elenco dei Paesi extra europei
10) Buoni pasto: esenzione fiscale sul valore nominale
Articolo riservato agli abbonati

La recente giurisprudenza di merito e legittimità ha introdotto importanti cambiamenti nella disciplina del litisconsorzio necessario e facoltativo in ambito tributario a favore del contribuente, accogliendo la tesi della comune responsabilità dell’agenzia delle entrate e del servizio di riscossione e dell’integrazione del contraddittorio come chiamati in causa pur nelle diverse funzioni nella fase di accertamento ed esecutiva di gestione e riscossione dei tributi
Articolo ad accesso libero



Anche i contribuenti che hanno aderito alla c.d. rottamazione-bis e che non hanno versato entro il 7 dicembre 2018 le rate di luglio, settembre e ottobre, potranno accedere alla rottamazione-ter delle cartelle. È questa una delle principali novità in ambito tributario recate dal recente Decreto Semplificazioni
Articolo ad accesso libero

In tema di IVA, l'Amministrazione finanziaria, se contesta che la fatturazione attenga ad operazioni soggettivamente inesistenti, inserite o meno nell'ambito di una frode carosello, ha l'onere di provare anche la consapevolezza del destinatario che l'operazione si inseriva in una evasione dell'imposta, dimostrando che il contribuente era a conoscenza, o avrebbe dovuto esserlo, usando l'ordinaria diligenza in ragione della qualità professionale ricoperta, della sostanziale inesistenza del contraente
Articolo riservato agli abbonati

A breve (entro il 30 aprile a seguito della proroga annunciata) dovrà essere inviato l’ultimo spesometro trimestrale, con i dati relativi alle liquidazioni Iva del periodo ottobre/dicembre 2018, ma si aggiungerà un nuovo adempimento, l'esterometro, riguardante la comunicazione dei dati relativi alle operazioni attive e passive effettuate e ricevute verso o da contribuenti non stabiliti nel territorio dello Stato. L’adempimento è completamente nuovo ed è quindi naturale che i contribuenti debbano affrontare problemi ed incertezze la cui soluzione non è sempre agevole.
Articolo riservato agli abbonati

In questo approfondimento, dopo un esame complessivo dell’insieme dei provvedimenti attualmente in vigore, vedremo di verificare quali siano le possibilità di risparmio fiscale per interventi contemporaneamente finalizzati alla ristrutturazione edilizia di un immobile, all’incremento del suo rendimento energetico ed al miglioramento delle sue caratteristiche di resistenza ad eventi di natura sismica
Articolo riservato agli abbonati

Lo scenario di rallentamento dell'economia, in cui l'indebolimento della domanda globale ha comportato il ribasso del prezzo del greggio in autunno, disegna un quadro dell'economia dell'area euro abbastanza preoccupante. La nota sulla congiuntura 2019 pubblicata dall'Ufficio Parlamentare di Bilancio annuncia che l’inflazione dell’Area-Euro è tornata sotto il 2% e che "l’anno scorso l’economia italiana ha progressivamente rallentato, più che nel resto dell’area dell’euro"
Articolo ad accesso libero

A seguito del deposito dell’istanza con la quale il contribuente ha manifestato l’intenzione di avvalersi della definizione agevolata della controversia, la Suprema Corte ha disposto rinvio della causa a nuovo ruolo. Così è stato sentenziato dalla Cassazione, in un’ordinanza interlocutoria del 21 gennaio 2019. Analizziamo le prospettive processuali dell'adesione alla deflazione delle liti pendenti
Articolo riservato agli abbonati

1) Spesometro: le fatture emesse nel 2018 ma ricevute nel 2019
2) Fonti del diritto: le regole tecniche
3) Nei prossimi bilanci contributi pubblici in nota integrativa, niente semplificazione
4) Invio dati all’Enea entro il 21 febbraio 2019
5) Esterometro e spesometro: ok alla proroga ma il Cndcec rimane critico
6) Definizione agevolata: novità introdotte dal Decreto Semplificazioni
7) TARI: il MEF aggiorna le linee guida al 2019
8) Emissione della nota di variazione Iva in presenza di lodo arbitrale
Articolo riservato agli abbonati

In assenza di definitivi chiarimenti da parte dell’agenzia delle Entrate (forse è meglio così...) proviamo a fornire alcune indicazioni con riferimento ai seguenti due temi “caldi” in vista della scadenza di lunedì 18:
--> il termine emissione delle fatture elettroniche nel periodo transitorio;
-->la gestione della detrazione dell’IVA nelle liquidazioni periodiche
Articolo riservato agli abbonati

Facciamo il punto sui diversi provvedimenti che compongono la pace fiscale dopo gli ultimi chiarimenti proposti dal Fisco. Indice degli argomenti:
La definizione degli avvisi di accertamento;
La rottamazione delle cartelle
La definizione delle liti pendenti
La regolarizzazione delle irregolarità formali
Il saldo e stralcio delle somme iscritte a ruolo per i contribuenti in difficoltà economica
Articolo riservato agli abbonati

Il welfare aziendale nasce come opportunità di benessere attraverso la quale le aziende possono rivestire un ruolo sociale importante mettendo a disposizione dei dipendenti e dei relativi familiari servizi che migliorino la qualità della vita degli stessi. Consiste sostanzialmente nella messa a disposizione dei dipendenti di servizi di utilità sociale per specifiche finalità di educazione, istruzione, ricreazione, assistenza sociale e sanitaria o culto. Il vantaggio che ne deriva è speculare in quanto anche il datore di lavoro percepisce, a determinate condizioni, un beneficio che deriva dalla integrale deducibilità del benefit dal reddito di impresa
Articolo riservato agli abbonati

La legge di bilancio 2019 ha introdotto alcune novità in materia di applicazione della cedolare secca agli immobili commerciali classificati nella categoria catastale C/1 - Negozi e botteghe - e alle relative pertinenze locate congiuntamente; l’unità locata deve avere una superficie complessiva non superiore a 600 metri quadri, al netto delle pertinenze. Sono escluse dalla cedolare secca le locazioni degli immobili a uso uffici o studi privati; esclusi anche gli immobili strumentali utilizzati per attività industriali o artigianali
Articolo riservato agli abbonati


1) Legge semplificazioni imprese in Gazzetta Ufficiale
2) Interessi passivi sul mutuo misto detraibili purché entro sei mesi sia prima casa
3) Società agricola: trattamento fiscale dell’energia prodotta dall’impianto fotovoltaico
4) Niente imposta di bollo per il rilascio dei duplicati informatici
5) Contributi commercianti/artigiani: pronti gli importi dovuti per il 2019 all’INPS
6) Medici di base: il divieto di fatturazione elettronica riguarda solo il 2019, ok al foglio liquidazione corrispettivi
7) F24 EI: istituito codice tributo per pagare imposta sostitutiva su attività occasionali
8) Consulta: l’AGCM non promuove giudizi di costituzionalità delle leggi
9) Prassi Entrate del giorno
10) Codici contratto all’interno del flusso UniEmens
Articolo riservato agli abbonati

Un progetto di legge appena presentato alla Camera mira ad introdurre una imposta sostitutiva, con aliquota al 15%, sul reddito incrementale, da applicarsi a partire dal 10% del reddito dichiarato in più rispetto a quanto dichiarato nell'anno precedente. La proposta si inserisce a completamento della più ampia riforma in tema di flat tax, di cui mira anche a risolvere alcune criticità
Articolo ad accesso libero

L’INPS interviene in materia di minimali e massimali di contribuzione per gli iscritti alla Gestione Separata, chiarendo anche quali saranno le aliquote spettanti a ciascun soggetto in relazione alle specifiche condizioni della sua iscrizione alla predetta Gestione
Articolo riservato agli abbonati

1) Novità in materia di nomina del revisore nelle Srl
2) Prescrizione decennale per la detrazione delle imposte pagate all’estero
3) Caparra confirmatoria soggetta all’imposta di registro anche se imputata al prezzo finale
4) Modalità di accesso delle vittime di usura ed estorsione alla proroga delle scadenze fiscali
5) Bollo su E-fattura
6) L’Agenzia delle entrate aggiorna tre guide per i lavori da fare in casa
7) Prassi dell’Agenzia delle Entrate
8) Osservatorio partite Iva - Online i dati del quarto trimestre 2018 e quelli complessivi annuali per il 2018
Articolo riservato agli abbonati

L’elevazione del limite dei ricavi e compensi per l’applicabilità del regime forfetario dovrebbe avere interessato anche una moltitudine di imprenditori individuali che risultano utilizzare immobili strumentali di proprietà. Considerando, quindi, la riapertura del termine per effettuare l’opzione per l’estromissione degli immobili strumentali, con pagamento dell’imposta sostitutiva dell’8% sull’eventuale plusvalenza, ci si pone la questione se, per i contribuenti forfetari, una simile estromissione sia ugualmente concretizzabile a costo fiscale zero, considerato quanto prevedono le norme in materia di determinazione forfetaria dl reddito
Articolo riservato agli abbonati


Quali sono le regole di emissione della fattura elettronica per le associazioni sportive dilettantistiche? Per venire incontro alle esigenze dei contribuenti di minori dimensioni il legislatore ha stabilito che le associazioni con volume d'affari inferiore a 65mila euro sono esonerate dall'obbligo di emissione del documento elettronico; in taluni casi invece l'obbligo spetta al committente
Articolo riservato agli abbonati


Articoli in evidenza

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it