Approfondimenti del giorno



L’autoliquidazione INAIL lo scorso anno ha subito notevoli cambiamenti in relazione alle modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2019.
Quest’anno si ritorna ai normali termini di autoliquidazione e di gestione dell’obbligo assicurativo.
Articolo riservato agli abbonati



Nonostante la mancata presentazione entro il 31 ottobre 2019 del modello 770/2019 su anno 2018, i sostituti d’imposta hanno modo di regolarizzare la propria posizione effettuando l’invio entro il termine ultimo del 29 gennaio 2020, direttamente con il sistema Fisconline o Entratel o tramite intermediario abilitato.
Oltre tale data la dichiarazione si riterrà omessa.
Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 27 Gennaio 2020:
1) Taglio del cuneo fiscale: approvato dal CdM il decreto legge
2) Legge di delegazione europea 2019: approvato il DdL definitivo
3) Lotta contro le frodi finanziarie nell’unione europea: attuata la direttiva (UE)
4) Qualificazione e formazione dei conducenti di veicoli adibiti al trasporto merci o passeggeri
NOTIZIA IN EVIDENZA - 5) Obblighi in materia di IVA - regime MOSS - per le prestazioni di servizi e le vendite a distanza di beni
6) Le priorità in agenda nel 2020: decreto sul funzionamento del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, modelli di bilancio degli ETS, disciplina dei controlli
7) L’analisi della territorialità IVA dei servizi di intermediazione
8) Fatturazione elettronica per servizi resi da società cooperative sociali di tipo B
9) Fattura tax free: ecco cosa fare nel caso di duplicazione di invii telematici (sia fattura sia scontrino)
10) Iper ammortamento: beni agevolabili dati a noleggio a clienti che li utilizzano temporaneamente presso cantieri esteri
11) Copertura assicurativa Riders: chiarimenti Inail
12) Appalto illecito: sanzionabilità delle pubbliche amministrazioni
13) Riscatto di laurea agevolato senza limiti di età
14) IASB ha pubblicato modifiche allo IAS 1
Articolo riservato agli abbonati

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

In questo contributo ci soffermiamo sulla normativa delle compensazioni fiscali orizzontali delle imposte, per comprendere meglio i cambiamenti riscontrati negli ultimi anni. In particolare vedremo come cambiano le cose dal 2020.
Mentre le compensazioni verticali non sono soggette a limitazioni, sulle compensazioni orizzontali si sono addensate le modifiche di questi ultimi anni per contrastare le indebite compensazioni e, quindi, le evasioni d’imposta.

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli



A partire dal 20 gennaio scorso è attivo lo sportello per la presentazione delle domande Smart&Start da parte delle start up innovative, in versione rinnovata Ministro dello Sviluppo Economico.
Diventano finanziabili anche i piani di impresa relativi all’intelligenza artificiale, blockchain e all’internet of things
Proponiamo una panoramica delle novità relative all'agevolazione e una piccola guida alle spese agevolabili in base al bando Smart&Start
Articolo riservato agli abbonati

Le aziende che nel 2019 hanno impiegato lavoratori tramite le agenzie di somministrazione devono comunicare il numero dei contratti di somministrazione di lavoro conclusi, la durata dei contratti, il numero e la qualifica dei lavoratori utilizzati entro la data del 31 gennaio 2020. Chi non rispetta l'adempimento è soggetto ad apposite sanzioni.
Articolo riservato agli abbonati

La Legge di Bilancio 2020 ha profondamente modificato la normativa concernente la tassazione in capo al dipendente dell’auto assegnata in uso promiscuo esclusivo, parametrando l’imposizione all’impatto ambientale della stessa vettura.
Si tratta di una previsione che sicuramente incide sulla disponibilità del lavoratore dipendente, ma che deve essere necessariamente inquadrata in un contesto più ampio di graduale sostituzione del parco auto circolante nazionale con vetture a bassissimo impatto ambientale.
In buona sostanza, una norma certamente con finalità “di cassa” ma comunque declinata in versione green.
Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 25 Gennaio 2020:
1) Accertamento al professionista legittimo anche attraverso le risposte date dai propri clienti
2) Va bene l’interpello disapplicativo presentato al fisco anche in fotofinish
3) L’Agenzia Entrate emette lo sgravio, allora stop al sequestro preventivo
4) Pubblicazione nella nota integrativa del bilancio delle erogazioni e sovvenzioni pubbliche: le società potranno utilizzare il campo “testuale”
5) Contributi ai viaggiatori aerei residenti in Sicilia, si resta in attesa del decreto ministeriale attuativo
6) Riscatti dei corsi universitari: sono retroattivi anche per i periodi da valutare con il contributivo
NOTIZIA IN EVIDENZA 7) In arrivo dei nuovi codici da inserire nella fattura elettronica
8) Deposito merce non comunicato al fisco: vale il comportamento concludente, in sede di verifica basta esibire un contratto
9) Commercialisti: da febbraio 2020 stop alla delega cartacea per alcuni servizi con le Entrate fatti per conto dei propri clienti
10) Piani di “welfare aziendali” con contratti di mandato senza rappresentanza: chiarimenti a tutto campo dall’Agenzia delle entrate
Articolo riservato agli abbonati

Sono tanti anni che si parla di riforma della Giustizia tributaria e di ritocchi al D.Lgs. 545/1992, ma finora non si è mai risolto nulla.
Ora però ci troviamo in una fase in cui – grazie anche alle ottime proposte avanzate dall’Avv. Maurizio Villani e alla divulgazione all’opinione pubblica e politica operata anche da CommercialistaTelematico.com – tutte le maggiori forze parlamentari concordano sulla improcastinabilità della riforma.
Articolo ad accesso libero


All'1 gennaio 2020, le regole IVA contenute nella Direttiva n. 1910-2018 e nel Regolamento UE 2018/1912 del 04 dicembre 2018, aventi lo scopo di modificare le condizioni necessarie per applicare la non imponibilità ai fini IVA in relazione alle operazioni di cessione comunitaria di beni (con particolare riguardo alla prova di uscita della merce dal territorio italiano), non sono state ancora recepite nell’ordinamento interno.
Tuttavia, nonostante il nostro legislatore non abbia ancora dato attuazione alle disposizioni unionali, secondo i principi elaborati dalla Corte di Giustizia UE e dalla Corte Costituzionale, in assenza di recepimento, sono comunque applicabili le disposizioni laddove esse siano in favore del contribuente.
Facciamo chiarezza sul punto.
Articolo riservato agli abbonati


Con la Convenzione firmata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali si definisce concretamente la modalità per valutare la rappresentatività dei contratti collettivi; ciò anche allo scopo di far definitivamente cessare la presenza e l’abuso di contratti “pirata”, che non garantiscono condizioni minime di tutela nei confronti dei lavoratori e che non permettono il godimento di benefici contributivi e normativi, come nel caso dei contratti maggiormente rappresentativi.
Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 23 Gennaio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Nella fattura elettronica non occorre allegare la lista riepilogativa
NOTIZIA IN EVIDENZA - 2) Niente registratore telematico per i biglietti emessi dalla società sportiva per assistere a gare e tornei
3) Come segnalare la trasmissione errata di corrispettivi
4) Voucher innovazione: prorogato il termine per la sottoscrizione del contratto di consulenza
5) Cessioni Intrastat, come rispettare l’esenzione Iva dal 2020
6) Regime del call-off stock: regole dal 2020
7) Elenchi Intrastat: entro il 27 gennaio 2020 vanno presentanti i modelli mensili e trimestrali
8) Ripristinato l’aiuto alla crescita economica (ACE) con effetto retroattivo
9) Accisa dovuta sul prodotto impiegato negli impianti di mero stoccaggio
10) Accesso ai servizi online dell’INPS ora anche con la Carta di Identità Elettronica (CIE)
11) Fondazione consulenti lavoro: occhio all’etica ma anche alla problematica legata all’abusivismo professionale
12) Consob: pubblicato l’elenco delle PMI quotate
13) Indennità antitubercolari: importi da corrispondere per l’anno 2020
14) Artigiani e commercianti: avvisi bonari per la rata di novembre 2019
Articolo riservato agli abbonati


In questo contributo ci soffermiamo sulla normativa delle compensazioni fiscali orizzontali delle imposte, per comprendere meglio i cambiamenti riscontrati negli ultimi anni. In particolare vedremo come cambiano le cose dal 2020.
Mentre le compensazioni verticali non sono soggette a limitazioni, sulle compensazioni orizzontali si sono addensate le modifiche di questi ultimi anni per contrastare le indebite compensazioni e, quindi, le evasioni d’imposta.
Articolo riservato agli abbonati

Il principio del cumulo giuridico, ex articolo 12 del Dlgs 472/1997, è il principio più rilevante del sistema sanzionatorio amministrativo tributario. Il presente contributo analizza l’applicazione del predetto istituto nella procedura di controllo, con particolare riferimento alle sanzioni irrogate agli intermediari per omessa o tardiva trasmissione delle dichiarazioni.
Gli intermediari abilitati che trasmettono tardivamente le dichiarazioni sono soggetti alla sanzione pecuniaria da euro 516 a euro 5.164. La sanzione è dimezzata se la trasmissione avviene nei trenta giorni successivi la scadenza. La giurisprudenza, a differenza della presa di posizione del fisco, è pacifica nel sostenere l’applicabilità dell’art. 12 del DLgs. 472/1997 quando vengono commesse, con una o diverse azioni, più violazioni dell’art. 7-bis del DLgs. 241/1997.
Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 22 Gennaio 2020:
1) Registro dei titolari effettivi delle imprese con personalità giuridica: le osservazioni potranno essere inviate al Mef entro il 28 febbraio 2020
NOTIZIA IN EVIDENZA - 2) Prorogato il bonus formazione 4.0
3) Nuovo credito d’imposta per investimenti in ricerca e sviluppo
4) Nuovo bonus ammortamenti fruibile solo con F24 in compensazione
5) Marketplace: software di base senza comunicazione
6) Restituzione rimborsi da sgravio: provvedimento delle Entrate
7) Le ultime dalle Entrate
8) Le ultime dall'Inps
Articolo riservato agli abbonati




Allo scopo di dotare l’impresa o lo studio di un insieme di metodi, tecniche e strumenti informatici orientati alla massimizzazione dei risultati, in un momento in cui si assiste alla progressiva automatizzazione di emissione e/o ricezione diretta delle fatture elettroniche, importazioni massive da XML, estratti conti bancari e saldi di bilancio, sorge l’esigenza di elaborare la grande mole di dati in maniera più avanzata, anche grazie ad un modulo di Controllo di Gestione.
Articolo ad accesso libero

Nel DQ del 21 Gennaio 2020:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1) Tracciabilità delle detrazioni fiscali in sintesi
2) Possibilità di non stampare anche il libro giornale e inventari, imposta di bollo: documento Cndcec
3) Certificazione corrispettivi attività spettacolistiche
4) Reddito di inclusione e Prassi INPS
5) Indice TFR di dicembre
6) Rilancio aree di crisi industriale: nuova disciplina
7) MEF: stipendi più alti da luglio, Commercialisti, riforma Irpef sia strutturale
8) Edilizia e costruzioni, aumentano addetti e fatturato ma frena la crescita
Articolo riservato agli abbonati

Cosa succede all’assegno ordinario di invalidità (AOI) che è stato sospeso a causa dell’erogazione della NASpI?
A questo interrogativo risponde l’INPS, il quale chiarisce come e quando è possibile sospendere la NASpI e percepire l’assegno ordinario di invalidità, e quando invece la richiesta dell’invalidità pregiudica la successiva percezione della NASpI.
Articolo riservato agli abbonati


Nuovamente modificate le disposizioni riguardanti il regime forfettario: per effetto delle variazioni introdotte dalla legge di Bilancio 2020 sono previsti come condizione di accesso, un limite di 20mila euro di spese sostenute per il personale; l’esclusione per i redditi di lavoro dipendente superiori a 30mila euro; la riduzione di un anno dei termini di decadenza per l’accertamento, per i contribuenti forfettari che, benché non obbligati, hanno un fatturato annuo costituito esclusivamente da fatture elettroniche.
Articolo riservato agli abbonati

Call-off stock: una nuova norma per la gestione dei rapporti intracomunitari.
La direttiva non è ancora stata recepita in Italia, tuttavia è innegabile la sua natura self executing.
Articolo ad accesso libero

La Manovra fiscale 2020 ha reso sempre più chiari gli adempimenti che i contribuenti devono porre in essere in merito alle compensazioni dei crediti fiscali.
Soffermiamoci sulla gestione delle compensazioni dei crediti a carico dei sostituti d'imposta. i quali, anche con debiti fiscali aventi la stessa natura, devono essere effettuate utilizzando i servizi telematici dell’Agenzia delle entrate.
Articolo riservato agli abbonati

Secondo quanto previsto dall'articolo 72 bis DPR 29.9.1973, n. 602, Agenzia delle Entrate Riscossione ha la possibilità di impartire direttamente al terzo (cliente del debitore, ovvero un Istituto di Credito) l'ordine di pagare il credito al concessionario, fino a concorrenza del credito per cui si procede.
Il processo di pignoramento esattoriale del conto corrente non segue, pertanto, le regole ordinarie disposte dall'articolo 543 del codice di procedura civile.
Articolo riservato agli abbonati


Nel DQ del 20 Gennaio 2020:
1) Certificazione Unica per il 2019 da presentare entro il 9 marzo 2020, al via l’impegno cumulativo per gli intermediari del fisco
2) Nuova determinazione del reddito d'impresa degli imprenditori agricoli florovivaistici
3) Adozione di misure antisismiche: detrazione spettante agli acquirenti di case vendute da costruttori o ristrutturate
4) Notificato il PVC, anche previo accesso breve, l’Ufficio deve attendere i 60 giorni prima di emettere l’accertamento
5) Per non pagare la tassa rifiuti al Comune occorre dimostrare che la casa sia sfitta, ma non basta la mancanza di luce
NOTIZIA IN EVIDENZA - 6) Cartella INPS si prescrive in cinque anni
7) Rilasciata nuova funzionalità Casellario dell’assistenza INPS
8) Urge l’inserimento dati dei partecipanti agli eventi formativi organizzati dall’Ordine dei commercialisti
9) Fringe benefit dei costi per veicoli aziendali
10) Le intercettazioni ai fini penali inchiodano il contribuente - Rimborso Iva azienda in liquidazione – garanzia
Articolo riservato agli abbonati

Le clausole di salvaguardia IVA italiane sono nate ancora nel 2011, anche se allora strutturate in modo significativamente diverso da quelle più recenti.
Da allora ad oggi la normativa si è sviluppata con evidenti modifiche quanto alla decorrenza, ma anche alle percentuali dell’imposta.
Articolo ad accesso libero


L’ex registratore di cassa fu oggetto di un apposito provvedimento di legge che fece le fortune per qualche anno di una grande azienda dell’epoca che trattava di macchine calcolatrici e di macchine contabili. Dal 1983, anno dell'introduzione dell'obbligo di tenuta dello stesso, ad oggi, le cose sono molto cambiate.
Il registratore telematico ha sostituito i vecchi registratori di cassa.
In questo articolo ne esaminiamo modalità di funzionamento, soggetti obbligati ed esonerati e molto altro.
Articolo ad accesso libero

Articoli in evidenza

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it