Approfondimenti del giorno

È noto a tutti che, con le novità della Legge di Bilancio, sono mutate alcune caratteristiche del Regime Forfettario, ossia del regime naturale per i contribuenti che non raggiungono una soglia minima di compensi (se professionisti) o di ricavi (se imprenditori). Ma se un contribuente, che aveva i requisiti per rientrare nel regime forfettario nel 2017 (anno in cui, in assenza di cause ostative, sussistevano per lui tutti i presupposti previsti dalla legge) - ed avesse invece optato per il regime di contabilità semplificata, - volesse oggi adottare tale regime (il forfettario), potrebbe farlo? O sarebbe, piuttosto, legato al vincolo triennale di permanenza nel regime a suo tempo scelto? Il caso, su cui non si conoscono ancora pronunce ufficiali, viene così affrontato e risolto in questo contributo
Articolo ad accesso libero

L'Agenzia delle Entrate ha recentemente affrontato il tema della scissione con assegnazione di contratti di leasing immobiliare. Ha avuto modo di chiarire che tale assegnazione risulta essere fiscalmente neutra. Si tratta di una indicazione assolutamente condivisibile, anche se in passato non sono mancati profili di incertezza sul punto. Ad ogni buon conto l’assegnazione di contratti di leasing a seguito di scissione può dar luogo a dubbi non tanto sotto il profilo del trattamento fiscale, quanto piuttosto in relazione a questioni di carattere civilistico – contabile
Articolo riservato agli abbonati

Breve esame dei provvedimenti contenuti nella Legge di Bilancio 2019 relativi ad edilizia e settore immobiliare: proroga delle detrazioni per gli interventi di recupero degli edifici residenziali, “ecobonus” e “sismabonus”, raddoppio della deducibilità dell’IMU per imprese e professionisti, estensione della cedolare secca alle locazioni commerciali
Articolo riservato agli abbonati

1) TFR dicembre a 2,24
2) “Legge Anticorruzione” pubblicata in Gazzetta Ufficiale
3) Responsabilità amministrativa società/enti: inasprite le sanzioni
4) Spese di formazione tecnologica: istituito codice tributo per compensare il credito d’imposta
5) Il videoforum Cndcec/Agenzia entrate sulla fattura elettronica: pubblicate tutte le risposte
6) Ecco altre domande/risposte (Cndcec/Entrate) sulla fattura elettronica
7) Fatture elettroniche: chiarimenti sulla conservazione dal videoforum Cndcec/Agenzia Entrate
8) Chiarimenti videoforum Cndcec/Entrate anche sul QR code
9) Fattura elettronica: chiarimenti anche sulle spese per carburanti
10) Cessione del credito tributario “futuro” si valorizza ai fini fiscali con la richiesta a rimborso nelle dichiarazioni
Articolo riservato agli abbonati

Il GIP può emettere due decreti di sequestro diretto e per equivalente nei confronti rispettivamente della società e degli imputati. Orbene, quando si può procedere al sequestro funzionale alla confisca per equivalente del patrimonio della persona fisica imputato? Quando è legittimo il sequestro preventivo finalizzato alla confisca diretta del profitto della persona giuridica? Il sequestro per equivalente può riguardare qualsivoglia bene afferente al patrimonio dell’autore del reato? Il venir meno della pretesa fiscale, ossia del tributo e dei rispettivi interessi dovuti, per effetto del processo tributario determina la caducazione della misura cautelare penale?
Articolo riservato agli abbonati

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

È noto a tutti che, con le novità della Legge di Bilancio, sono mutate alcune caratteristiche del Regime Forfettario, ossia del regime naturale per i contribuenti che non raggiungono una soglia minima di compensi (se professionisti) o di ricavi (se imprenditori). Ma se un contribuente, che aveva i requisiti per rientrare nel regime forfettario nel 2017 (anno in cui, in assenza di cause ostative, sussistevano per lui tutti i presupposti previsti dalla legge) - ed avesse invece optato per il regime di contabilità semplificata, - volesse oggi adottare tale regime (il forfettario), potrebbe farlo? O sarebbe, piuttosto, legato al vincolo triennale di permanenza nel regime a suo tempo scelto? Il caso, su cui non si conoscono ancora pronunce ufficiali, viene così affrontato e risolto in questo contributo

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli

La Redditività finanziaria del Capitale Investito (Cash Return on Investment - acronimo CROI) è un indice di bilancio poco utilizzato, ma di grande utilità per misurare la reale redditività di un'azienda. In questa pagina spieghiamo in breve come si misura il CROI e quali considerazioni possono nascere da tale indice
Articolo ad accesso libero

L’estensione della platea dei soggetti che possono naturalmente avvalersi del “regime forfetario”, realizzata dalla recente Legge di Bilancio, ci ha consegnato nuovi interrogativi e problematiche da risolvere, che si troveranno ad affrontare prioritariamente i professionisti dell’area lavoro “chiamati” ad elaborare i cedolini paga relativi alle retribuzioni del mese di Gennaio
Articolo ad accesso libero

La soppressione di A.C.E. e superammortamento per i beni diversi da quelli del modello Industria 4.0 è stata accompagnata dall’introduzione di un’aliquota ridotta IRES del 15% che si applicherá su una base il cui processo di determinazione appare piuttosto articolato e complesso. Nell’articolo si è cercato di fornire una mappatura completa del processo di determinazione della base di calcolo della “mini IRES”
Articolo riservato agli abbonati

1) Modello Iva 2019: modifiche anche per il passaggio al regime forfettario
2) L’adesione al regime della direttiva “Madre-Figlia” non inibisce doppie imposizioni sulle imposte
3) Consorzi di sviluppo industriale: doppia condizione per l’esenzione da IMU
4) Fatture precedute da scontrino: obbligo di emissione solo in forma elettronica, se non ricorre l’esonero
5) Caso Assonime: ne bis in idem
6) Fattura elettronica dei commercialisti: pubblicate le slides di Unimatica
7) Antiriciclaggio: nel 90% dei casi le segnalazioni all’Uif fatte dai Notai
8) Rappresentante fiscale di intermediario estero
Articolo riservato agli abbonati

1) Cambia l'aliquota ENASARCO 2019 da indicare in fattura
2) Immobili strumentali: deduzione IMU al 40%
3) Legge di bilancio 2019: novità in tema di informazioni non finanziarie
4) IVA: proroga del reverse charge temporaneo interno
5) Credito d’imposta benzinai: istituito codice tributo per la compensazione in F24
6) Legge di bilancio 2019: ecco come gestire il riporto delle perdite
7) Modello F24: istituito codice tributo per recuperi Inps
8) Pubblicati i dati delle entrate tributarie e contributive nel periodo gennaio-novembre 2018
9) Aspetti contabili della ristrutturazione dei debiti alla luce del nuovo OIC 19
10) Commercialisti: attenzione al numero dei praticanti, se sono troppi, si paga l’Irap
Articolo riservato agli abbonati



Una recentissima ordinananza di Cassazione ha trattato del valore dei comunicati stampa dell'Agenzia come fonte del diritto: nel caos in esame il Fisco aveva irrogato una sanzione per splafonamento facendo riferimento ad un comunicato stampa di chiarimenti. Secondo la Corte il Comunicato stampa non rientra tra le fonti del diritto e non può essere la base su cui irrogare sanzioni al contribuente
Articolo riservato agli abbonati

Prorogato anche per il 2019 lo sgravio contributivo a favore delle aziende che assumono NEET, ossia soggetti giovani che non sono coinvolti in progetti lavorativi o di studio. Per godere dell’incentivo ci sono regole e iter particolari, ma i benefici per i datori di lavoro possono essere davvero vantaggiosi
Articolo riservato agli abbonati

Si riepiloga il trattamento fiscale relativo gli omaggi a clienti e/o dipendenti. A tal fine occorre differenziare il trattamento in relazione al bene ceduto gratuitamente: se oggetto o meno dell’attività esercitata e in base al soggetto destinatario, sia questi cliente o dipendente. Ricordiamo che le spese di rappresentanza sono deducibili nel periodo di imposta di sostenimento, se rispondenti ai requisiti di inerenza, in funzione dei ricavi e proventi; tali limiti, dal 2016, sono stati aumentati
Articolo riservato agli abbonati

Il D.L.119/2018 ha modificato le regole della liquidazione periodica Iva: i contribuenti che riceveranno e registreranno le fatture di acquisto entro il giorno 15 del mese successivo, potranno far retroagire la detrazione del tributo. Si è venuta però a creare un’asimmetria temporale con la registrazione delle fatture di acquisto nel libro delle fatture emesse. La registrazione all’interno di questo registro è strumentale alla rilevazione del debito a seguito dell’applicazione del reverse charge. E' dunque possibile che i contribuenti siano in grado di far valere la detrazione dell’Iva in una liquidazione periodica relativa ad un mese precedente rispetto a quello in cui sarà rilevato il debito Iva a seguito dell’applicazione dell’inversione contabile
Articolo riservato agli abbonati

È in scadenza il prossimo 28 febbraio la domanda per l’accesso al regime di contribuzione agevolata per i soggetti iscritti alla Gestione artigiani e commercianti aderenti al regime forfettario. A seguito delle modifiche apportate da ultimo con la Legge di Bilancio 2019 al regime forfettario, nulla è però cambiato con riferimento all’accesso a tale regime contributivo agevolato: purché permangano i requisiti per l’accesso al regime forfettario, è possibile infatti accedere a tale regime contributivo facoltativo e volontario, per il quale è necessario effettuare un’apposita domanda all’INPS. È in scadenza inoltre anche il termine per la rinuncia al regime contributivo agevolato, non solo per i soggetti che perdono i requisiti entro il 31 dicembre dell’anno precedente, ma anche per quei soggetti che volontariamente decidono di ritornare al regime contributivo ordinario dal 1° gennaio 2019: per tali soggetti, essendo difficile stimare entro il 31 dicembre se si è verificata la perdita dei requisiti, l’INPS consente ora di inviare la rinuncia entro il 28 febbraio dell’anno successivo
Articolo riservato agli abbonati

Facciamo il punto sullo stralcio delle mini cartelle esattoriali (quelle inferiori a 1000 euro): sono tanti i dubbi applicativi di questo stralcio secco dei debiti tributari. In questo articolo proviamo a chiarire i principali dubbi: quali sono le cartelle che saranno stralciate? E' possibile recuperare eventuali pagamenti fatti a fronte di tali cartelle?
Articolo ad accesso libero

1) Ok alla fattura cartacea per le pro loco fino a € 65.000
2) Atto di fusione tra Fondazioni bancarie non qualificabili ONLUS: imposta di registro, ipotecaria e catastale
3) Anche i consulenti del lavoro ricompresi nell’albo dei curatori fallimentari
4) Autotrasportatori: incrementata la misura della deduzione forfetaria 2018
5) Autotrasportatori: agevolazioni fiscali 2018
6) INAIL: differimento dei termini per l’autoliquidazione 2019
7) Terzo Settore: il welfare sugli obblighi di pubblicità e trasparenza
8) Telefisco 2019 accreditato con gli ordini dei Commercialisti
9) Comunicazione dei dati per la Dichiarazione precompilata 2019: software di compilazione e di controllo
Articolo riservato agli abbonati

La motivazione dell’atto impositivo deve contenere tutti gli elementi dell’obbligazione tributaria in modo tale che il contribuente possa porre in essere un’efficace difesa in giudizio. L’avviso di accertamento, infatti, deve contenere una fedele e chiara ricostruzione dell’obbligazione tributaria e di tutti gli elementi di prova...
Articolo riservato agli abbonati

La Legge di Bilancio 2019 ha apportato delle modifiche alle tariffe e premi Inail 2018-2019. Per tale ragione è stato previsto anche un differimento dei termini dell’autoliquidazione e altri adempimenti sui quali fornisce ulteriore dettaglio l’Inail stesso, al fine di chiarire quali saranno le scadenze dei termini per l’anno 2019
Articolo ad accesso libero


L'Agenzia delle Entrate, preso atto delle disposizioni della legge di Bilancio 2019, che contiene disposizioni che esprimono norme d’interpretazione autentica, dovrà annullare in autotutela gli avvisi di liquidazione sub iudice. A seguito dell’esercizio del potere di autotutela verrà meno la materia del contendere e il giudice dovrà dichiarare l’estinzione del giudizio
Articolo riservato agli abbonati

Le dichiarazioni rese ai verbalizzanti dalle parti o da terzi, fanno fede fino a prova contraria, che può essere fornita qualora la specifica indicazione delle fonti di conoscenza consenta al giudice e alle parti l’eventuale controllo e valutazione del contenuto delle dichiarazioni. In mancanza dell’indicazione specifica dei soggetti le cui dichiarazioni vengono riportate nel verbale, esso costituisce comunque elemento di prova, in concorso con altri elementi, potendo essere disatteso solo in caso di sua motivata intrinseca inattendibilità o di contrasto con altri elementi acquisiti nel giudizio, attesa la certezza, fino a querela di falso, che i documenti formati dai terzi sono stati comunque esaminati dall’agente verificatore
Articolo riservato agli abbonati

1) Enti sportivi dilettantistici: fatturazione nei contratti di sponsorizzazione
2) Sport bonus 2019 al 65%
3) Aumenta l’esenzione da imposta di bollo per le ASD
4) Terzo settore: attività “sensibili” considerate non commerciali solo se utili reinvestiti e niente compensi agli amministratori
5) In attesa del correttivo, al momento solo pre-annunciato, niente riduzione IRES per il non profit
6) Riforma della crisi d’impresa e dell’insolvenza
7) Camere di commercio: misure del diritto annuale anno 2019
8) Bonus asilo nido 2019: dal 28 gennaio 2019 servizio per le domande attivo
9) Può essere detratta l’IVA assolta all’importazione di beni concessi in noleggio
10) Cessione in valuta di azioni che beneficiano del regime della participation exemption
Articolo riservato agli abbonati

L'introduzione della fatturazione elettronica obbligherà sempre più commercialisti e consulenti ad ampliare il proprio campo di attività professionale. Oggi parliamo delle responsabilità derivanti dal Decreto Legislativo 231 del 2001 e delle possibilità per il Commercialista di essere parte nella creazione e gestione del Modello Organizzativo e nella funzione di Organismo di Vigilanza
Articolo ad accesso libero


Tra le misure appena approvate in sede di Legge di Bilancio ve ne sono anche alcune in tema di giochi che riguardano, in particolare, la disciplina e il monitoraggio dell'orario di funzionamento degli apparecchi da gioco, e la definizione di criteri omogenei su tutto il territorio nazionale in ordine alla distribuzione e agli orari degli esercizi che offrono gioco pubblico. Il settore dei giochi necessita però di una riforma ben più ampia, tenendo nella debita considerazione gli interessi del gioco legale e contrastando, con più efficacia, il gioco illegale....
Articolo riservato agli abbonati

Come ormai ben noto, tra gli interventi edilizi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio esistente per i quali è possibile beneficiare di un regime fiscale agevolativo consistente nelle detrazioni ai fini IRPEF (detraibilità del 50% di quanto speso da parte del contribuente avente diritto), troviamo anche l’acquisto (da impresa di costruzioni) o la realizzazione di posti auto/box pertinenziali
Articolo riservato agli abbonati

Una delle novità più interessanti della Legge di Bilancio 2019 è l'estensione del regime forfettario a tutti i contribuenti che fatturano meno di 65mila euro. In questo articolo riassumiamo le novità apportate al regime forfettario: tali novità rendono il regime appetibile a moltissimi contribuenti. I punti chiave sono: le nuove soglie relative a ricavi e compensi, i limiti per l'accesso, i casi di esclusione, la possibile riduzione dei contributi INPS...
Articolo riservato agli abbonati

1) Fisco: il comunicato stampa non incide sulle sanzioni
2) Bilanci: é ufficiale la Tassonomia XBRL
3) Corte Ue: demolizione e acquisto con unico contratto
4) Azionisti: parti correlate ed altro, ecco le osservazioni di Assonime
5) Principi consolidati per la redazione dei modelli organizzativi e l’attività dell’organismo di vigilanza, prospettive di revisione
6) Compensazione delle perdite fiscali in caso di fusione societaria
Articolo riservato agli abbonati

Ci sono novità per quanto riguarda l'indennità di maternità per lavoratrici libere professioniste iscritte ad un ente che gestisce forme obbligatorie di previdenza: le novità riguardano il caso dell’indennità di maternità corrisposta nei confronti delle lavoratrici libere professioniste che rientrano in Italia dopo aver svolto continuativamente un’attività lavorativa o aver conseguito un titolo di studio all'estero, per le quali sono previsti degli incentivi fiscali sotto forma di minore imponibilità del reddito
Articolo riservato agli abbonati

Il dialogo Fisco – Contribuente nel procedimento dell’accertamento tributario consente di poter valutare con maggiore ponderatezza tutti gli elementi sui quali si fonda l’obbligazione tributaria, nell’ottica di quella nuova tendenza verso una maggiore partecipazione del contribuente nel procedimento amministrativo di accertamento tributario, e che vede il contraddittorio come strumento di personalizzazione del rapporto tributario
Articolo riservato agli abbonati

Sono stati approvati nuovi modelli per il conferimento (o la revoca) delle deleghe, disponibili sul portale dell’Agenzia delle entrate. I modelli vanno a sostituirsi a quelli rilasciati in un primo tempo, che permettevano, tramite la compilazione di un’unica modulistica, di conferire una o più deleghe sia ai fini della E-fattura che della consultazione del cassetto fiscale. Ora, invece, i moduli sono due, distinti, per fattura elettronica e cassetto fiscale
Articolo riservato agli abbonati

Il bonus strutturale a favore dell’occupazione giovanile introdotto dalla Legge di Bilancio 2018 prevede uno sgravio contributivo del 50% (elevabile al 100% in particolari casistiche) a favore dei datori di lavoro che assumono giovani che non abbiano mai avuto un contratto a tempo indeterminato. Essendo tale sgravio strutturale, esso è valido anche per l’anno 2019, ma con una particolarità che riguarda l’età anagrafica: non sarà più possibile infatti assumere soggetti con età pari o superiore a 30 anni, al contrario di ciò che è avvenuto nel corso dell’anno 2018
Articolo ad accesso libero

La formazione 4.0 ha porte aperte anche nel 2019. Una vera e propria proroga è stata introdotta, durante l’esame parlamentare del DDL 2019, e adesso è parte integrante della Manovra 2019. L'agevolazione in questione, come noto, prevede un credito d'imposta a favore delle imprese che sostengono spese per la formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie, previste dal Piano nazionale industria 4.0. Il beneficio è stato prorogato a tutto il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2018 e, dunque, al 2019. Inoltre, il testo nel disporre un arco temporale maggiore per accedere al credito d'imposta, riscrive parzialmente anche la misura del credito spettante rimodulando la percentuale di spesa ammessa e i limiti annuali
Articolo ad accesso libero

Mentre il pagamento del debito con il fisco, secondo le disposizioni del D.Lgs. n. 74/2000 innovate con effetto decorrente dal 2016, dà luogo ad esimenti ai fini delle sanzioni penali tributarie, le procedure deflattive del contenzioso – tra le quali rientra l’accertamento con adesione – non generano un automatico effetto di riduzione o cancellazione della punibilità penale
Articolo riservato agli abbonati

1) Frode fiscale: niente recidiva, stop alla sospensione dall’Ordine professionale
2) Accertamenti standardizzati: funzionamento dei nuovi ISA (sotituiscono gli studi di settore)
3) Comunicazioni all’anagrafe tributaria dei dati assicurativi: nuova versione del software SID
4) Bonus ai dipendenti: é indeducibile l’accantonamento contabile dell’OIC 29-31
5) Entrate tributarie in salita
6) Portale fattura elettronica dei Commercialisti, tutti i chiarimenti Unimatica
7) Commercialisti: videoconferenza sulla fatturazione elettronica tra privati a giorni
8) AdR: online documentazione e nuova funzionalità
9) IAS/IFRS distribuzione in natura di dividendo: scissione parziale a favore dell’unico socio, con l’asset, fiscalmente neutra
Articolo riservato agli abbonati

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it