Professione Consulente

 
 
in questo articolo di 10 pagine proviamo a rispondere a tutti i dubbi sull'applicazione delle novità dello split payment: gli elenchi dei soggetti interessati, l'esigibilità dell'IVA, gli adempimenti per aziende e professionisti e quelli per la pubblica amministrazione, i termini di versamento nel 2017, la gestione delle fatture errate, delle note di variazione e dei crediti IVA

 
segnaliamo un problema di fatturazione in split payment che può colpire i liberi professionisti: dati i tempi di emissione della fattura, il professionista potrebbe trovarsi nella condizione di dover restituire all’acquirente o committente l’imposta sul valore aggiunto non trattenuta; analizziamo le problematiche che potrebbero insorgere soprattutto per quei professionisti che lavorano col 'fondo spese'

 
la proroga della scadenza del modello 770 al 2 ottobre comporterebbe alcuni benefici per i contribuenti: un maggior tempo per gestire le novità del modello 2017 (che interessano i 770 di più complessa gestione) ed un maggior termine per il ravvedimento di eventuali Certificazioni Uniche da correggere

 
Con il presente documento il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili intende mettere in evidenza le principali criticità fiscali che, in particolar modo in questa prima parte del 2017, hanno caratterizzato gli adempimenti fiscali a carico dei contribuenti e dei commercialisti da loro incaricati. Il problema principale del nostro sistema fiscale è costituito, infatti, dal clima di permanente incertezza e di instabilità normativa che lo contraddistingue e che incide negativamente sulla competitività dell’intero sistema- Paese: aumenta, infatti, i costi gestionali per le imprese, scoraggia le imprese estere ad investire in Italia e spinge quelle italiane a delocalizzarsi all’estero

 
stanno arrivando le prime lettere di alert del Fisco relative alle irregolarità sulle liquidazioni IVA del primo trimestre 2017: il nuovo modo di operare del Fisco ci obbligherà a ragionare su come gestire le scadenze di quei contribuenti che non riescono a versare le imposta nei tempi previsti dalla legge