Modello Redditi – Unico

Raccolta degli articoli dedicati alla dichiarazione Modello Redditi – Unico. Si tratta normalmente dell’adempimento più importante dell’anno fiscale.

Non si chiama più Modello Unico in quanto è stato suddiviso nei tre relativi moduli: Redditi (IRPEF, IRES e sostitutive), IRAP e IVA.

Il modello Redditi prende il nome dall’anno di presentazione: il modello Redditi 2018 si presenta nel 2018 ed è relativo tendenzialmente all’anno d’imposta 2017.

Cercheremo di trattare il maggior numero di casi possibile, se cerchi un argomento e non lo trovi faccelo sapere e sarà nostra cura approfondirlo.


Ricerca in corso...

Modello Redditi - Unico
Il passaggio da un sistema di tassazione ordinario al regime forfettario può determinare alcune difficoltà operative durante la predetta fase transitoria. Gli operatori dovranno prestare particolare attenzione ad applicare correttamente le disposizioni riferibili al regime di determinazione del reddito e dell’Iva in essere. In alcuni casi è possibile che i contribuenti siano tratti in inganno da precedenti comunicazioni o indicazioni risultanti dalle relative fatture emesse durante il periodo di applicazione del precedente regime. Cerchiamo di chiarire le modalità in cui può, in tali casi, operare la ritenuta d'acconto

Contributi e finanziamenti Modello Redditi - Unico
La dichiarazione dei redditi relativi al 2018 vedrà il debutto, nel quadro RU, del credito d’imposta per gli esercenti impianti di distribuzione di carburanti. Analogamente, del nuovo credito si dovrà tener conto anche nella dichiarazione IRAP relativa al 2018, essendo stata introdotta la nuova Sezione XVIII, denominata “Aiuti di Stato”, nel quadro IS, nella quale vanno indicati, come nel caso in questione, anche gli aiuti de minimis riconosciuti in forma automatica. Di seguito, si esaminano i nuovi adempimenti cui saranno chiamati i benzinai in materia di bilancio e di modelli dichiarativi

Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
Il caso di oggi tratta di scadenze per l’invio delle CU al percettore e all’Agenzia delle entrate... si tratta di un caso dubbio che interessa tantissimi lettori

Modello Redditi - Unico
Come noto l’Agenzia delle entrate ha approvato la nuova Certificazione Unica relativa all’anno 2018 e lo scopo del presente contributo è quello di focalizzare l'attenzione sulle regole generali di compilazione e sulle principali novità introdotte dalla normativa. Le trasmissioni telematiche delle certificazioni sono equiparate a tutti gli effetti all’esposizione dei dati che negli anni precedenti venivano inviati con il modello 770 e nella Certificazione Unica 2019 devono essere riportati i dati fiscali e previdenziali relativi alle certificazioni da lavoro dipendente, assimilato e assistenza fiscale, alle certificazioni di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi e ai dati fiscali relativi alle certificazioni dei redditi relativi alle locazioni brevi

Modello Redditi - Unico
Approvato il modello di Certificazione Unica 2019, il modulo che dovranno utilizzare i soggetti che corrispondono somme e valori soggetti a ritenute alla fonte; tra le novità di quest’anno emerge lo spazio dedicato al credito Inps relativo all’anticipo finanziario a garanzia pensionistica (c.d. A.P.E.)

Modello Redditi - Unico
Lo scopo del presente intervento è quello di illustrare le regole per la compilazione del quadro RW da parte dei titolari effettivi di un trust. Svolgeremo la nostra analisi sulla scorta di un caso concreto, ipotizzando il caso di ravvedimento per l'errata compilazione del quadro RW

Professione Consulente Modello Redditi - Unico
La scadenza dell'invio telematico dei modelli Dichiarativi 2018 rappresenta un obbligo carico di responsabilità per l'intermediario fiscale che deve rilasciare al contribuente l'“impegno alla trasmissione telematica” datato e firmato all'atto in cui riceve la dichiarazione compilata dallo stesso contribuente o al momento in cui si assume l'obbligo di inviare la dichiarazione da lui predisposta (31 ottobre 2018). In caso di impegno ad inviare il modello unico sottoscritto in data successiva al 31 Ottobre 2018 l'obbligo di invio a carico dell'Intermediario scatta entro i 30 giorni successivi dalla data riportata sull'impegno alla trasmissione. Scatta l'ipotesi di omessa dichiarazione in caso di presentazione con ritardo superiore ai 90 giorni

Modello Redditi - Unico News Fiscali - Commercialista Telematico
In sede di approvazione definitiva della Legge di bilancio 2019 sono state modificate le semplificazioni in materia di fatturazione elettronica per gli operatori sanitari. E' stato disposto che i soggetti tenuti all’invio dei dati al STS (Sistema Tessera Sanitaria, ai fini della predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata) “non possono” emettere (in precedenza erano “esonerati”) fatture elettroniche con riferimento alle fatture i cui dati sono “da inviare” (in precedenza “inviati”) al STS. Ne consegue che le fatture emesse per talune prestazioni sanitarie devono essere emesse, per il 2019, in formato cartaceo o analogico

Modello Redditi - Unico IRES
Nel caso in cui non si è mai fatto valere, né utilizzato un credito d’imposta da quadro RU, prima dell’esercizio 2017, non compilando il citato quadro delle dichiarazioni fiscali annuali, è possibile presentare una dichiarazione integrativa da cui emerga il credito non indicato

Previdenza Modello Redditi - Unico
Entro la data del 30/11/2018 deve essere effettuato anche il versamento del secondo acconto relativo all'anno 2018 dei contributi dovuti dagli iscritti alla Gestione IVS e dei lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata INPS. L'obbligo riguarderà artigiani, commercianti, collaboratori familiari, soci di srl, socio di srl uni-personale, soci accomandatari di sas, soci di snc, soci di srl trasparenti, affittacamere ecc.

Modello Redditi - Unico
Scaduta la data di presentazione del Modello Redditi SC 2018, il 31 ottobre, la società di capitali può rettificare o integrare la stessa presentando, secondo le stesse modalità previste per la dichiarazione originaria, una nuova dichiarazione completa di tutte le sue parti, su modello conforme a quello ap-provato per il periodo d’imposta cui si riferisce la dichiarazione

Modello Redditi - Unico
La bozza della legge di bilancio 2019 prevede alcune rilevanti novità per i contribuenti che si avvalgono o intendono avvalersi del regime forfetario introdotto dalla legge n. 190/2014. La principale novità riguarda l’incremento del limite di ricavi e di compensi per l’accesso al regime, ma in realtà le novità sono ben più incisive

Modello Redditi - Unico
La compensazione orizzontale nel pagamento di tributi e contributi con utilizzo di crediti tributari oltre il limite posto per l’apposizione del visto di conformità, fa scattare la sanzione proporzionale se il visto non è apposto (o è apposto dopo 90 giorni dalla scadenza del termine di presentazione della dichiarazione). Questa è la conclusione - non condivisa - dell’Agenzia delle Entrate espressa con un recente interpello

Modello Redditi - Unico
Riesaminata la questione della detrazione spettante per interventi eseguiti su edifici siti in zone a rischio sismico (cd. “sisma bonus”) dal 2017. Nello specifico, per le spese sostenute dal 2017 al 2021 per interventi antisismici, con procedure autorizzatorie iniziate dopo il 1° gennaio 2017, eseguiti su edifici siti in zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2) e nella zona sismica 3, è riconosciuta una detrazione del 50% (65%, fino al 2016) nel limite di spesa di € 96.000, da ripartire in 5 quote annuali di pari importo

Modello Redditi - Unico
La dichiarazione dei redditi 2018, periodo di imposta 2017, di società soggette alla revisione legale dei conti, va sottoscritta dagli stessi soggetti che hanno firmato la relazione al bilancio di esercizio. Esaminiamo la posizione dell'Agenzia delle Entrate

Modello Redditi - Unico
I sostituti d’imposta tenuti al rilascio della Certificazione Unica, che hanno effettuato ritenute sui redditi erogati, sono tenuti a trasmettere all’Agenzia delle entrate il Modello 770. Una piccola guida per gli ultimi controlli prima dell'invio

Modello Redditi - Unico IRPEF
La misura limitata di deducibilità al 75% deve necessariamente risultare applicata anche in relazione alle prestazioni alberghiere e di ristorazione qualificabili quali spese di rappresentanza. Tale limitazione si rende operativa anche in relazione alle spese che si configurano quali costi di rappresentanza, sempreché le stesse possano essere, comunque, ammesse in deduzione. Dalla limitazione al 75% restano, invece, escluse, per espressa previsione normativa, le spese di vitto e alloggio sostenute dal datore di lavoro per le trasferte effettuate dai lavoratori dipendenti e dai titolari dei rapporti di collaborazione coordinata e continuativa

Modello Redditi - Unico
Il contribuente che, dopo aver presentato in maniera regolare il modello 730/2018, si accorge della presenza di eventuali errori o omissioni nella compilazione, può presentare al Caf o professionista abilitato il modello 730 integrativo (ovvero il modello 730 Rettificativo o il modello Redditi tradizionale) al fine di correggere gli errori seguendo modalità pratiche operative ben precise a seconda della casistica

Modello Redditi - Unico
L’inosservanza dell’obbligo del sostituto d’imposta di inviare tempestivamente la certificazione attestante le ritenute operate non toglie al contribuente sostituito il diritto di provare la reale entità della base imponibile, evitando la duplicazione di un’imposizione già scontata alla fonte, e il contribuente non può essere assoggettato di nuovo all’imposta solo perché chi ha operato la ritenuta non voglia consegnargli l’attestato da esibire al fisco. L'articolo si occupa, specificatamente, delle modalità con cui il professionista deve provare la ritenuta subita

Modello Redditi - Unico
Il credito d’imposta concesso, al fine di incentivare il commercio, deve essere indicato, a pena di decadenza, nella dichiarazione relativa aI periodo d’imposta nel corso del quale il beneficio è accordato. L’omessa tempestiva indicazione determina la decadenza, né ciò è emendabile. Sono queste le conclusioni raggiunte dalla Corte di Cassazione in una recente ordinanza

Modello Redditi - Unico
I giudici di Milano confermano quanto già espresso in precedenti interventi pubblicati dal Commercialista Telematico: la compensazione dei crediti in violazione dell’obbligo dell’apposizione del visto non configura una violazione di omesso versamento. La recente decisione del giudice di merito ha interessato la normativa in materia di sanzioni per omesso versamento. Ma l’interpretazione consolidata del giudice di prime cure si ritiene assolutamente attuale e applicabile anche alle nuove disposizioni ex riforma del sistema sanzionatorio

Modello Redditi - Unico
Attraverso le risposte ai quesiti della videoconferenza del 5 luglio 2018 fornite dal Dott. Filippo Mangiapane in tema di dichiarazione integrativa, cerchiamo di fornire chiarimenti in merito ai dubbi reali relativi a casi pratici

Contributi e finanziamenti Modello Redditi - Unico
Il credito per ricerca e sviluppo, oggetto di modifiche e integrazioni ad opera della legge di stabilità 2016 e della legge di bilancio 2017, è stato attuato con decreto Mise del 27 maggio 2015. Si tratta di un credito d’imposta riconosciuto a tutte le imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo a decorrere dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino al periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2020. Il credito è commisurato, per ciascuno dei periodi di imposta agevolati, al 50% dell’eccedenza degli investimenti effettuati rispetto alla media degli investimenti realizzati nel periodo di imposta in corso al 31 dicembre 2014 e nei due precedenti. Con la circolare n.10/E del 16 maggio 2018 l’Agenzia delle entrate, d’intesa con il ministero dello Sviluppo economico (Mise), ha analizzato i riflessi prodotti dalle operazioni di riorganizzazione aziendale sull’applicazione della disciplina agevolativa

Modello Redditi - Unico
Siamo tutti in ansia (?) per la rimodulazione delle scadenze di versamento delle imposte da Modello Redditi 2018: ricordiamo (con l'autorevole opinione di Nicola Forte) che si tratta di una facoltà concessa ai contribuenti

Modello Redditi - Unico Il caso del giorno
Con estremo ritardo, il Ministero ha rimodulato le rateazioni delle imposte in scadenza al 20 agosto (Modelli Redditi ed Irap). Date le tempistiche stringenti, quali sono le complicazioni pratiche da affrontare per aziende e professionisti?

Studi di settore Modello Redditi - Unico
Disciplinato dall'Agenzia delle Entrate l'accesso, per il solo periodo di imposta 2017, al regime premiale per 155 studi di settore, di cui uno relativo ad attività di lavoro autonomo e due relativi sia alle attività di impresa che di lavoro autonomo (studi con doppio quadro contabile), per i quali risultano approvati determinati indicatori di coerenza economica

Modello Redditi - Unico IRPEF
Nella sezione III C, del quadro RP, del modello redditi persone fisiche 2018, I fascicolo, devono essere indicate le spese sostenute per le quali spetta la detrazione d’imposta del 50 per cento, in particolare: le spese per l’arredo degli immobili ristrutturati; le spese per arredo dell’abitazione principale delle giovani coppie; l’importo dell’IVA pagata per l’acquisto di unità immobiliari a destinazione residenziale di classe energetica A o B cedute dalle imprese costruttrici

Internazionalizzazione Modello Redditi - Unico
La problematica che considereremo nel presente articolo concerne il fatto che ci sono giunte diverse segnalazioni circa una serie di controlli messi in campo dall'Agenzia delle Entrate nei confronti di Italiani che hanno immobili in Florida, in particolare nella Contea di Miami. Vediamo quali sono le caratteristiche tipiche della fattispecie che parrebbe attirare l'attenzione del Fisco italiano

Modello Redditi - Unico IRPEF
Nel quadro RE vanno indicati i redditi da lavoro autonomo derivanti dall'esercizio di arti e professioni, mentre i redditi derivanti da attività di lavoro autonomo non esercitate abitualmente vanno dichiarati nel quadro RL in quanto redditi diversi. Analizziamo le modalità di compliazione dei righi principali, con particolare attenzione alle problematiche derivanti dalla contabilità per cassa

Società Modello Redditi - Unico IRPEF IRES
L’approssimarsi del termine per la trasmissione della dichiarazione dei redditi relativa al 2017 da parte delle società di capitali, in particolare quelle a ristretta base proprietaria e che solitamente distribuiscono dividendi ai propri soci, deve indurre a valutare la possibilità di optare per l’applicazione del regime di trasparenza fiscale, in considerazione della sostanziale penalizzazione che i percipienti verranno a subire per la tassazione dei dividendi relativi a utili conseguiti dal 2018. In effetti, l’applicazione del citato regime di trasparenza fiscale può comportare un sostanziale e legittimo risparmio fiscale rispetto all’applicazione dell’imposta sostitutiva del 26%...

1 2 3 56
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it