A cura di Vito Dulcamare

Nessuna informazione personale per questo autore

Mar 29

La continua richiesta di individuare le tipologie di beni che possono fruire del credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi, induce a ritornare su tale individuazione per eliminare ogni eventuale dubbio al riguardo e evitare le possibili sanzioni connesse alla fruizione di un credito inesistente. Per risultare agevolabili i beni devono essere caratterizzati da una serie di presupposti che devono coesistere

Mar 24

Il proliferare di agevolazioni, finanziarie e fiscali, per gli investimenti in beni strumentali nuovi, e la possibile cumulabilità di più agevolazioni sullo stesso investimento, deve indurre il beneficiario ad usare la massima cautela per verificare la concreta possibilità di cumulo, rispettando una serie di regole operative. Facciamo il punto sui principali bonus fiscali, sulla loro possibilità di cumulo, sugli effetti del beneficio e sulle possibili trappole

Mar 17

ricordiamo che è previsto un credito d’imposta per gli investimenti in beni strumentali nuovi effettuati nelle aree svantaggiate del Mezzogiorno, nel periodo dall’1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2019 e destinati a strutture produttive ubicate nelle aree agevolate; analizziamo alcuni aspetti importanti di tale bonus tra cui: gli investimenti di sostituzione, il progetto di investimento iniziale, la creazione di un nuovo sito produttivo, le innovazioni al processo di produzione

Dic 9

siamo arrivati a fine 2017 è per i contribuenti obbligati alla contabilità semplificata per cassa continua ad essere sentito il problema delle rimanenze di magazzino: la cancellazione di tali importi dal reddito d’impresa provocherà un rialzo degli imponibili nel 2018; inoltre i contribuenti saranno obbligati a segnalare l’importo delle rimanenze nei prossimi ISA (gli eredi dei vecchi studi di settore)

Nov 25

per alcuni contribuenti è sorto il dubbio se la presunzione di incasso e pagamento, prevista per i contribuenti semplificati che determinano il reddito d’impresa sulla base del particolare metodo della registrazione, possa avere conseguenze e, quindi, trovare analoga applicazione presuntiva anche relativamente agli obblighi propri del sostituto d’imposta (effettuazione della ritenuta fiscale, versamento, certificazione)

Set 6

siamo in piena fase di studio ed analisi della nuova disciplina antiriciclaggio: in questo articolo vediamo quale sarà il nuovo ruolo degli ordini territoriali per la definizione e l’adozione delle procedure di valutazione del rischio, che i propri iscritti saranno tenuti a seguire, e degli adempimenti conseguenti; cosa cambia per i singoli Ordini territoriali?

Mar 24

con l’approvazione dei nuovi principi contabili cambiano alcune scritture e vautazioni in sede di formazione del bilancio d’esercizio: la rinuncia ai finanziamenti dei soci, i versamenti in futuro aumento di capitale, l’ammortamento dei cespiti venduti, la perdita del credito IVA per le società di comodo

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it