IVA

IVA, l’Imposta sul Valore Aggiunto, attivata con DPR 26/10/1972 n. 633: croce e delizia delle aziedne e degli studi commerciali. Alla sua introduzione l’intendimento era quello di proporre una imposta di semplice applicazione ma anno per anno la semplicità si è decisamente persa. Sono state fatte continue modifiche, aggiornamenti, sostituzioni.

Ci sono dei settori di applicazione decisamente complessi quali ad esempio il settore dell’IVA in edilizia, quella da applicare in operazioni internazionali, da separare tra quelle intracomunitarie ed extracomunitarie.La detrazione dell’IVA in caso di acquisti di autovetture o autocarri, il loro noleggio, tutte regole diverse e limitazione alla detrazione.

Tante regole particolari in occasione di operazioni con Paesi black-list, nel tempo è stato inserito, e poi allargato, lo split payment; il reverse-charge, la fatturazione elettronica, il termine per la detrazione dell’imposta è stato più volte ritoccato; regole spesso modificate anche sul modello Intrastat e che dire poi dello spesometro e della comunicazione delle liquidazioni periodiche?


Ricerca in corso...

Diritto Commerciale IVA
Nel settore edile è frequente che un privato decida di realizzare una o più unità immobiliari, magari su di un’area edificabile già di sua proprietà, che saranno poi vendute a terzi. In tale ipotesi si configurerà esercizio di attività di impresa? Cerchiamo di individuare le possibili aree di rischio

Il caso del giorno IVA Professione Consulente
Dal prossimo 1 gennaio 2019 entrerà in vigore quasi per tutti i soggetti passivi, fatte salve possibili proroghe, l’obbligo di emissione della fattura elettronica. Dal prossimo 1 luglio 2018 lo stesso obbligo sarà anticipato per le cessioni di carburanti per autotrazione. Anche in questo caso si sta affacciando all’orizzonte la possibilità di un rinvio del nuovo adempimento ad un momneto successivo. Tuttavia il passaggio da un sistema di tipo analogico, cioè fondato sulla “carta,” ad un sistema esclusivamente di tipo elettronico, non sarà indolore. Saranno necessari alcuni “adattamenti” normativi oltre a modificare tutte le procedure aziendali e degli studi professionali

Contenzioso e processo tributario IVA
Con recente sentenza, la terza sezione della Cassazione penale ha ritenuto che l’esclusione della punibilità per particolare tenuità del fatto, in relazione al reato di omesso versamento dell’imposta sul valore aggiunto, è applicabile soltanto alle omissioni “per un ammontare vicinissimo alla soglia di punibilità”, attualmente fissata in 250 mila euro.

Il caso del giorno IVA Professione Consulente
Si avvicina la data dell'arrivo della fatturazione elettronica anche fra privati. In questo articolo analizziamo le regole per conferire la delega agli intermediari per l’utilizzo dei servizi legati alla fatturazione elettronica da parte dei loro clienti

IRPEF IVA
Siamo oramai giunti alla metà dell’anno 2018 e ancora non risultano risolti tutti i dubbi relativi al nuovo regime di cassa applicabile alle imprese in contabilità semplificata. Cerchiamo di fare il punto della situazione e di chiarire quei dubbi ancora latenti

Contenzioso e processo tributario IVA
La neutralità dell'imposizione armonizzata sul valore aggiunto comporta che, pur in mancanza di dichiarazione annuale, l'eccedenza d'imposta, risultante da dichiarazioni periodiche e regolari versamenti per un anno e dedotta entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui il diritto è sorto, sia riconosciuta dal giudice tributario se siano stati rispettati dal contribuente tutti i requisiti sostanziali per la detrazione. In tal caso, il diritto di detrazione non può essere negato nel giudizio d'impugnazione della cartella emessa dal fisco, laddove, pur non avendo il contribuente presentato la dichiarazione annuale per il periodo di maturazione, sia dimostrato in concreto che si tratti di acquisti fatti da un soggetto passivo d'imposta, assoggettati a IVA e finalizzati a operazioni imponibili

IVA
Con l’obiettivo di prevenire e contrastare l’evasione fiscale e le frodi IVA, il legislatore, ha previsto l’obbligo della fatturazione elettronica a tutti i rapporti commerciali e non più solo nei confronti della Pubblica Amministrazione. Tale onere, previsto originariamente per il 1° gennaio 2019, è anticipato al 1° luglio 2018 per le cessioni di benzina o di gasolio destinati ad essere utilizzati come carburanti per motori, nonché per prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese nel quadro di un contratto di appalto di lavori, servizi o forniture stipulato con un’amministrazione pubblica. Esaminiamo gli ultimi provvedimenti dell'Agenzia delle Entrate

IVA
Dedichiamo il numero di Fiscus di maggio 2018 al fenomeno del commercio elettronico (inglese ecommerce), alle modalità di analisi dei prezzi di vendita (consulenza fondamentale da offrire agli imprenditori nostri clienti) e alle novità offerte da internet per la raccolta fondi anche a favore di nuove attività imprenditoriali, il cosiddetto crowdfunding

IVA
Non è raro che, nel corso di una controversia innanzi al Giudice, si debba riconoscere il pagamento di competenze a periti coinvolti per esprimere un proprio parere tecnico professionale. Esaminiamo le implicazioni della rivalsa IVA e gli adempimenti dei sostituti d'imposta

IVA
Come noto il primo trimestre 2018 della Comunicazione delle liquidazioni periodiche IVA (trimestrale o mensile) è in scadenza il prossimo 31 maggio 2018 e, al fine dell'adempimento, deve essere utilizzato il nuovo modello approvato dall'Agenzia delle Entrate. Nell'articolo cerchiamo di fornire utili suggerimenti per la compilazione del modello LIPE

IVA Il caso del giorno
Rimane sempre la possibilità di un rinvio, ma dal prossimo 1 luglio la fatturazione elettronica dovrebbe ampliare in modo consistente il suo raggio di azione. In questo articolo di 12 pagine analizziamo alcuni degli aspetti fondamentali della fatturazione elettronica: la composizione del documento, la trasmissione elettronica, la gestione delle ricevute, il problema della data, le eventuali note di variazione

IVA
Si può verificare il caso in cui il contribuente riceva - o consegni allo studio commerciale che si occupa della contabilità - ancora in questi giorni di maggio 2018 delle fatture datate 2017; illustriamo schematicamente i possibili comportamenti da tenere e il possibile ravvedimento della dichiarazione IVA e delle comunicazioni Lipe interessate dalle fatture in ritardo

Contenzioso e processo tributario IVA Modello Redditi - Unico IRPEF
Il diritto dei contribuenti a vedersi rimborsate delle somme dal Fisco sorge in relazione a varie situazioni nelle quali occorra ripristinare il giusto rapporto tra quanto versato e quanto dovuto, in coerenza con il principio di capacità contributiva e nel rispetto del diritto di ciascuno a non essere gravato di obblighi fiscali non previsti da norme, verificando quali rimedi sono offerti dal sistema e come ci si può adeguatamente tutelare

IVA Società
L’introduzione nel nostro ordinamento dell’istituto del gruppo IVA ha permesso di considerare come un unico soggetto passivo IVA le entità, stabilite nel territorio dello Stato, che siano giuridicamente indipendenti, ma strettamente vincolate fra loro da rapporti finanziari, economici ed organizzativi. La legge di bilancio 2018 ha attribuito rilevanza ai fini IVA, come operazioni imponibili, delle operazioni tra casa madre e stabile organizzazione di due entità appartenenti al gruppo IVA

IVA
A grande richiesta dei nostri lettori proponiamo un riassunto della recente Circolare del Fisco sulle novità della fatturazione elettronica per i rifornimenti di carburante: dal prossimo mese di luglio ci aspetterà sicuramente un periodo di passione

IVA
In fattura l’indicazione della prestazione resa deve essere effettuata con precisione, essendo certamente insufficiente una descrizione generica. La genericità della descrizione può determinare implicazioni sulla detraibilità IVA e sulla deducibilità dei costi. In questo articolo analizziamo anche la posizione in materia della Corte di Giustizia Europea

IVA
Si avvicina a grandi passi il momento in cui tutte le fatture saranno elettroniche e sarà un momento di svolta epocale per l'attività di tenuta della contabilità: in questo articolo ripassiamo il calendario dell'entrata in vigore dell'obbligo, che sarà graduale ma non troppo

IVA Il caso del giorno
La Commissione europea insediata presso la UE ha concesso il via libera alla possibilità di emettere obbligatoriamente la fattura in formato elettronico con decorrenza dall'1 luglio prossimo: l’acquirente non potrà più gestire le fatture relative all’acquisto di carburante per autotrazione in formato cartaceo, che non avrà più alcun valore legale

IVA Sentenze tributarie
Chi è responsabile in caso di emissione di false lettere di intento? Il contribuente diligente non può essere sanzionato per fatti addebitabili ad altri

IVA
I compensi percepiti dal Direttore sanitario di una Casa di cura accreditata sono imponibili ai fini IVA, non essendo applicabile il regime di esenzione e stante l’impossibilità di ricondurre l’attività professionale svolta dallo stesso nell’ambito oggettivo della fattispecie normativa di esenzione. Il presupposto risiede nel fatto che la direzione sanitaria in quanto tale non svolge funzioni di erogazione diretta di prestazioni sanitarie

IVA
E’ stato pubblicato il decreto sulle disposizioni attuative relative alla disciplina del cosiddetto Gruppo IVA introdotto dalla Legge di Bilancio 2017, con riferimento alle modalità operative relative alla fatturazione, registrazione, liquidazioni, comunicazioni periodiche e versamenti. Facciamo il punto della nuova disciplina in questa attenta disamina

IVA
I soggetti (sia privati che pubblici) che operano nel settore socio-sanitario, soffrono l'esenzione dall'IVA che implica la completa indetraibilità dell'IVA sugli acquisti. Segnaliamo un caso di contestazione di questa indetraibilità, che è sfociato in un processo che ha confermato l'attuale applicazione della normativa IVA

IVA Il caso del giorno
In caso di Lipe errate (caso che si sta rivelando estremamente comune), quali sono le opzioni per il ravvedimento operoso? Conviene ravvedere l'errore in dichiarazione IVA? Alcune valutazioni in vista della presentazione della dichiarazione IVA 2018

Professione Consulente Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale IVA IRPEF
In caso di acquisto dell’immobile da adibire a studio professionale da parte del libero professionista quali sono le possibilità di detrazione fiscale? Conviene l’acquisto diretto o quello tramite leasing? Nell'articolo - 12 pagine - trattiamo i riflessi a fini IRPEF, IVA ed imposta di registro delle diverse casistiche che possono riguardare l'acquisto dello studio professionale

IVA IRPEF
Il fenomeno della successione dell'azienda interessa le imprese a titolare unico, la cui azienda, a seguito di decesso dell'imprenditore diviene oggetto di comunione tra gli eredi. Normalmente la successione soggiace alle regole della comunione, a meno che gli eredi non intendano proseguirla in forma societaria: i profili legali e fiscali del caso di sopravvivenza dell'impresa

Professione Consulente IVA Revisione dei conti
Proponiamo una guida riassuntiva alla gestione del visto di conformità Iva 2018: i casi di sottoscrizione da parte dei sindaci che esercitano il controllo contabile, gli obblighi assicurativi dei professionisti abilitati, il visto di di conformità nel caso di scritture contabili tenute da altri...

Immobili & Imposte indirette Imposta di Registro, Ipotecaria e Catastale IVA
La Corte di Cassazione, con recente ordinanza, ha confermato che, ai fini dell’agevolazione prima casa, ciò che rileva è la classificazione catastale dell’immobile, e pertanto anche nell’ipotesi che lo stesso sia adibito a studio professionale, non potrà godere delle agevolazioni chi sia già possessore di immobile

IVA
In vista della scadenza della dichiarazione IVA segnaliamo alcune valutazioni da fare in tema di detraibilità su operazioni venute meno in tutto o in parte nel 2017, quelle che ad esempio generano le note di credito

IVA
A grande richiesta dei nostri lettori ricordiamo che è possibile ravvedere le Lipe (comunicazioni delle LIquidazioni PEriodiche trimestrali) anche all'interno della dichiarazione IVA da presentare entro fine mese di aprile

IVA
Se un contribuente dichiara un credito Iva inesistetente, cioè superiore a quello effettivamente spettante, per utilizzarlo a fini compensativi a quale complicazioni va incontro? Il suo comportamento può essere considerato fraudolento dal Fisco?

1 2 3 171
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it