Riforma del fallimento

Dal 2017 sta partendo la riforma del diritto fallimentare e delle altre procedure concorsuali.

Rimani aggiornato su tutte le novità.

 
non sono arrivate solo le prime novità e anticipazioni dalla Legge di Bilancio e dal Decreto Legge Collegato, si materializzata anche la Delega al Governo per la riforma delle discipline della crisi di impresa e dell'insolvenza che porterà notevoli novità per tutte le procedure concorsuali; in questo numero di Fiscus puntiamo il mouse su questi importanti provvedimenti e sulle opzioni per le agevolazioni contributive

 
la principale novità della Riforma della Legge Fallimentare è l'introduzione di procedure di allerta e di composizione assistita della crisi, di natura non giudiziale e confidenziale, finalizzate a incentivare l'emersione anticipata della crisi e ad agevolare lo svolgimento di trattative tra debitore e creditori

 
è arrivata la tanto attesa riforma del fallimento di cui proponiamo un riassunto ragionato: le procedure di allerta, i premi per il debitore prudente, l'esdebitazione, gli accordi di ristrutturazione dei debiti, le novità per la figura del curatore...

 
prendendo spunto da un recente sentenza di Cassazione, analizziamo quando scatta l'obbligo della transazione fiscale per un concordato preventivo che intende falcidiare anche i debiti tributari; ricordiamo che la normativa sul tema ha subito numerose variazioni pur essendo recente

 
oggi parliamo di un argomento a cui tutti sono sensibili in economia: il concetto di debito, concetto economico, finanziario, legale e soprattutto etico-morale; il mancato inquadramento complessivo di tale concetto spesso rende il "debito" un saldo finanziario che non tiene conto delle esigenze di creditore e debitore