Diritto fallimentare

Nel 2019 dovrebbe (finalmente) partire la riforma del diritto fallimentare e delle altre procedure concorsuali. La riforrma dovrebbe finalmente portare un nuovo codice aggiornato e più confacente alla vita impreditoriale del 21′ secolo.

Segui la nostra pagina per rimanere aggiornato sulla riforma del diritto fallimentare


Ricerca in corso...

Bilancio Diritto fallimentare
Il Decreto Liquidità interviene a sostegno delle imprese in crisi e a tutela della continuità aziendale, con una serie di provvedimenti e deroghe ai principi base della redazione del bilancio. Facciamo il punto in questo contributo…

Diritto fallimentare Operazioni in banca
Il correttivo al Codice della Crisi interviene sul tema delle anticipazioni bancarie nel concordato preventivo. Presentiamo le novità e puntiamo il mouse sulle modalità e tempistiche di applicazione della nuova normativa

Diritto fallimentare IVA

In questo momento di emergenza sanitaria che comporta crisi di liquidità per le aziende, sarebbe opportuno che il legislatore modificasse la normativa relativa al momento a partire dal quale è possibile emettere una nota di variazione per recuperare l’IVA addebitata al cliente fallito e quindi non incassata, superando così l’orientamento, non condiviso da parte della dottrina e della giurisprudenza, secondo il quale è necessario attendere la chiusura della procedura.


Diritto fallimentare News Fiscali - Commercialista Telematico Professione Consulente
Il nuovo Codice della Crisi d'Impresa dovrebbe proporre nuove opprtunità di lavoro ai professionisti: quali sono gli strumenti digitali idonei a soddisfare le nuove richieste della clientela?

Diritto fallimentare Società
Con l’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa, che ha apportato rilevanti modifiche alla materia relativa alla revisione e controllo delle società a responsabilità limitata, sono stati introdotti nuovi limiti dimensionali cui è collegato l’obbligo di nomina dell’organo di controllo o revisore.
Molte SRL si sono trovate davanti all’obbligo di nominare l’organo di controllo o revisore; adempimento che è stato oggetto di numerose proroghe. Tale situazione ha portato ad una serie di problematiche che andiamo a vedere di seguito.

Contenzioso e processo tributario Diritto fallimentare Società
Le due sentenze che esaminiamo in questo contributo, emesse rispettivamente dalla CTP di Varese e dalla CTR della Lombardia, affrontano la sempre attuale questione degli effetti della notifica di cartelle esattoriali in pendenza di procedura fallimentare laddove, oltre ad essere stata dichiarata fallita la società di persone, il fallimento è stato esteso in proprio al singolo socio illimitatamente responsabile.

Contenzioso e processo tributario Diritto fallimentare IVA
Quali sono i termini che ha il Fisco per accertare un credito in dichiarazione?
Esaminiamo anche il caso dell'istanza di rimborso di credito IVA da parte di un fallimento.

Diritto fallimentare Operazioni in banca
Qual è il destino dei contratti di anticipazione bancaria nel concordato preventivo?
Si tratta di un tema complesso che ha evidenti riflessi pratici nella gestione della procedura concorsuale. In questo articolo analizziamo le principali decisioni della Cassazione sul tema.

Contributi e finanziamenti Diritto fallimentare Società
Il Decreto Rilancio è intervenuto in favore del rafforzamento patrimoniale delle imprese di medie dimensioni con crediti d’imposta da rapportare agli investimenti effettuati nell'anno 2020 e alle perdite riscontrate in sede di approvazione del bilancio sempre per l'anno 2020.
Con la conversione in legge del Decreto tale agevolazione è stata estesa anche alle società in concordato preventivo di continuità: vediamo gli effetti pratici

Diritto fallimentare
La gestione della parte fiscale della fase applicativa della crisi d'impresa genera alcuni dubbi, per la particolarità delle norme sepcifiche. In questo intervento puntiamo il mouse sulla transazione fiscale e sulla tassazione o meno delle sopravvenienze attive che emergono dalla liquidazione dei beni aziendali.

Diritto fallimentare
In questo articolo trattiamo di aspetti pratico-operativi legati all'azione revocatoria fallimentare delle rimesse bancarie, sulla base della normativa attuale e anche di quella che sarà post riforma (dall’1 settembre 2021).

Diritto fallimentare IVA
La nota di variazione in diminuzione deve essere emessa (e la maggiore imposta a suo tempo versata può essere detratta), al più tardi, entro la data di presentazione della dichiarazione IVA relativa all'anno in cui si è verificato il presupposto per operare la variazione in diminuzione

Diritto fallimentare Professione Consulente
Il Piano attestato di risanamento è uno strumento stragiudiziale che permette all’imprenditore in crisi o in stato di insolvenza di proporre un progetto, rivolto ai creditori, idoneo a consentire il risanamento dell’esposizione debitoria dell’impresa.
Compito del Professionista attestatore è quello di attestare la veridicità dei dati aziendali e la fattibilità del piano e, quindi, l’effettiva idoneità del piano di risanamento complessivamente considerato al raggiungimento dell’obiettivo perseguito, di risanamento dell’impresa e recupero del suo equilibrio patrimoniale, economico e finanziario.

Diritto fallimentare
L'emergenza CoronaVirus ha avuto un impatto anche sulle procedure concorsuali minori: in questo articolo si esaminano i provvedimenti che riguardano concordati preventivi e accordi di ristrutturazione dei debiti.

Contenzioso e processo tributario Diritto fallimentare
In caso di fallimento, l'impreditore fallito rischia sia il reato di bancarotta fraudolenta che quello di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte (se ne ricorrono i presupposti)?
Una recente sentenza di Cassazione analizza il rapporto fra i reati fallimentari e quelli tributari.

Diritto fallimentare IVA News Fiscali - Commercialista Telematico
Proseguiamo l’analisi sul comportamento del contribuente nel caso in cui questi abbia erroneamente fatturato applicando il regime forfetario pur non avendone i requisiti. Nel presente contributo andremo a vedere l’esatto momento in cui matura il diritto del contribuente a richiedere il rimborso dell’IVA versata all’Erario nei casi di: fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato fallimentare; concordato preventivo, piani attestati di risanamento e accordi di ristrutturazione dei debiti, procedure esecutive individuali e collettive.

Diritto fallimentare News Fiscali - Commercialista Telematico
Il D.L. 9/2020, nell’introdurre misure atte a fronteggiare l’emergenza sanitaria da Covid-19, interviene anche sul fronte della crisi delle micro, piccole medie imprese prorogando i termini per l’obbligo di segnalazione a carico degli organi di controllo societari.

Diritto fallimentare
Il concordato in continuità aziendale è il concordato approvato nell’ottica di una prosecuzione aziendale, allo scopo di risanare i conti e far ripartire l’attività con nuovo vigore. D’altronde è proprio questo lo scopo principale del concordato: tutelare non solo i creditori, ma anche l’attività di impresa e scongiurare il fantasma del fallimento. L’impresa quindi riprende la piena operatività aziendale, nel rispetto dell’accordo e dei criteri di amministrazione ordinaria e straordinaria definiti dal concordato. Se durante la fase di risanamento, l’impresa non ottiene i risultati sperati o comunque ne consegue un danno manifesto per i creditori, il tribunale si sostituisce ai creditori e revoca il concordato. Nel concordato con continuità aziendale il legislatore non ha previsto una soglia di soddisfacimento dei creditori chirografari (20%) come condizione di ammissibilità della proposta concordataria.

Diritto fallimentare Diritto Commerciale
In questo contributo cerchiamo di capire se, in caso di procedura di concordato preventivo, la banca ha diritto o meno di trattenere le somme riscosse successivamente alla presentazione della domanda di concordato da parte dell’impresa finanziata e di portarle in compensazione con quanto anticipato prima dell’ammissione del debitore alla procedura.

Bilancio Diritto fallimentare
Il Consiglio Nazionale Commercialisti ha elaborato gli indici della crisi, utili al completamento del sistema dell’allerta, ancora in attesa di approvazione dal Ministero dello Sviluppo Economico.
In questo contributo ci soffermiamo su ulteriori indici della crisi, quelli specifici per determinate categorie di imprese.

Diritto fallimentare News Fiscali - Commercialista Telematico
Il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e dei Revisori Contabili ha presentato gli indici di allerta della crisi d’impresa. Vediamo quali sono e come funzionano praticamente.

Diritto fallimentare Consulenza aziendale
È normale che un’impresa, durante il proprio ciclo di vita, alterni fasi positive e fasi negative, ovvero periodi di successo e di insuccesso. Quando la fase di insuccesso da evento casuale assume la connotazione di evento strutturale l’impresa è destinata a uscire dal mercato e non sarà più in grado di adempiere alle proprie obbligazioni divenendo insolvente. L’incertezza sul momento in cui si verificherà l’evento ha portato a sviluppare numerosi modelli statistici quantitativi e qualitativi con la finalità di predire l’insolvenza. In questo contributo esaminiamo lo Z-score, strumento di fondamentale importanza per la valutazione del rischio di fallimento di un’impresa.

Bilancio Diritto fallimentare
Ecco una mini-guida per calcolare gli indici settoriali secondo le indicazioni elaborate dal CNDCEC a seguito della riforma del Codice della Crisi d’Impresa.
In particolare analizziamo: Indice di sostenibilità degli oneri finanziari; Indice di adeguatezza patrimoniale; Indice di ritorno liquido dell’attivo; Indice di liquidità; Indice di indebitamento previdenziale o tributario.

Diritto fallimentare Revisione dei conti Società News Fiscali - Commercialista Telematico
Facciamo il punto sulle criticità dell'introduzione dell'obbligo di nomina dell’organo di controllo e/o del revisore nelle SRL: ricordiamo che la dead-line fissata dalla Riforma della Crisi d'Impresa è per lunedì prossimo 16 dicembre

Diritto fallimentare News Fiscali - Commercialista Telematico
Questo articolo vuole rappresentare una mini-guida per il calcolo del DSCR (Debt Service Coverage Ratio) prospettico a sei mesi secondo le indicazioni contenute nel documento predisposto dal CNDEC ai sensi dell’art. 13 co. 2 del D.Lgs. 14/2019 (Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza – CCII) ancora in attesa di approvazione dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Diritto fallimentare News Fiscali - Commercialista Telematico
Il presente lavoro ha lo scopo di fornire una chiave di lettura per la migliore comprensione del lavoro del CNDEC finalizzato all’elaborazione degli indici attraverso l’analisi e la comprensione della normativa di riferimento.

Professione Consulente Diritto fallimentare
Uno dei primi adempimenti cui è soggetto il curatore fallimentare è l'iscrizione al Registro Imprese. In questo contributo, mostriamo come procedere attraverso la piattaforma ComUnica Starweb e conduciamo passo passo l'utente sino al perfezionamento della procedura.

Diritto fallimentare Consulenza aziendale
La difficoltà dell’impresa può emergere, secondo quanto previsto dal Codice della crisi di impresa e dell’insolvenza, in seguito alla perdita delle continuità aziendale, alla crisi o all’insolvenza.
Il Codice si pone come obiettivo quello di riuscire ad anticipare i momenti di crisi, costruendo un sistema di allerta con determinati obblighi di segnalazione della crisi per favorire l’intervento di un soggetto esterno e allo stesso tempo, consentire agli organi sociali coinvolti di rilevare fin da subito lo stato di difficoltà.

Consulenza del lavoro Diritto fallimentare
Nuove disposizioni arrivano dall’INPS in merito alla gestione dell’istruttoria per poter accedere al Fondo di Garanzia del TFR istituito presso l’INPS quando il lavoratore vede leso il proprio diritto di ottenere il Trattamento di Fine Rapporto (il caso tipico è il fallimento del datore di lavoro).
L'INPS ha recentemente chiarito quale documentazione deve essere presentata per accedere al Fondo di Garanzia.

Diritto fallimentare IVA
Il carattere afflittivo della sanzione Iva non è incompatibile con l'operatività del privilegio generale, espressamente sancita dall'art. 2752 c.c., laddove l'assoggettamento del debitore a procedura concorsuale non implica successione nella titolarità delle relative situazioni giuridiche, ma mero spossessamento del debitore, non essendo pertanto ravvisabile alcuna modifica o traslazione del soggetto passivo del tributo, ed attuandosi unicamente il concorso del credito per sanzioni, secondo i principi generali, con gli altri crediti nei confronti della debitrice.

1 2 3 12
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it