Fisco & risparmio energetico

 
la Legge di bilancio ha prorogato per il 2017 le principali agevolazioni per gli interventi edilizi, seppur con le solite limature e modifiche: il bonus ristrutturazione, le agevolazioni sul risparmio energetico, le regole particolari per il bonus maturato dai condomini, il bonus antisismico, ecco un ottimo riepilogo delle varie opportunità

 
 
la categoria catastale F/2 “Unità collabenti”, definisce quelle unità immobiliari che, in considerazione dello stato in cui si trovano, non possono produrre un qualsivoglia reddito: si tratta, in buona sostanza, di unità immobiliari fatiscenti, ruderi, edifici demoliti parzialmente, magari con il tetto crollato o pericolante - in questo articolo puntiamo il mouse sui diversi problemi fiscali che riguardano tale tipologia di fabbricati: l'iscrizione in catasto, la determinazione di rendita, la fiscalità locale, le problematiche in sede di ristrutturazione edilizia e detrazioni fiscali

 
 
in questo numero puntiamo il mouse sui principali interventi legislativi contenuti nella Legge di stabilità 2016, che ci accompagneranno nel prosieguo dell'anno: la fiscalità immobiliare, l'assegnazione dei beni ai soci, il bonus ammortamenti, le novità IVA…

 
nel caso in cui venga acquistata dall'impresa che l'ha realizzata un'abitazione qualificabile in classe energetica A o B, all'acquirente viene riconosciuta la possibilità di portare in detrazione - ai fini delle imposte sui redditi - una parte del costo sostenuto, consistente nel 50% dell’IVA applicata sul prezzo di acquisto dell’immobile: analisi della normativa con alcuni calcoli di convenienza

 
commercialista anche socio accomandatario di S.A.P.A: il CNDCEC esclude l’incompatibilità; APE: nuove regole dal 1 ottobre 2015; proroga della disclosure attesa per oggi in Cdm; jobs act: pubblicati nella G.U. gli ultimi 4 decreti attuativi; dichiarazione reddituale: cumulo della pensione con i redditi da lavoro autonomo; mercato immobiliare italiano in rialzo nel 2° trimestre 2015

 
affinché le spese di ristrutturazione del condominio possano essere dedotte dai singoli condomini è necessario che il condominio (anche piccolo: due o tre appartamenti) sia titolare di codice fiscale: nel caso in cui le spese siano state sostenute e il condominio non sia titolare di codice fiscale è necessario che entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativi al periodo di imposta in cui si chiede la detrazione sia presentata all’Agenzia delle Entrate la domanda di attribuzione del codice fiscale del condominio