Approfondimenti del giorno

E' responsabilità del Revisore valutare l'esistenza dell'eventuale incertezza significativa in merito al presupposto di continuità aziendale espresso dagli amministratori nella relazione sulla gestione. In particolare, il Revisore deve, nella propria relazione, esprimere un giudizio specifico a riguardo.
La corretta verifica della continuità aziendale è uno dei compiti più critici per il revisore
Articolo riservato agli abbonati

Il mancato invio della fattura è assimilabile alla mancata emissione della stessa. Si ha mancata fatturazione anche nel caso in cui non vengano rispettati i termini essenziali di fatturazione o di registrazione.
Si esamina il tema delle sanzioni nelle quali si incorre in caso di scarto delle fatture o al manifestarsi di determinate violazioni o omissioni.
Articolo riservato agli abbonati

L’opzione per il consolidato fiscale nazionale può essere esercitata, da ciascuna società consolidata e dalla consolidante, mediante indicazione espressa nella dichiarazione dei redditi. Sulla base delle norme di riferimento e della prassi in materia, si può affermare che l’opzione non esercitata nei termini può essere oggetto di “remissione in bonis”, mentre quando si tratta di apportare una correzione all’opzione esercitata è necessario produrre una dichiarazione integrativa.
Ai fini dell'esercizio dell'opzione, la dichiarazione integrativa presentata, entro il termine di 90 giorni, per correggere omissioni o errori di una precedente dichiarazione tempestivamente presentata, si sostituisce a quella originaria, regolarizzandola.
Articolo riservato agli abbonati



Nel DQ del 16 Dicembre 2019:
NOTIZIA IN EVIDENZA - 1)Detrazione Iva a fine anno: ripasso delle regole 2) L’esercizio dell’opzione per il consolidato fiscale con la dichiarazione tardiva: regola di carattere generale
3) Direttiva UE sulla protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione (c.d. Whistleblowing)
4) Guida all’uso dell’applicazione “Bonus TV”
5) Accertamento fiscale per la cassa in rosso: la Commercialista non paga i danni alla società
6) Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2020: il punto
7) Indennità di disoccupazione NASpI in forma anticipata e rioccupazione con contratto di collaborazione
8) Disapplicazione limite del riporto delle perdite fiscali pregresse: via libera dalle Entrate
9) Non spetta la detrazione interessi passivi sul mutuo stipulato per l’acquisto della prima casa situata all’estero
10) Lavoratore dipendente non residente e altri interpelli fiscali
Articolo riservato agli abbonati

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze

Il caso del giorno

Il parere dell'esperto

Ultimi articoli


La vicenda che racconteremo in questo articolo e che riguarda il Premier Inglese Boris Johnson è una vicenda sintomatica di come non si debba sottovalutare il fatto di essere un Accidental American con residenza estera: Boris Johnson è, infatti, Cittadino Americano dalla nascita in quanto nato a New York.

Nel 2015 si è visto recapitare un avviso di Accertamento da parte dell'IRS Americano per una plusvalenza connessa con la vendita della propria casa a Londra, avvenuta nel 2009. 

Vediamo di capire cosa è successo.

Articolo ad accesso libero

In merito alla speciale normativa fiscale delle società di comodo, la Corte di Cassazione ha stabilito importanti principi con varie sentenze.
E' stato chiarito che, in materia di società di comodo, i parametri previsti dall'art. 30 della legge n. 724 del 1994, sono fondati sulla correlazione tra il valore di determinati beni patrimoniali ed un livello minimo di ricavi e proventi.
Articolo ad accesso libero

Prosegue la disamina sulle agevolazioni fiscali per il settore immobiliare e all'edilizia abitativa, soffermando la nostra attenzione in particolare sulle opere finalizzate al superamento ed eliminazione delle barriere architettoniche, agli interventi di recupero, di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione e molto altro...
Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 13 Dicembre 2019:
1) Lavoratori impatriati: le clausole contrattuali impediscono di fruire del regime speciale
2) Fissati i termini per pagamento accise su alcolici e alcuni prodotti energetici
3) Manovra2020: torna la detrazione per le spese mediche ma solo con pagamento tracciabile
4) R&S: nuovi chiarimenti fiscali sul credito d’imposta
NOTIZIA IN EVIDENZA - 5) Proventi a titolo di diritti d’autore: applicazione del regime forfettario
6) Intermediari abilitati: obblighi di conservazione delle dichiarazioni fiscali
7) Trattamento IVA dei buoni corrispettivo
8) Bonus R&S: i viaggi di lavoro non risultano collegati allo svolgimento dell’attività
9) PagoPA Commercialisti: stop dal 2020
10) Scatta il reato di indebita compensazione con la presentazione del modello F24
Articolo riservato agli abbonati

Le sanzioni attribuite per il mancato o insufficiente versamento dell’Imu da parte del de cuius non si trasmettono all’erede.
E' questa la conclusione a cui perviene la Cassazione in una recente sentenza, in cui afferma che le sanzioni pecuniarie amministrative previste per la violazione di norme tributarie, aventi carattere afflittivo, inquadrabili nella categoria dell’illecito amministrativo, non sono trasmissibili agli eredi.
Articolo riservato agli abbonati


Nel DQ del 12 dicembre 2019:
1) Manovra 2020: cedolare sui negozi senza la proroga
2) Commercialisti: il Consiglio nazionale al servizio degli Ordini territoriali
3) Revisione legale dei conti, sul web dei Commercialisti é on-line il corso E-learning 2019
4) Agenti e rappresentanti di commercio: entro fine anno l’invio della dichiarazione per fruire delle ritenute ridotte
5) Rinnovo delle pensioni e delle prestazioni assistenziali per il 2020
6) Misure del diritto annuale anno 2020: riduzione confermata ma resta l’incremento per il triennio (2020-2022)
7) Ritenuta del 30% sui compensi del professionista che si è trasferito in Spagna, ma occhio alle norme contro le doppie imposizioni
8) Immobili ricostruiti: ok all’imposta di registro fissa sui trasferimenti immobiliari
IN EVIDENZA 9) Esenzione dall’imposta sulle successioni e donazioni per i beni e i diritti conferiti in trust istituiti in favore delle persone con grave disabilità
10) Altre risposte del fisco
Articolo riservato agli abbonati

In presenza del recesso di un socio di società di persone è necessario procedere a determinare l’entità imponibile sottraendo, da quanto attribuito, sia le somme dallo stesso corrisposte a titolo di conferimenti, sia quelle già tassate in quanto riserve di utili.

La differenza, individuabile nell’avviamento, nei plusvalori latenti e negli utili in corso di formazione, costituisce interamente la base imponibile nell’anno di competenza, cioè nel periodo d’imposta in cui sorge il diritto alla sua percezione.

Inoltre, secondo quanto stabilito dall’art. 17, comma 1, lett. l), del Tuir, i redditi conseguiti in occasione del recesso dalla società di persone sono soggetti a tassazione separata se il periodo intercorso tra la costituzione della società e la comunicazione del recesso risulta superiore a cinque anni.

Approfondiamo il tema in questo articolo. 

Articolo riservato agli abbonati

In merito al questionario per l’adempimento degli obblighi di vigilanza sugli iscritti in materia di antiriciclaggio recentemente revisionato dal CNDCEC, al punto 5 del quesito n. 1 “Lo studio professionale ha nominato il Responsabile Antiriciclaggio?”, quando risulta necessario rispondere “SI”?
La parola all'esperto
Articolo ad accesso libero

Lo studio associato, composto da diversi professionisti, non è tenuto a effettuare il versamento di contributi INAIL per la tutela antinfortunistica.
E' quanto specificato recentemente dalla Corte di Cassazione che, nella sua valutazione, tiene conto del ruolo dell'attività manuale o intellettuale di vigilanza sul lavoro altrui in regime di subordinazione.
Articolo riservato agli abbonati


Nel DQ dell'11 Dicembre 2019
1) Acquisti intracomunitari di autoveicoli: accertamento induttivo puro e deduzione forfettaria dei costi di produzione
2) Niente sanzioni tributarie al contribuente se l’ignoranza è incolpevole
3) Distribuzione degli utili nelle piccole società: senza prova del reinvestimento gli utili si considerano come non contabilizzati
4) Come si applica l’imposta comunale sulla pubblicità in caso di pluralità di insegne
5) Validità del giudicato esterno nel processo tributario
6) L’insanabile contrasto tra motivazione e dispositivo
7) Manovra 2020: arrivate modifiche alla precedente bozza, la deduzione delle spese mediche non si tocca
8) L’associazione teatrale non tenuta al registratore di cassa telematico
NOTIZIA IN EVIDENZA - 9) Commercialisti: il TAR delle Marche sposa l'equo compenso
10) Chiarimenti in merito agli obblighi FATCA e altre di Fisco
Articolo riservato agli abbonati


Il Decreto fiscale 124/2019 aumenta le pene per i reati tributari e contestualmente diminuisce alcune soglie di punibilità.
Una novità di rilievo, introdotta in caso di condanna, è la confisca dei beni di cui il condannato abbia disponibilità per un valore sproporzionato al proprio reddito (c.d. confisca allargata).
Con il presente commento si analizza, in particolare, la novità della confisca allargata applicata al campo tributario anche se l’approvazione del testo presenta diverse attenuanti rispetto alla versione originale.
Articolo riservato agli abbonati



L’assegnazione dell’auto aziendale ad un dipendente per l’utilizzo promiscuo (fini personali e aziendali) genera in capo al dipendente un fringe benefit tassato ai fini fiscali e previdenziali e calcolato in modo forfettario.

In capo all’impresa il costo di acquisto dell’autovettura e tutti i costi ad essa inerenti sono deducibili nel limite del 70% senza alcun tetto massimo.

Ma vediamo la normativa nel dettaglio, anche attraverso alcuni esempi pratici.

Articolo riservato agli abbonati

Nel DQ del 10 Dicembre 2019:
1) Considerazioni di commercialisti ed imprese sulla revisione degli Isa applicabili per il periodo 2019
2) Entro il 16.12.2019 la nomina dell’organo di controllo nelle Srl: basta il sindaco unico, nota della Fondazione CDL
3) Esenti da imposte dirette gli atti di trasferimento su separazione e divorzio tra stranieri
4) Modifiche dei riferimenti all’IFRS: nota della fondazione OIC
5) L’attività internazionale si evolve: nota della Fondazione Commercialisti
6) Consorzio Nazionale Oli Minerali Usati: variazione del Contributo per il 2020
NOTIZIA IN EVIDENZA - 7) Le cene natalizie con i dipendenti si possono dedurre?
8) Niente da fare per la deduzione dell’assegno una tantum
Articolo riservato agli abbonati

Con due recenti sentenze rese in materia civile la Corte di cassazione sembrava aver messo in discussione la valenza dell’INI-PEC ai fini delle notifiche. Succesivamente la stessa Corte ha modificato il proprio orientameto il 15 Novembre.
Nel processo tributario telematico, una corretta analisi dei principi e della normativa, porta ad escludere che possa utilizzarsi una PEC diversa da quella censita nell’INI-PEC anche per la notifica del ricorso.
Articolo riservato agli abbonati


Si avvicina la campagna bilanci 2020 relativamente all’esercizio che si chiuderà il 31/12/2019 e il tema della continuità aziendale torna alla ribalta, dovendo gli organi amministrativi delle società di capitali stabilire se è possibile continuare ad applicare criteri di funzionamento oppure virare su criteri di cessione ove la gestione aziendale mostra evidenti segni di profonda crisi economico-finanziaria.

Vediamo come alcuni indici (in particolare il Debt Service Coverage Ratio, o DSCR), utili in sede di controllo revisionale, potrebbero essere utilizzati in fase preventiva dalla governance societaria, per scegliere consapevolmente i criteri di valutazione da applicare al bilancio riferito all’esercizio 2019.

Articolo riservato agli abbonati



NEL DQ del 9 Dicembre 2019:
1) Approvato dal Governo il DDL per l’efficienza del processo civile: il debitore pignorato potrà provare a vendere la casa da solo (senza asta giudiziaria)
2) Stretta sulle compensazioni: per il 2020 i crediti maturati potranno essere usati solo dopo il mese di maggio
3) Leasing: norme di coordinamento tra novità contabili IFRS 16 e regole fiscali
4) Principi contabili internazionali: pubblicato il Regolamento modificativo
5) Formazione professionale continua Commercialisti: le modifiche apportate all’elenco materie hanno imposto l’aggiornamento della piattaforma FPC
6) Assistenza ai Commercialisti: al via gli accordi di collaborazione con istituti bancari
7) Organo di controllo nelle Srl: possibilità di procedere alle nomine di Sindaci/Revisori oltre la data del 16 dicembre 2019
8) Responsabilità solidale a carico del cessionario d’azienda sull’accordo di ristrutturazione dei debiti omologato
9) RdC e Quota100: cittadini extraUe che devono dichiarare il patrimonio immobiliare
NOTIZIA IN EVIDENZA - 10) Domanda di ANF per i dipendenti: nuova funzionalità per la presentazione delle domande dai datori di lavoro
Articolo riservato agli abbonati

I permessi cosiddetti “per allattamento”, anche detti “riposi giornalieri”, di cui al Testo Unico sulla maternità e paternità, possono essere fruiti anche dal padre lavoratore dipendente; ciò può avvenire anche nel caso in cui la madre sia una lavoratrice autonoma. Sull'argomento si è espresso l’Istituto Previdenziale per uniformare la prassi all’orientamento più recente della Giurisprudenza.
Articolo riservato agli abbonati

L’emendabilità degli errori commessi nella dichiarazione fiscale, deve circoscriversi all'indicazione di quei dati, relativi alla quantificazione delle poste reddituali positive o negative, che integrino errori tipicamente materiali, ovvero anche formali, rimanendo a tali ipotesi estranea la fattispecie in cui il contribuente, con la stessa dichiarazione, abbia inteso esercitare una facoltà di opzione, da qualificarsi come manifestazione di volontà negoziale.
Nel caso di specie il Commercialista aveva aderito all'adeguamento agli studi di settore per errore: tale opzione non è considerata emendabile dalla Cassazione
Articolo ad accesso libero

La notifica della cartella di pagamento può essere eseguita a mezzo Posta Elettronica Certificata, all'indirizzo risultante dagli elenchi a tal fine previsti dalla legge.
Gli elenchi sono consultabili, anche in via telematica, dagli agenti della riscossione
Articolo ad accesso libero

Articoli in evidenza

Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it