LE LINEE GUIDA ANTIEVASIONE DELLA GDF


La Guardia di Finanza affila le armi della lotta all’evasione applicata alle verifiche aziendali. In una circolare del 30 dicembre 2006 (n. 0301480), si individuano due piani strategici guida per l’operato 2007: uno quantitativo, ed uno qualitativo. Quindi maggiori verifiche e sostanzialità delle stesse. Su questo fronte ci si muove in tre direzioni: conformità ed attendibilità dell’apparato contabile del contribuente; verifica della coerenza delle risultanze contabili con la realtà di fatto; esatta interpretazione ed applicazione delle norme. L’indirizzo del nucleo di polizia tributaria è finalizzato, soprattutto, verso i contribuenti di medio/grandi dimensioni, cioè quelli con volume d’affari non inferiore alla soglia per l’applicazione degli studi di settore, ora pari a 7,5milioni di Euro.


Partecipa alla discussione sul forum.