Cassazione: l’acquisto dell’immobile con soldi donati senza l’atto pubblico fa scattare l’accertamento

In base all’art. 38 – comma 4 – del DPR 600/73, a fronte di circostanze ed elementi certi che evidenziano un reddito complessivo superiore a quello dichiarato dal contribuente, l’Amministrazione può procedere ad una ricostruzione analitica dello stesso. Per l’acquisto di un immobile è quindi lecito per l’Ufficio effettuare l’accertamento senza l’obbligo di specificare la motivazione specifica dei criteri in concreto adottati per pervenire alle poste di reddito fissate in via sintetica dal cosiddetto redditometro. Queste ultime, si sottraggono alla motivazione, proprio per il fatto di essere determinate sulla base di parametri fissati in via generale (Cassazione – ordinanza . 14896/12 depositata il 5 settembre).


Partecipa alla discussione sul forum.