Antiriciclaggio: ancora novità sulla tracciabilità dei pagamenti

di Redazione

Pubblicato il 20 settembre 2012

Ancora un intervento del legislatore in materia di antiriciclaggio. Questa volta si parla di inasprimento delle sanzioni amministrative/pecuniarie in caso di violazioni per i libretti di deposito bancari e postali al portatore nei casi di saldo pari o superiore a 1.000 euro. La sanzione minima aumenterà dal 20 al 30% del saldo del libretto al portatore. La soglia proposta, andrà da un minimo del 30 a un massimo del 40%. La sanzione è prevista per la mancata estinzione al 31 marzo 2012 o mancata riduzione del saldo dei libretti bancari o postali al portatore con saldo pari o superiore a 1.000 euro, per il trasferimento di libretti di deposito bancari o postali al portatore qualora sia stata omessa la comunicazione da parte del cedente alla banca o alle Poste italiane entro il termine di 30 giorni. Altro intervento riguarda le sanzioni in caso di negoziazione a pronti di mezzi di pagamento in valuta operata dai cambiavalute, per gli assegni bancari e postali trasferibili emessi per importi pari o superiori a 1.000 euro, per gli assegni bancari e postali emessi all'ordine del traente e per gli assegni circolari, vaglia postali e cambiari. In questi casi la sanzione prevista è pari a 3.000 euro.