Nuove regole per la dichiarazione d’intento – Diario Quotidiano del 9 Aprile 2020

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 9 aprile 2020

Nel DQ del 9 Aprile 2020:
1) Acquisto di auto presso presunte cartiere: possibile la detrazione IVA e deduzione costi, accertamento nullo
2) Covid-19: erogazioni liberali per le famiglie: ordinanza in G.U.
3) Covid-19: Incentivi fiscali per lavoratori e famiglie
4) CNDCEC: in arrivo altre complicazioni dal Decreto cd. liquidità
5) Tributi: rapporti nel contenzioso in appello
NOTIZIA IN EVIDENZA - 6) Nuove regole per la dichiarazione d’intento illustrate da Assonime
7) Bankitalia: lockdown mette a rischio tenuta famiglie Ue; Coronavirus, si guarda alla Fase 2 pressing di Confindustria
8) Sospeso al 30 giugno l’invio delle informazioni all’Archivio dei rapporti finanziari
9) Covid-19: indicazioni per la presentazione delle domande di CIG per dipendenti da imprese agricole (CISOA)
10) Rettifica tramite CAF delle DSU presentate prima dell’applicazione dei criteri di neutralizzazione

6) Nuove regole per la dichiarazione di intento illustrate da Assonime

dichiarazione d'intentoNuove regole per la dichiarazione di intento illustrate da Assonime nella circolare del n. 4 del 7 aprile 2020.

​Nel documento l’Associazione esamina le modifiche apportate dal c.d. “Decreto crescita” e dal relativo provvedimento di attuazione alla disciplina delle dichiarazioni d’intento, che attestano la volontà degli esportatori abituali di acquistare o importare beni e servizi senza applicazione dell’IVA.

In particolare, confermato l’obbligo per gli esportatori di trasmettere telematicamente tali dichiarazioni all’Agenzia delle entrate, ma anche eliminato l’obbligo di consegnarne copia ai propri fornitori o prestatori.

Nel nuovo sistema, è la stessa Agenzia che provvede ad informare tali ultimi soggetti, rendendo disponibili sul loro cassetto fiscale le dichiarazioni d’intento trasmesse dagli esportatori: tale modalità, tutt