Privacy: RPD o DPO - Diario Quotidiano dell'11 luglio 2018

1) Bilanci: avviato il processo di digitalizzazione per le società quotate e poi per tutte le società Ias adopter

2) Privacy: RPD o DPO

3) Fatture false: prove distinte tra penale e tributario

4) Zfu non comprese nell’obiettivo convergenza: come utilizzare il modello F24

5) F24: estese le modalità di versamento alle somme dovute per la registrazione degli atti dell’autorità giudiziaria

6) Dati relativi alle scelte dell’otto per mille

7) Cinema: idoneità provvisoria al credito d’imposta

8) Esclusione o inclusione nel Gruppo IVA: modalità di presentazione delle istanze di interpello

****

Privacy: RPD o DPO

Pacchetto sulle novità privacy del Regolamento Ue 2016/679

Il GDPR prevede la figura del Responsabile della Protezione dei Dati personali (RPD) o Data Protection Officer (DPO).

Tuttocamere.it (Portale delle Camere di Commercio) ha reso disponibile la seguente nota.

Tra le maggiori novità del Regolamento Europeo 2016/679 sulla protezione dei dati personali (c.d. “GDPR”) rientra sicuramente la previsione del Responsabile della Protezione dei Dati (RPD) o Data Protection Officer (DPO), anche se il centro del nuovo sistema posto in essere dal GDPR rimane sempre il Titolare del trattamento.

Il Responsabile della Protezione dei Dati o DPO, a norma dell’art. 37 del Regolamento, è il soggetto designato dal Titolare o dal Responsabile del trattamento per assolvere a funzioni di supporto e controllo, consultive, formative e informative relativamente all’applicazione del GDPR.

Il DPO è designato in funzione delle qualità professionali, in particolare della conoscenza specialistica della normativa e delle pratiche in materia di protezione dei dati, e della capacità di adempiere ai propri compiti.

Tale figura, di alto livello professionale, può essere un dipendente del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento oppure adempiere ai suoi compiti in base a un contratto di servizi e quindi può essere un libero professionista.

Come precisato dal Garante, le Pubbliche Amministrazioni, così come i soggetti privati, dovranno scegliere il Responsabile della protezione dei dati personali (DPO) con particolare attenzione, verificando la presenza di competenze ed esperienze specifiche.

L’Autorità ha inoltre chiarito che la normativa attuale non prevede l’obbligo per i candidati di possedere attestati formali delle competenze professionali. Tali attestati, rilasciati anche all’esito di verifiche al termine di un ciclo di formazione, possono rappresentare un utile strumento per valutare il possesso di un livello adeguato di conoscenza della disciplina ma, tuttavia, non equivalgono a una “abilitazione” allo svolgimento del ruolo del DPO.

Quali i compiti affidati al DPO?

L’articolo 39 del Regolamento individua i compiti del DPO:

  • informare e fornire consulenza al titolare del trattamento o al responsabile del trattamento nonché ai dipendenti che eseguono il trattamento in merito agli obblighi derivanti dal Regolamento nonché da altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati;
  • sorvegliare l’osservanza del Regolamento, di altre disposizioni dell’Unione o degli Stati membri relative alla protezione dei dati nonché delle politiche del titolare del trattamento o del responsabile del trattamento in materia di protezione dei dati personali, compresi l’attribuzione delle responsabilità, la sensibilizzazione e la formazione del personale che partecipa ai trattamenti e alle connesse attività di controllo.

[CONTINUA NEL PDF…]

 

CONSULTA QUI TUTTI I NOSTRI ARTICOLI SULLE NOVITÀ PRIVACY!

 

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (15 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it