Diario fiscale del 28 gennaio 2015: in arrivo una proroga per la nota integrativa in XBRL?

Indice:
 1) Nota integrativa in Xbrl verso la proroga
2) Approvata la bozza per la voluntary disclosure
3) Gestione artigiani e commercianti: pronti i modelli F24 per pagare l’Inps (quarta emissione 2014)
4) Termine più ampio per la notifica delle cartelle di pagamento relative alla dichiarazione integrativa
5) Modello standard del contratto di rete: è possibile costituire contratti di rete senza necessità di ricorrere al notaio
6) IMU terreni montani: fissati nuovi criteri
7) Redazione delle Relazioni di corporate governance: Tabelle e Format 2015
8) Diritto all’equo processo e sanzioni delle autorità indipendenti: spunti di riflessione alla luce della giurisprudenza CED

 
 
1) Nota integrativa in Xbrl verso la proroga
Conto alla rovescia per il deposito dell’intero bilancio nel formato elaborabile Xbrl. Oltre al conto economico e allo stato patrimoniale, dal prossimo 3 marzo diventa, infatti, obbligatorio depositare in formato Xbrl anche la nota integrativa. La nuova tassonomia dovrà essere utilizzata per i bilanci chiusi al 31 dicembre 2014, o successivamente. Questo passaggio epocale, iniziato nel 2010, interesserà un milione di bilanci delle società italiane non quotate.
Questo nel corso dell’incontro tenutosi, a Roma, organizzato dal Cndcec per fare il punto ed affrontare le criticità ancora da sciogliere. A cominciare da un chiarimento relativo alla data del 3 marzo. E, cioè, se questa deve essere intesa come data di approvazione del bilancio o invece data di presentazione. Per i commercialisti l’adempimento in più della nota integrativa potrebbe creare qualche difficoltà visto anche il contemporaneo ingorgo di scadenze fiscali.
La scadenza del 3 marzo 2015, data entro la quale dovranno essere depositati presso il registro delle imprese i bilanci di esercizio chiusi a partire dal 31 dicembre 2014, potrebbe slittare in avanti di 30 giorni.
L’idea, infatti, è quella di configurare la scadenza di marzo non come la data entro cui dovrà essere effettuato il deposito, ma bensì come la data entro la quale l’assemblea della società deve aver approvato il bilancio. Così facendo, all’adempimento del deposito sarebbe possibile adempiere entro i 30 giorni successivi.
 
 
2) Approvata la bozza per la voluntary disclosure
L’Agenzia delle entrate ha approvato la versione aggiornata del modello da utilizzare per la collaborazione volontaria. Per la presentazione delle istanze i professionisti dovranno utilizzare il canale telematico previsto. Il modello potrà essere utilizzato anche per integrare le istanze già presentate. Alla richiesta seguirà una relazione accompagnatoria illustrativa che potrà arrivare nei successivi 30 giorni. Nel modello va specificato se si tratta di disclosure internazionale o nazionali. Inoltre va indicato se ci si avvale della facoltà di accedere alla tassazione dei rendimenti sulla misura forfetaria del 5%, per le regolarizzazioni sotto i due milioni. C’è poi l’obbligo di indicare i soggetti collegati, cioè coloro che presentano la domanda di voluntary disclosure unitamente all’aderente. Nel modello vengono distinte le attività in paesi black list e quelle in paesi black list con accordi per lo scambio di informazioni e le attività in Paesi non black list.
In particolare, il modello prevede:
– la possibilità di chiedere che i rendimenti delle attività finanziarie estere vengano determinati forfettariamente ai sensi dell’art. 5-quinquies, comma 8, D.L. n. 167/1990;
– nel quadro VD l’indicazione:
a) dei soggetti collegati (sezione I)
b) delle attività estere, distintamente per Paesi black list, Paesi black list con accordo per scambio di informazioni e Paesi non black list (sezione II)
c…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it