Fondo di solidarietà comunale e mancato gettito IMU - TASI

Fondo solidarietà comunale 2013 e verifica del gettito IMU 2013
L’articolo 7 del D.L. n. 16/2014, convertito dalla Legge n. 68/2014 (Salva Roma-ter), mediante l’introduzione nella Legge di stabilità 2014 del nuovo comma 729-bis, richiedeva l’effettuazione di una verifica del gettito IMU relativo all’anno 2013 con particolare riferimento ai fabbricati di categoria D, a seguito della quale potranno essere operate rimodulazioni delle assegnazioni del Fondo di solidarietà.
In adempimento alla disposizione, gli uffici del MEF hanno provveduto alla ricognizione secondo la specifica nota metodologica contabile approvata con parere favorevole della Conferenza Stato-città ed autonomie locali delle sedute del 30 aprile 2014 e del 19 giugno 2014.
In seguito con il Decreto Ministeriale è stato determinato l’importo delle variazioni a conguaglio delle assegnazioni del Fondo di solidarietà comunale per l’anno 2013, nonché, delle stime del gettito IMU 2013 utile per la stima delle quote di Fondo di solidarietà comunale per il 2014 da assegnare ai singoli Comuni.
Sul sito del Ministero dell’Interno – Finanza Locale sono resi disponibili il testo del Decreto ministeriale (http://finanzalocale.interno.it/circ/dec17-14.pdf) ed il prospetto analitico per ogni Comune relativo all’aggiornamento del Fondo di solidarietà 2013, dopo la revisione del gettito IMU 2013 http://www.finanzalocale.interno.it/apps/floc.php/in/cod/9.

Ristoro minor gettito IMU 2013
Il Ministero dell’Interno, con comunicato del 27 giugno 2014, rende noto che con la firma del Ministro dell’economia e finanze, si è definitivamente concluso il procedimento che ha portato all’adozione del decreto (in corso di pubblicazione in G.U.) con il quale è stata definita l’attribuzione ai Comuni delle Regioni a statuto ordinario, della Regione siciliana e della regione Sardegna di un contributo, nella misura complessiva di 75.706.718,47 euro a decorrere dall’anno 2014, previsto a ristoro del mancato gettito dell’imposta municipale propria (IMU) derivante dalle disposizioni recate dall’articolo 2 dello D.L. 31 agosto 2013, n. 102, convertito dalla Legge n. 124/2013, che avevano riconosciuto l’esenzione IMU alle seguenti tipologie di immobili:

fabbricati costruiti e destinati alla vendita dalle imprese costruttrici (c.d. immobili merce);

immobili adibiti esclusivamente ad attività di ricerca scientifica;

immobili appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa adibite ad abitazione principale

fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali (c.d. social housing);

immobili posseduti, e non concessi in locazione, da appartenenti alle Forze armate e di Polizia, al Corpo nazionale dei  vigili del fuoco ed alla carriera prefettizia.

Per i Comuni delle Regioni a statuto speciale Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta e delle Province autonome di Trento e Bolzano il provvedimento prevede altresì, e per le stesse finalità, minori accantonamenti per l’importo complessivo pari a 3.393.281,53 euro, a valere sulle quote di compartecipazione ai tributi erariali.
Nei prossimi giorni, la Direzione Centrale della Finanza Locale provvederà ad effettuare i relativi accreditamenti a favore delle amministrazioni comunali delle singole quote spettanti, riferiti all’esercizio finanziario in corso.
Gli importi del contributo spettante ai singoli enti sono indicati negli elenchi A e B allegati al Decreto, consultabili rispettivamente agli indirizzi http://finanzalocale.interno.it/circ/dec18-14all_A.pdf e http://finanzalocale.interno.it/circ/dec18-14all_B.pdf.

Fondo solidarietà comunale 2014
Giunti alla definizione dei valori definitivi delle spettanze ai singoli enti relative al Fondo di solidarietà 2013, i tecnici del MEF…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it