Novità fiscali del 28 settembre 2012: manca ancora la proroga per la dichiarazione IMU in scadenza all’1 ottobre

Pubblicato il 28 settembre 2012

scadenza dichiarazione IMU all'1 ottobre: richiesta di proroga “ufficiale” dell’Associazione Italiana dei Commercialisti; pagamento della parcella del professionista: decisioni della Cassazione; va bene la notifica dei contributi INPS presso la sede legale della società edile e non, quindi, presso i vari cantieri; Commissioni Tributarie: chiusura uffici di Roma per trasferimento sede; attivati gli accessi telematici alla banca dati ipotecaria; beni concessi in godimento a soci o familiari: versione definitiva della circolare delle Entrate; conto corrente per pensioni oltre 1.000 euro: le indicazioni dell'Inps; termini di prescrizione per il rimborso di contributi indebitamente versati alla gestione geparata dell’INPS; insufficiente l’omessa giustificazione dei movimenti bancari: per il reato non basta la presunzione tributaria; la testimonianza dei lavoratori dipendenti evita le presunzioni dei verificatori dell’INPS; domanda permessi assistenza familiari disabili in situazione di gravità

 

 

Indice:

1) Scadenza dichiarazione IMU all'1 ottobre: richiesta di proroga “ufficiale” dell’Associazione Italiana dei Commercialisti

2) Pagamento della parcella del professionista: decisioni della Cassazione

3) Va bene la notifica dei contributi INPS presso la sede legale della società edile e non, quindi, presso i vari cantieri

4) Commissioni Tributarie: chiusura uffici di Roma per trasferimento sede

5) Attivati gli accessi telematici alla banca dati ipotecaria

6) Beni concessi in godimento a soci o familiari: versione definitiva della circolare delle Entrate

7) Conto corrente per pensioni oltre 1.000 euro: le indicazioni dell'Inps

8) Termini di prescrizione per il rimborso di contributi indebitamente versati alla gestione geparata dell’INPS

9) Insufficiente l’omessa giustificazione dei movimenti bancari: per il reato non basta la presunzione tributaria

10) La testimonianza dei lavoratori dipendenti evita le presunzioni dei verificatori dell’INPS

11) Domanda permessi assistenza familiari disabili in situazione di gravità

 

 

1) Scadenza dichiarazione IMU all'1 ottobre: richiesta di proroga “ufficiale” dell’Associazione Italiana dei Commercialisti

Associazione Italiana dei Commercialisti chiede la proroga “ufficiale” della scadenza relativa alla dichiarazione degli immobili posseduti nell’anno in corso.

Nessuna proroga, invece, per gli immobili del periodo d’imposta 2011, cui scade, sempre entro il 01 ottobre 2012, la dichiarazione ex ICI (per tale ultima ipotesi, infatti, i modelli sono quelli usuali).

Ecco di seguito il comunicato stampa del 27 settembre 2012:

Lunedì 1 ottobre 2012 scade il termine per la presentazione della Dichiarazione IMU per l’anno 2012.

Gli organi di stampa da qualche giorno stanno paventando una proroga di tale termine al 31 ottobre 2012, ma a tutt’oggi non vi è ancora nulla di ufficiale.

L’Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili esprime grande preoccupazione di fronte a tale situazione di stallo, tenuto conto del fatto che una proroga del termine per la presentazione della Dichiarazione IMU 2012 si rende necessaria per la mancanza (ancora oggi) del modello di dichiarazione e delle relative istruzioni.

L’Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili esprime, altresì, grande rammarico: Si è persa un'altra occasione per dare ai contribuenti italiani un minimo di certezza e di serenità e per contribuire a creare e mantenere lo spirito collaborativo che deve esserci tra contribuente e Fisco.

(Associazione Italiana Dottori Commercialisti ed Esperti contabili, comunicato stampa del 27 settembre 2012)

 

2) Pagamento della parcella del professionista: decisioni della Cassazione

Secondo la Corte di Cassazione, sentenza n. 16285 del 25 settembre 2012, l’avvenuto pagamento della parcella, per consulenza professionale, presuppone che eventuali ulteriori e successivi compiti svolti dal professionista (nel caso di specie, Commercialista), non possono essere ricompresi nel corrispettivo già erogato. Non sarebbe, quindi, possibile compensare anche le prestazioni future (non ancora determinate dal Commercialista).

In sostanza, il pagamento della parcella convenuta con il professionista non può comprendere anche eventuali prestazioni successive, non determinate né determinabili alla data del pagamento. Il cliente è tenuto, quindi, a remunerare le ulteriori consulenze ricevute.

Per tutte le altre attività connesse alla cd. consulenza prolungata ma ulteriori e successive, invece, il cliente dovrà corrispondere altro denaro.

Ed ancora, la medesima Corte di Cassazione, con la sentenza n. 15628 del 18 settembre 2012, ha stabilito che il professionista  che ha concordato un compenso forfetario con il cliente può ottenere un adeguamento dell’onorario per le prestazioni ulteriori prestate solo quando la richiesta viene comunicata al cliente.

Il professionista deve informare immediatamente il cliente dell’eventuale aumento delle prestazioni effettuate, rispetto a quelle inizialmente pattuite, e della conseguente sopravvenuta inadeguatezza del compenso concordato. Quindi, in assenza di questa tempestiva indicazione, il compenso concordato viene ritenuto congruo e non può essere modificato.

 

3) Va bene la notifica dei contributi INPS presso la sede legale della società edile e non, quindi, presso i vari cantieri

Contributi INPS: E’ legittima la notifica del decreto ingiuntivo alla S.n.c. presso la sede legale.

Ciò almeno secondo quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 16245 del 25 settembre 2012.

In particolare, la notifica alla sede legale della S.n.c. di una ingiunzione relativa a contributi Inps viene intesa regolarmente effettuata se avvenuta presso la sede legale risultante dalla visura camerale.

La Corte suprema ha, così, respinto il ricorso presentato da una Snc la quale sosteneva che le notifiche alle società prive di personalità giuridica vanno eseguite nella sede individuata secondo il criterio di cui all’art. 19 c. 2 c.p.c. e non presso quella legale.

Nel caso di specie, trattandosi di azienda edile, l’unico luogo di svolgimento dell’attività sociale diverso dai cantieri di volta in volta allestiti era costituito dall’ufficio, indicato nella visura, sito presso l’abitazione del legale rappresentante.

 

4) Commissioni Tributarie: chiusura uffici di Roma per trasferimento sede

La Commissione Tributaria Provinciale di Roma e la Commissione Tributaria Regionale per il Lazio, a seguito delle operazioni di trasloco degli uffici dalla attuale sede di Galleria Regina Margherita n. 7 alla nuova sede di Via Labicana n. 123, rimarranno chiuse al pubblico dal 1° al 5 ottobre 2012.

Le attività riprenderanno regolarmente nella giornata di lunedì 8 ottobre 2012,

presso la sede di Via Labicana n. 123.

(Ministero dell’Economia e delle Finanze, comunicato stampa del 26 settembre 2012)

 

5) Attivati gli accessi telematici alla banca dati ipotecaria

Attivati i servizi previsti dalla tabella delle tasse ipotecarie, allegata al testo unico delle imposte ipotecaria e catastale.

È stato emanato, i