Novità fiscali del 21 maggio 2012: DURC e debiti del socio

 
 
 

 
Indice:
1) Al via l’elenco di Commercialisti per la gestione dei beni confiscati alle mafie
2) Contributi volontari dei lavoratori dipendenti non agricoli per l’anno 2012
3) Srl: I debiti del socio non bloccano l’emissione del Durc
4) Approvato in via definitiva il cd. Decreto “commissioni bancarie”
5) IVA: La Commissione europea propone norme comuni sul trattamento dei buoni (voucher)
6) Richiesta di differimento adempimenti contributivi per ferie collettive
7) Estinzione della società: Risvolti fiscali
 

 
 
 
1) Al via l’elenco di Commercialisti per la gestione dei beni confiscati alle mafie
 
Protocollo d’intesa tra ANBSC e CNDCEC. I professionisti potranno iscriversi su un apposito webform pubblicato sul sito del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili.
 
Entro il 20 giugno i nominativi saranno forniti dal Consiglio nazionale all’Agenzia.
 
L’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata (ANBSC) e il Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) hanno, infatti, firmato il 17.05.2012, a Roma un protocollo d’intesa che prevede la creazione di un elenco di professionisti esperti in materia di gestione delle imprese sequestrate e confiscate alle mafie.
 
Entro il 20 giugno, il Consiglio Nazionale dei Commercialisti fornirà all’Agenzia i nominativi dei propri iscritti in possesso dei requisiti richiesti per l’iscrizione al suddetto elenco, tra i quali lo svolgimento, certificato, dell’attività di amministratore giudiziario.
 
Per l’iscrizione all’elenco, i professionisti dovranno compilare un apposito web form pubblicato sul seguente sito:
 
(http://www.commercialisti.it/Portal/AnagraficheCM/Incarichi/Login.aspx).
 
Secondo quando previsto dal protocollo, i professionisti iscritti all’elenco potranno svolgere l’incarico di coadiutore di beni confiscati alla criminalità organizzata, nonché l’attività di revisione di bilanci di aziende confiscate, di valutazione, di liquidazione d’aziende confiscate e di delegato alla vendita di beni mobili.
 
L’accordo appena raggiunto, in attesa che diventi pienamente operativo l’Albo degli amministratori giudiziari istituito con il D.Lgs. 04.02.2010, n. 14, rappresenta un ulteriore passo in avanti sulla strada della collaborazione tra l’Agenzia e i Commercialisti italiani, avviata, con un primo protocollo d’intesa, nel marzo 2011.
 
“L’impegno dei commercialisti italiani sul fronte dell’amministrazione dei beni confiscati alle mafie – ha affermato il Presidente Nazionale della categoria, Claudio Siciliotti – compie oggi un salto di qualità estremamente significativo. La nascita di un apposito elenco di commercialisti, pronti a mettere a disposizione le proprie competenze per un compito così utile per la collettività, è la dimostrazione concreta di come la nostra categoria possa essere determinante per il riscatto di intere aree del Paese. Il nostro Consiglio Nazionale si impegnerà ora per un rapido superamento dei vincoli di anzianità al momento previsti per l’iscrizione all’elenco, accettati per rendere immediatamente operativa una così importante iniziativa”.
 
“Il protocollo d’intesa sottoscritto col Presidente del Consiglio Nazionale – ha dichiarato il Direttore dell’ANBSC, Prefetto Giuseppe Caruso – costituisce un’ulteriore, grande opportunità da parte dell’ANBSC nella lotta alla criminalità organizzata mediante l’aggressione ai beni patrimoniali …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it