Novità fiscali del 27 marzo 2012: pagamenti in contanti, prima segnalazione al 10 aprile

Pubblicato il 27 marzo 2012

avviso di accertamento nullo se emesso prima dei 60 giorni dal verbale di chiusura; disponibile il software di compilazione della comunicazione per pagare in contanti: prima scadenza fissata al 10.04.2012; la norma da interpretare è caotica, allora niente sanzioni; esercizio abusivo della professione di commercialista: intervento risolutivo (si spera) della Corte di Cassazione; lavoro interinale: è stato pubblicato in G.U. il Decreto attuativo; Legge sulle liberalizzazioni in G.U.: abrogate le tariffe delle professioni regolamentate; aumentano gli interessi per le rate doganali; SISTRI: comunicazione anche con i vecchi moduli; disciplina sulle remunerazioni per le società quotate; interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici: entro il 2 aprile la comunicazione per i benefici fiscali; F24: causali per pagare i contributi all’Ordine dei Consulenti del Lavoro; come determinare le spese per il rilascio delle copie di atti e documenti relativi al processo tributario: chiarimenti ministeriali; autotrasportatori: agevolazioni al via; imposta di registro: disciplina applicabile al decreto di omologa del concordato preventivo emesso dal Tribunale fallimentare

 

Indice:

1) Avviso di accertamento nullo se emesso prima dei 60 giorni dal verbale di chiusura

2) Disponibile il software di compilazione della comunicazione per pagare in contanti: prima scadenza fissata al 10.04.2012

3) La norma da interpretare è caotica, allora niente sanzioni

4) Esercizio abusivo della professione di commercialista: intervento risolutivo (si spera) della Corte di Cassazione

5) Lavoro interinale: è stato pubblicato in G.U. il Decreto attuativo

6) Legge sulle liberalizzazioni in G.U.: abrogate le tariffe delle professioni regolamentate

7) Aumentano gli interessi per le rate doganali

8) Sistri: comunicazione anche con i vecchi moduli

9) Disciplina sulle remunerazioni per le società quotate

10) Interventi finalizzati al risparmio energetico degli edifici: entro il 2 aprile la comunicazione per i benefici fiscali

11) Modello F24: causali per pagare i contributi all’Ordine dei Consulenti del Lavoro

12) Come determinare le spese per il rilascio delle copie di atti e documenti relativi al processo tributario: chiarimenti ministeriali

13) Autotrasportatori: agevolazioni al via

14) Imposta di registro: disciplina applicabile al decreto di omologa del concordato preventivo emesso dal Tribunale fallimentare

 

1) Avviso di accertamento nullo se emesso prima dei 60 giorni dal verbale di chiusura

L’avviso di accertamento non può essere emanato prima dei 60 giorni dal rilascio al contribuente della copia del processo verbale di chiusura delle operazioni ispettive.

Lo ha ribadito la Corte di Cassazione con la sentenza n. 4687 del 23.03.2012.

A parere della Suprema Corte, il mancato rispetto del termine di 60 giorni da parte dell’Agenzia delle Entrate, prima dell’emissione dell’avviso di accertamento comporta, la nullità dell’atto impositivo.

Si consolida, dunque, l’orientamento della Corte di legittimità che trae origine dall’ordinanza n. 244/2009 della Corte Costituzionale, secondo cui l’assenza dei motivi di urgenza che derogano ai 60 giorni obbligatori tra la chiusura delle attività di controllo e l’emissione dell’avviso di accertamento comporta la nullità dell’atto impositivo.

 

2) Disponibile il software di compilazione della comunicazione per pagare in contanti: Prima scadenza fissata al 10.04.2012

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato il kit necessario per l’invio della comunicazione da parte di negozi e alberghi sui pagamenti effettuati dai turisti stranieri dal 2 marzo al 10 aprile oltre la soglia dei mille euro.

La prima comunicazione andrà inviata in via telematica entro il prossimo 10 aprile.

Per usufruire della deroga alla limitazione dei pagamenti in contante oltre soglia l’operatore deve presentare, tramite modello fornito dalle Entrate, l’adesione alla deroga.

A tal fine, l’Agenzia delle Entrate ha messo a disposizione sul proprio sito internet il software di compilazione Comunicazione Pagamento Contanti - Versione software: 1.0.0 del 23.03.2011.

Inoltre, con il Provvedimento del 23.03.2012 è stato approvato il modello per comunicare l’adesione alla disciplina di deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante, nonché delle relative istruzioni (pubblicato il 23.03.2012). Ciò in ossequio a quanto stabilito dall’art. 3 del Decreto Legge n. 16 del 02.03.2012, recante disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie e potenziamento delle procedure di accertamento.

Riepilogo della nuova disciplina

In particolare, per adeguare le disposizioni adottate in ambito comunitario, circa la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, il Decreto Legge n. 201/2011 ha abbassato la soglia massima per l’utilizzo del denaro contante e dei titoli al portatore, riducendola da 2.500 a 999,99 euro.

Poi con il D.L. n. 16/2012 è stato stabilito che, in deroga alle norme sulla limitazione all’uso del contante, è possibile per gli operatori del settore del commercio al minuto e agenzie di viaggio e turismo vendere beni e servizi a cittadini stranieri non residenti in Italia, a condizione che inviino apposita comunicazione preventiva all’Agenzia delle Entrate, (c.2, art. 3 del D.L. 16/2012) secondo le modalità e i termini stabiliti con il provvedimento del Direttore dell’Agenzia del 23.03.2012.

E’ necessario quindi, che l’acquirente sia una persona fisica, che non abbia cittadinanza italiana né quella di uno dei paesi dell’Unione Europea e dello Spazio Economico Europeo (Liechtenstein, Islanda, e Norvegia) e risieda al di fuori del territorio dello Stato.

Per usufruire di questa deroga l’operatore, all’atto dell’acquisto, deve:

- Acquisire fotocopia del passaporto del cliente;

- ottenere una autocertificazione dal cliente in cui si attesta che non possiede la cittadinanza italiana né di uno dei paesi della Ue o dello Spazio Economico Europeo e che non è residente in Italia.

In seguito, entro il primo giorno feriale successivo a quello dell’operazione, versa il denaro contante incassato sul proprio conto corrente e consegna all’operatore finanziariocopia del documento di riconoscimento del cliente e copia della fattura (o della ricevuta o dello scontrino fiscale) emessa.

Da tenere presente che per le operazioni effettuate tra il 02.03.2012 e il 10.04.2012, la comunicazione dovrà essere inviata entro il 10.04.2012.

Se la prima operazione è antecedente alla comunicazione, in quest’ultima deve essere indicata, in luogo della data di sottoscrizione, la data di effettuazione di tale operazione.

Software di compilazione Comunicazione Pagamento Contanti

In tale contesto, il software (versione 1.0.0 del 23.03.2011) “Comunicazione Pagamento Contanti” consente la compilazione della comunicazione di adesione alla disciplina di deroga alle limitazioni di trasferimento del denaro contante (art