Novità fiscali del 20 febbraio 2012: Assonime chiede l'eliminazione delle sanzioni sull'invio dello Spesometro

 

 

Indice:

 

1) Spesometro senza sanzioni, norme e prassi confusa

 

2) Decreto semplificazioni: Primi chiarimenti operativi dal Welfare

 

3) Niente TARSU massima per i professionisti

 

4) Revisione Pmi e Collegi sindacali: pubblicati due documenti definitivi del CNDCEC

 

5) Pronto il software per le denunce dell’imposta sulle assicurazioni

 

6) Corte Ue: Detrazione Iva delle spese ad uso promiscuo

 

7) Nuove norme in materia di certificazioni: Chiarimenti del CNDCEC

 

8) Modello F24: Codici tributo per il recupero del credito d’imposta indebitamente utilizzato da imprese in Campania

 

9) Fisco: Approvate le specifiche tecniche dei modelli dichiarativi

 

10) Incentivi all’occupazione previsti in via sperimentale: Aziende ammesse ai benefici per l’anno 2010

 

11) Contributo ordinario di finanziamento dei fondi di solidarietà istituiti: Obblighi contributivi per l’anno 2012

 

12) Consulenti del Lavoro: Termine periodo transitorio esami di stato

 

13) Regolamento per la corresponsione dei compensi professionali degli avvocati dell’Inps

 

 

1) Spesometro senza sanzioni, norme e prassi confusa

Niente sanzioni per gli adempimenti legati al cd. “spesometro” (errori di compilazione del modello): lo chiede Assonime a causa dell’incertezza interpretativa delle disposizioni che hanno introdotto tale adempimento, nonché del contrasto derivante dai contenuti dei vari documenti di prassi, diffusi dalle Entrate, che si sono susseguiti fino ad oggi.

Assonime ha, infatti, pubblicato il 16.02.2012 la circolare n. 4, incentrata sulla comunicazione telematica delle operazioni rilevanti ai fini IVA di importo non inferiore a tremila euro: ulteriori chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Con tale circolare, Assonime ha esaminato gli ulteriori chiarimenti forniti in materia dall’Agenzia delle Entrate con due documenti di prassi, datati 22.12.2011 e 13.01.2012, e con il Provvedimento direttoriale n. 185905 del 29.12.2011.

Nell’attesa che il Legislatore possa abrogare tale adempimento complesso (per essere sostituito da altro più semplice), viene ricordato che lo Statuto del contribuente (Legge n. 212/2000) prevede che non possono essere applicate sanzioni se la violazione sia avvenuta per obiettive condizioni di incertezza della norma tributaria.

Il contribuente andrebbe poi liberato  dal dilemma se indicare o meno una fattura di importo inferiore a 3.000 euro.

(Assonime, circolare n. 4 del 2012)

 

 

2) Decreto semplificazioni: Primi chiarimenti operativi dal Welfare

Decreto semplificazioni: Primi chiarimenti operativi con la circolare n. 2 del 16.02.2012 del Ministero del Lavoro.

Con detta circolare la Direzione generale per l’attività ispettiva ha fornito i primi chiarimenti operativi in relazione all’applicazione delle nuove disposizioni introdotte dal Decreto Legge n. 5 del 09.02.2012 (c.d. decreto semplificazioni), contenente misure di semplificazione per i cittadini e le imprese e ulteriori misure per favorire la crescita.

Nella suddetta circolare, in particolare, vengono segnalate le importanti novità introdotte dalla nuova norma in materia di interdizione anticipata per le lavoratrici madri, comunicazioni obbligatorie nel settore turismo e pubblici esercizi, assunzione disabili, Libro Unico del Lavoro e responsabilità solidale negli appalti.

Riguardo la punibilità per le omesse registrazioni nel LUL verrà applicata una sola sanzione (da € 150,00 a € 1.500,00 fino a 10 lavoratori, da € 500,00 a € 3.000,00 oltre 10 lavoratori) a prescindere dal numero delle omissioni contenute nel Libro Unico del Lavoro.

(Ministero del Lavoro, circolare n. 2 del 16.02.2012)

 

 

3) Niente TARSU massima per i professionisti

E’ illeggittima la tassa di rifiuti massima per gli studi professionali. La sentenza del Consiglio di Stato n. 539 del 2012 ha esaudito le richieste fatte dai diversi Ordini professionali.

Come premesso, il Consiglio di Stato, con la citata sentenza n. 539, ha accolto…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it