Esoneri contributivi a favore delle aziende agricole colpite da calamità naturali

di angelo facchini

Pubblicato il 17 marzo 2006

Le aziende agricole colpite da calamità naturali possono beneficiare, grazie al Dm 21 luglio 2005 di attuazione del DLGS n. 102/2004, di sgravi contributivi.

 

Destinatari:

Imprese agricole, cooperative di raccolta, lavorazione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli e relative organizzazioni di produttori che abbiano subito, a causa di eventi calamitosi, danni non inferiori:

 

o       al 20% della produzione lorda vendibile se ubicate nelle aree svantaggiate, di cui all’art. 17 reg. Ce n. 1257/1999;

o       al 30% se ubicate in altre zone.

 

Agevolazione:

A decorrere dal 9 maggio 2004 possono godere di uno sgravio dei contributi previdenziali e assistenziali propri del titolare e dei lavoratori dipendenti occupati, scadenti nei 12 mesi successivi alla data dell’evento calamitoso, in base alle seguenti percentuali:

 

o       17% per le aziende che hanno subito danni in misura non inferiore al 20% (ubicate in aree svantaggiate), o 30% (per le altre aree) della produzione lorda;

o       50% per le aziende che hanno subito danni superiori al 70% della produzione lorda.

 

Le percentuali sono incrementate del 10% dal secondo anno e per gli anni successivi, se le condizioni di perdita della produzione dovessero verificarsi per più di due anni consecutivi. La concessione è vincolata alla presentazione di apposita domanda corredata da dichiarazione resa ai sensi e per gli effetti della legislazione in materia.

 

Domanda:

Non essendo specificato dalla norma il termine di presentazione, per l’INPS gli interessati devono presentare la domanda entro la scadenza del periodo cui si riferisce il beneficio, ossia entro i 12 mesi successivi alla data dell’evento calamitoso compilando il modulo allegato alla circolare n. 35/2006.

La sede competente procederà, quindi, alla verifica della domanda e, in caso di ammissione, provvederà al ricalcolo della contribuzione dovuta emettendo nuovi modelli F24.

 

Marzo 2006