Fiscalità Internazionale, una full immersion per diventare esperti - 3 e 4 Marzo 2017 - Dott. Ennio Vial - ISCRIZIONI CHIUSE

Vial Ennio

Disponibilità: Non disponibile

Per gli Abbonati a 585,00 €+ I.V.A.
630,00 € + I.V.A.

Dettagli

Data: 3 e 4 Marzo 2017
Luogo: Bologna, HOTEL NH DE LA GARE, Piazza XX Settembre 2

3 Marzo ore 9 -13; 14 - 18

4 marzo ore 9- 13; 14 -17



E' stata avviata la pratica di accreditamento dell'incontro al ODCEC di Bologna (15 ore formative)

Il percorso ha una durata di 15 ore e affronta i temi emergenti in materia di fiscalità internazionale. Il numero massimo dei partecipanti è fissato in 15 persone in modo da garantire una continua interazione tra i partecipanti al corso.
Il programma dell’iniziativa è stato predisposto con la finalità di affrontare le questioni di maggiore rilevanza pratica per il Commercialista.

 

Se acquisti ENTRO IL 2 MARZO (compreso), riceverai il 10% di sconto aggiuntivo direttamente nel carrello 

 

PROGRAMMA DETTAGLIATO

Modulo n. 1
LA STABILE ORGANIZZAZIONE E IL NUOVO REGIME DELLA BRANCH EXEMPTION

Opportunità e criticità della stabile organizzazione
La nuova disciplina della stabile italiana
Stabile organizzazione estera e società di diritto locale
Stabile organizzazione e contrasto all’esterovestizione

L’opzione per la branch exemption
Revocabilità e irrevocabilità
La branch exemption per stabili in paradisi fiscali
La branch exemption per stabili con requisiti della CFC white list

Il rimpatrio degli utili
La disciplina
Casistiche pratiche

La gestione nel modello unico
Il riporto delle perdite
Profili di elusione

Apertura e gestione di una stabile all’estero
Adempimenti contabili
Il transfer price
I rapporti con la casa madre
Fondo di dotazione e finanziamenti

Come riorganizzare il gruppo
Trasformazione di una stabile in una società di diritto locale
Trasformazione di una società di diritto locale in una stabile 

Modulo n. 2
LA DISCIPLINA CONTROLLED FOREIGN COMPANIES E LA TASSAZIONE DEGLI UTILI ESTERI

I lineamenti della disciplina
I requisirti di applicazione
La tassazione per trasparenza

La nozione di paradiso fiscale
La disciplina fino al 2014
Il DM 21.11.2001
Le modifiche al decreto nel corso del tempo

La disciplina in vigore al 2015
Le evoluzioni del D.M. 21.11.2001
I regimi speciali con livello impositivo inferiori alla metà

La disciplina a partire dal 2016
L’abolizione del D.M. 21.11.2001
Il livello impositivo inferiore al 50% di quello italiano
Casistiche

La disapplicazione della disciplina CFC
La non obbligatorietà del l’interpello
Le indicazioni nel modello unico
La dimostrazione delle esimenti

Altri temi connessi
L’abolizione dell’interpello obbligatorio
La dimostrazione delle esimenti
L’abolizione della CFC da collegamento
L’abolizione dell’art. 168 bis e l’accantonamento delle white list

La tassazione dei dividendi
La tassazione dei dividendi paradisiaci: casistiche
L’effetto distorsivo della tassazione dei dividendi provenienti da paradisi fiscali
Il nuovo credito di imposta: modalità di calcolo e di scomputo
Tabelle comparative sulle diverse casistiche

Modulo n. 3
IL CREDITO PER LE IMPOSTE PAGATE ALL’ESTERO

Analisi dell’art. 165 del tuir (cenni)
Il reddito prodotto all'estero e la lettura 'a specchio' dell'articolo 23 del TUIR
Il concorso del reddito estero alla formazione del reddito complessivo del residente
Le imposte estere che danno diritto al credito
Definitività delle imposte pagate all'estero
Il meccanismo di calcolo
I singoli elementi del rapporto
Il periodo d'imposta per il quale spetta e deve essere richiesta la detrazione
Omessa dichiarazione redditi prodotti all'estero - art. 165, comma 8, del tuir
La per country limitation
Il caso del parziale concorso del reddito estero alla formazione del reddito complessivo e misura del credito
Utili distribuiti da entità estere trasparenti
la riliquidazione delle imposte estere a seguito dell'accertamento di un maggior reddito
le disposizioni specifiche per le imprese
il credito d'imposta e le stabili organizzazioni
le novità del decreto internazionalizzazione

Il recupero dell’euroritenuta

Esempi di compilazione del quadro CE
Analisi ragionata di alcuni casi

Modulo n. 4 – LA VOLUNTARY DISCLOSURE BIS

La voluntary disclosure 2: lineamenti della disciplina
Soggetti ammessi
Rapporti con la voluntary 1

I costi della sanatoria : l’autoliquidazione e la liquidazione da parte dell’ufficio
Calcolo delle sanzioni: RW e redditi
Calcolo delle sanzioni: autoliquidazione e liquidazione
L’istanza di adesione: guida alla compilazione
La relazione: guida alla compilazione

I vantaggi di natura penale

Il ruolo del professionista nell’ambito della disclosure
Il rapporto con l’Agenzia delle Entrate
Gli obblighi di segnalazione antiriciclaggio e le novità introdotte dal decreto legge n. 193 del 2016

Esemplificazioni pratiche

 

RELATORE: ENNIO VIAL, Dottore Commercialista. Esperto in fiscalità internazionale e Trust. Relatore a numerosi eventi formativi. Autore del Commercialista Telematico.

 

ORARIO:

- Venerdì 3 marzo dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00
- Sabato 4 marzo dalle ore 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00

 

IN OMAGGIO PER I PARTECIPANTI:

- Pranzo di lavoro per entrambe le giornate
- Un anno di abbonamento gratuito a Commercialista Telematico
- Un volume Maggioli Editore
- Un software Commercialista Telematico

Ulteriori informazioni

Collegamento locandina N/A
Autore Vial Ennio