SRL minori: le linee guida dei notai di Milano

La commissione Società del Consiglio notarile di Milano ha approvato il 5 marzo 2013 sei nuove massime che fanno il punto sulle più significative questioni interpretative legate alla Srl semplificata e alla Srl a capitale ridotto. Riguardo la modificabilità del modello standard della Srl semplificata si afferma: che non si collocano al di fuori del perimetro del modello della Srl semplificata le eventuali clausole concernenti la durata della società, la scelta del modello di amministrazione e la previsione della possibilità di decisioni non assembleari; che in ogni caso l’eventuale presenza di clausole aggiuntive non incide sulla legittimità dell’atto costitutivo né sulla validità delle clausole stesse, purché siano compatibili con la disciplina generale della Srl. Tra le altre questioni si segnalano: l’aumento e la riduzione del capitale sociale, la trasformazione ed il passaggio dall’uno all’altro sotto-tipo. In particolare, una volta costituita la società, essa potrà deliberare qualsiasi tipologia di aumento con conferimenti anche diversi dal denaro, a prescindere dal fatto che venga o meno raggiunto il limite di 10.000 euro. Il passaggio da un sottotipo all’altro, così come la modifica in o da Srl “ordinaria”, non costituisce una vera e propria trasformazione, posto che si rimane comunque all’interno del tipo della Srl. In tema di riduzione del capitale, le norme sulla riduzione obbligatoria in caso di perdite oltre il terzo del capitale e di perdite al di sotto del minimo legale trovano applicazione anche nella Srl semplificata e a capitale ridotto.


Partecipa alla discussione sul forum.