Split payment in fuori gioco per prestazioni soggette a ritenuta d’acconto

La legge esclude dallo split payment i compensi per prestazioni di servizi “assoggettati a ritenuta alla fonte a titolo di imposta sul reddito”. Con tale espressione, il Legislatore ha inteso fare riferimento anche alle ritenute a titolo di acconto. Così ha precisato l’Agenzia delle entrate. Si tratta di un chiarimento che era particolarmente atteso dagli esercenti arti e professioni che fatturano alla Pubblica Amministrazione i servizi professionali evidenziando nel documento la relativa ritenuta d’acconto. Tali soggetti, come è stato confermato dalle Entrate, sono esclusi dall’ambito di applicazione del nuovo art. 17-ter del D.P.R. 633/72.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it