Semplificazioni: le novità sulle licenze

Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo testo sulla semplificazione con varie limature e modifiche. Vengono cancellate le modifiche relative all’autorizzazione richiesta e rilasciata dal Questore  per organizzare manifestazioni sportive, eventi da ballo, sagre, fiere, spettacoli in locali pubblici. Nel testo modificato scompaiono queste esenzioni e permane l’obbligo di licenza. Immutata la previsione riguardante la durata della licenza, per cui essa avrà validità triennale. Per ciò che invece concerne la revoca della licenza, il periodo di chiusura dell’esercizio per cui si potrà procedere alla sospensione della licenza non sarà più 8 giorni, bensì 30. Introdotta la modifica dell’art. 115 del TULPS: l’apertura e conduzione di agenzie di prestiti su pegno/agenzie di affari, a prescindere dall’oggetto e dalla durata, è subordinata alla comunicazione al Questore. Sono soggette a licenza rilasciata dal Questore le attività di recupero stragiudiziale del credito per conto di terzi. E’ confermata l’abrogazione di comunicazioni, avvisi, licenze o denunce contenute nel regio decreto n. 635 del 1940, tra cui l’abolizione del’avviso preventivo all’autorità di pubblica sicurezza per organizzare spettacoli di qualsiasi specie oppure la denuncia di apertura e chiusura di fabbriche o depositi di essenze per confezionare bevande alcoliche di qualsiasi genere. Abrogato anche l’obbligo della licenza per attività commerciali come: spaccio al minuto o il consumo di vino, birra o qualsiasi bevanda alcolica presso circoli privati; apertura di agenzie matrimoniali.


Partecipa alla discussione sul forum.