RIVALUTAZIONE: il 2 novembre scade il termine per l’asseverazione

La legge 191/2009 ha stabilito il 31 ottobre il termine per l’asseverazione della perizia di stima e per il versamento dell’imposta sostitutiva o della prima rata relativa all’affrancamento dei valori dei terreni e delle quote possedute da persone fisiche non imprenditori, società semplici ed enti non commerciali. Scadendo un giornata festiva si slitta al 2 novembre. Ai sensi dell’articolo 67 del TUIR, con la rivalutazione del costo di acquisto dei terreni e delle partecipazioni è possibile affrancare in tutto o in parte la plusvalenza che si genererebbe in sede di futura vendita. Il costo fiscale di questi beni si determina attraverso la redazione e asseverazione della perizia di stima, fatta da professionisti, di cui agli artt. 5 e 7 della legge 448/2001; per i terreni sono ingegneri, architetti, geometri, dottori agronomi, agrotecnici, periti agrari e periti industriali edili; per le partecipazioni societarie sono dottori commercialisti, ragionieri commercialisti e revisori contabili. La data di riferimento dei valori è quella del 1° gennaio 2010. L’asseverazione deve essere perfezionata mediante giuramento in tribunale, oppure presso un notaio o giudice di pace.


Partecipa alla discussione sul forum.