Pagamenti via Pos: soglie e limiti secondo il decreto attuativo

In vigore dal prossimo 28 marzo, l’obbligo, per imprese e professionisti, di accettare i pagamenti di importo superiore a 30 euro effettuati tramite carte di debito, per l’acquisto di prodotti e prestazioni di servizi. E’ in sintesi il contenuto del decreto 24 gennaio del ministero dello Sviluppo economico, di concerto con quello dell’Economia e delle Finanze, sentito il parere della Banca d’Italia, pubblicato sulla GU del 27 gennaio 2014. Il provvedimento prevede una partenza immediata, dal prossimo 28 marzo, soltanto per i beneficiari con un fatturato, nell’anno precedente a quello in cui viene effettuato il pagamento, superiore a 200mila euro; gli altri hanno tempo fino al 30 giugno per mettersi al passo con la normativa. Entro novanta giorni dall’entrata in vigore del decreto (cioè, dal 28 marzo), con altro provvedimento, potranno essere individuate nuove soglie e nuovi limiti di fatturato e potrà essere disposta l’estensione degli obblighi a ulteriori strumenti di pagamento elettronici, anche con tecnologie mobili.


Partecipa alla discussione sul forum.