Manovra 2019: lezioni private e ripetizioni

di Angelo Facchini

Pubblicato il 5 novembre 2018

Il Ddl di bilancio dispone che dal 2019, i compensi derivanti dall’attività di lezioni private e ripetizioni, svolta da docenti titolari di cattedra nelle scuole di ogni ordine e grado, non concorreranno più al reddito complessivo, ma sconteranno un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali pari al 15%. Un provvedimento delle Entrate, entro 90 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di bilancio, stabilirà le modalità attuative.