LAVORO: l’apprendistato con vincolo regionale


La Corte Costituzionale censura l’art. 23, comma 2, del decreto anticrisi. La sentenza, la n. 176/2010, accoglie i ricorsi presentati da Emilia Romagna, Veneto, Puglia, Liguria, Toscana, Basiicata, Piemonte, Marche e Lazio. I giudici hanno osservato che, nell’ipotesi di apprendistato con formazione esclusivamente aziendale, debba essere riconosciuto alle Regioni un ruolo rilevante nel controllo dell’attività formativa. Il decreto anticrisi, invece, attribuisce il ruolo in modo unilaterale allo Stato. Secondo la Consulta le Regioni possono contribuire alla disciplina della formazione professionale; è eliminata la durata minima, resta la durata massima di sei anni, tranne per alcune qualifiche dove può intervenire appunto la Regione stabilendo il termine minimo di due anni.


Partecipa alla discussione sul forum.