LAVORO: interpretazione della Cassazione sugli omessi contributi

La Cassazione si esprime sul mancato versamento dei contributi assicurativi. Nella sentenza 15764 della Terza sezione penale, inquadra il reato di omessa presentazione delle denunce mensili obbligatorie quando il mancato versamento è superiore al maggior importo tra 2.582euro mensili e il 50% dei contributi complessivamente dovuti. E l’asserzione “50% complessivamente dovuti” và riferito all’importo mensile dei contributi, stante che il calcolo deve essere ancorato a dati omogenei e inerenti all’ambito temporale presupposto dalla norma. Confermate, pertanto, pena pecuniaria e detentiva inflitte ad un rappresentante legale di una Spa dalla Corte di Appello di Milano, in relazione alla mancata presentazione di DM10 e ritenute previdenziali obbligatorie sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori della società.


Partecipa alla discussione sul forum.