Lavoro intermittente: per la mancata comunicazione è la DTL ad irrogare le sanzioni

La mancata osservazione dell’obbligo comunicazionale per il lavoro intermittente è soggetto a sanzione. L’irrogazione di questa spetta alle DTL territorialmente competenti. La misura della nuova sanzione varia da 400 a 2.400 euro. Il chiarimento è stato dato dal Ministero del Lavoro nella nota protocollo n. 18271/2012, e riguarda l’obbligo da parte del datore di lavoro di comunicare preventivamente alla DTL l’impiego di lavoratori intermittenti per prestazioni non superiori a 30 giorni. Al fine, il datore di lavoro può utilizzare vari canali: sms, fax, posta elettronica e dal 1° ottobre scorso anche il modulo online.

 


Partecipa alla discussione sul forum.