Lavoro intermittente negato ai call center

Il personale addetto alle attività di call center in bound e/o out bound non può essere impiegato con il lavoro intermittente. E’ questa la risposta all’interpello  n. 10/2014 avanzato dal CNO dei Consulenti del Lavoro data dal Ministero del Lavoro. La prestazione svolta dagli operatori di call center non è inquadrabile tra le figure contenuti al n. 12 della tabella allegata al R.D. n. 2657/1923, in quanto si tratta di una prestazione più articolata che si inserisce normalmente nell’ambito di un servizio o di un’attività promozionale o di vendita da parte dell’impresa.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it