La ritenuta sul prestito sociale delle cooperativa è a titolo di imposta

di Redazione

Pubblicato il 14 febbraio 2012



Confcooperativa ha avanzato una richiesta di consulenza giuridica all’Agenzia delle entrate circa la ritenuta che viene applicata sugli interessi pagati ai soci, se a titolo d’acconto o d’imposta. Il dubbio è scaturito dall'interpretazione dell’art. 2, comma 25 del Dl 138/11 convertito in legge n. 148/2011,  che ha abrogato, dal 1° gennaio 2012, la disposizione contenuta nel Dl n. 95/1974 – art. 20, comma 8 – che prevedeva l’applicazione della ritenuta nella misura del 12,50%, a titolo di imposta, su interessi e redditi di capitale corrisposti ai soci persone fisiche residenti nel territorio dello Stato dalle società cooperative e loro consorzi. Secondo l’Agenzia l’abrogazione ha come scopo quello di uniformare la misura della ritenuta al 20% sugli interessi dei prestiti dei soci persone fisiche residenti nel territorio dello Stato corrisposti da tutte le cooperative, e non ha inteso modificare il titolo del prelievo che rimane a titolo di imposta.