Inapplicate le manette agli evasori


Le manette agli evasori sono rimaste “per lo più inapplicate o hanno avuto risultati del tutto insoddisfacenti e talvolta anche controproducenti”.

Lo sostiene la Corte dei Conti che, difatti, nel 2012 avvierà una specifica indagine per verificarne la concreta applicazione e gli eventuali “punti di debolezza”.

Nell’ambito dei controlli programmati nel 2012, la Corte dei Conti riserverà uno spazio alla lotta all’evasione fiscale ed in particolare al “contrasto penale” al quale “é stata da sempre attribuita grande rilevanza”.

Ma le norme sembrano essere rimaste sulla carta. Nell’indagine la Corte vuole dunque verificare “gli esiti dell’azione penale tributaria allo scopo di individuare quali siano i punti di debolezza del sistema che maggiormente pregiudicano l’effettiva incisività e capacità di deterrenza”.


Partecipa alla discussione sul forum.