Dichiarazioni: termini di rettifica


Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione, con un’interpretazione restrittiva, hanno stabilito che la possibilità di integrare la dichiarazione a favore del contribuente sussiste soltanto nei limiti temporali sanciti dall’art. 2, co. 8-bis, DPR 22 luglio 1998, n. 322; il più ampio termine di decadenza dell’accertamento (di cui all’art. 2, co. 8, stesso DPR) si applica alle sole rettifiche a sfavore. Resta ferma la possibilità di presentare istanza di rimborso entro il termine di 48 mesi dal pagamento e, in ogni caso, di dimostrare in sede contenziosa gli errori commessi nella dichiarazione originaria.


Partecipa alla discussione sul forum.