Definizione agevolata liti fiscali: regole messe in chiaro

Con la circolare n. 22/E del 28 luglio vengono forniti i chiarimenti interpretativi sulla definizione agevolata delle liti pendenti nelle quali è parte l’Agenzia delle Entrate (articolo 11, DL 50/2017, convertito, con modificazioni, dalla legge 96/2017). Nel documento si evidenzia che il nuovo istituto è finalizzato, oltre che alla deflazione dei numerosi giudizi tributari in cui è parte l’Agenzia, al completamento dell’effetto definitorio inerente alle liti interessate dalla definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione entro il 31 dicembre 2016. Il contribuente, che non ha manifestato la volontà di avvalersi della rottamazione, può decidere di accedere, o meno, alla definizione delle liti pendenti. Del pari, il contribuente che ha manifestato la volontà di fruire della rottamazione può non avvalersi della definizione delle liti pendenti.


Partecipa alla discussione sul forum.