COMUNICAZIONI IVA: il visto di conformità

Il visto di conformità sulle dichiarazioni Iva in scadenza potrà essere apposto a patto che il professionista abbia presentato richiesta di inserimento nell’elenco centralizzato dei soggetti abilitati, a mano o a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. In tema di visto di conformità l’Agenzia delle entrate ha dato gli ultimi chiarimenti, confermando quanto asserito nella circolare 57/E del 23 dicembre 2009. L’iscrizione negli elenchi avverrà retroattivamente a partire dalla data di presentazione della richiesta di iscrizione, sempre che il soggetto richiedente sia in possesso dei requisiti previsti. In ogni caso è bene verificare, come suggerito con una circolare dall’istituto di ricerca dei dottori commercialisti, l’avvenuta iscrizione nell’elenco informatizzato dei soggetti abilitati, e questo per evitare le sanzioni, da un minimo di 258 euro a un massimo di 2.582 euro, se il professionista si dovesse vedere rifiutata l’iscrizione.


Partecipa alla discussione sul forum.