CASSAZIONE: parere sul bollo auto nel leasing


L’ordinanza di Cassazione 3298/11 si inserisce nel dibattito annoso del bollo auto nel leasing. La questione è incentrata sulla potestà tributaria e la riscossione coattiva, in caso di inadempimento, da parte dell’ente impositore. E’ acclarato che il soggetto su cui grava il bollo auto, nei casi di contratti di leasing nell’ambito dell’autonomia contrattuale delle parti, sia l’utilizzatore. Il parere espresso dalla Corte pone uno spartiacque: fino all’entrata in vigore della legge 99/2009 (15 agosto 2009) il soggetto passivo della tassa deve essere considerato la società di leasing; dopo le modifiche intervenute con l’articolo 7, comma 2, della legge citata, la soggettività passiva ricade sull’utilizzatore, senza alcun vincolo di solidarietà della società di leasing.


Partecipa alla discussione sul forum.