Cassazione: ok all'accertemento induttivo in caso di cassa in negativo

La Corte di Cassazione, con ordinanza 28715 del 9 novembre 2018, ha ribadito il “difetto” di una cassa in rosso. “La sussistenza di un saldo negativo di cassa, implicando alle voci di spesa entità superiore a quella degli introiti registrati, costituisce un’anomalia contabile e fa presumere l’esistenza di ricavi non contabilizzati in misura almeno pari al disavanzo”. La fattispecie legittima sempre l’accertamento induttivo.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it