Cassazione: non paga IRAP il commercialista che si avvale esclusivamente di praticanti

La Corte di Cassazione con la sentenza n. 2520 del 5 febbraio 2014 sancisce che non è soggetto al pagamento dell’IRAP il commercialista che, nell’esercizio della professione, si avvale dell’aiuto di praticanti e non di personale dipendente. Più volte la Cassazione si è enucniata sul tema. In generale, ed in base a quanto ormai assodato nelle precedenti occasioni, l’autonoma organizzazione si realizza quando il contribuente sia il responsabile dell’organizzazione, impieghi beni strumentali eccedenti le quantità che costituiscono il minimo indispensabile per l’esercizio dell’attività anche in assenza di organizzazione e si avvale in modo non occasionale di lavoro altrui.


Partecipa alla discussione sul forum.