Atti di accertamento: per la definizione pagamenti entro venerdì 23

di Angelo Facchini

Pubblicato il 22 novembre 2018

Per accedere alla definizione agevolata degli atti di accertamento, entro il prossimo venerdì 23 novembre bisogna effettuare  il versamento degli importi dovuti, o della prima rata. Sono definibili gli avvisi di accertamento, gli avvisi di rettifica e di liquidazione e gli atti di recupero notificati entro il 24 ottobre 2018, non impugnati e ancora impugnabili alla stessa data. Per "definirli" occorre effettuare il versamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza sanzioni, interessi e accessori. Per ciascun atto definito va utilizzato un singolo modello F24 o F23; è esclusa la compensazione. E' ammesso il pagamento rateale con un massimo di 20 rate trimestrali di pari importo.