Al via la collaborazione tra commercialisti ed Agenzia delle Entrate in materia di mediazione


Ai nastri di partenza una collaborazione tra Agenzia delle Entrate e commercialisti in materia di mediazione tributaria. Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha stretto un’intesa con l’Agenzia al fine di ottimizzare e uniformare la gestione dell’istituto della mediazione, con l’obiettivo di migliorare i rapporti tra i contribuenti e Fisco. In particolare, l’Amministrazione finanziaria si impegna a esaminare sistematicamente tutte le istanze in modo approfondito, a comunicarne tempestivamente l’eventuale improponibilità e a concedere, se sussistono i presupposti, la sospensione dell’atto impugnato per evitare possibili danni patrimoniali al contribuente. Se le somme versate saranno, per errore scusabile, lievemente inferiori a quelle dovute o pagate in leggero ritardo, l’Agenzia riterrà valido il comportamento del contribuente a condizione che le irregolarità vengano sanate nel più breve tempo possibile. I commercialisti faranno il possibile per sensibilizzare i propri iscritti sul carattere preventivo e obbligatorio della mediazione tributaria, sull’importanza di fornire all’Amministrazione finanziaria gli esatti recapiti necessari a garantire un rapido scambio di informazioni e a ricevere le comunicazioni relative alla procedura.


Partecipa alla discussione sul forum.