AGENZIA ENTRATE: rimborsi IRES entro due anni

L’Agenzia delle Entrate riconoscerà i rimborsi IRES richiesti a mezzo istanze dai contribuenti che si sono visti rettificare il proprio reddito a seguito dell’errata imputazione di un componente negativo di reddito in un periodo d’imposta diverso da quello nel quale era stato originariamente dedotto. Senza più nessun osteggiamento da parte dell’Agenzia i rimborsi verranno pagati entro due anni dal momento in cui l’atto accertativo è divenuto definitivo. Ciò anche nell’ipotesi in cui siano decaduti i termini ordinari (48 mesi) per poter presentare la domanda.

Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it