ACCERTAMENTO: tutela del contribuente sulle verifiche indirette

Rafforzati i controlli sulle verifiche indirette per accertamenti nei confronti di altro contribuente. Al riguardo è intervenuta la Cassazione con la sentenza 14017 del 17 giugno 2009: infatti, anche se non previsto che l’avviso di accertamento debba essere preceduto dalla notifica di un processo verbale di constatazione, la documentazione extracontabile rinvenuta presso il venditore deve trovare riscontro dall’acquirente se si vuole contestare a quest’ultimo acquisti senza fattura. Quando si presenta il caso la Gdf ricevuta la segnalazione, e specie se poi trattasi di esercizi prossimi alla decadenza, provvede direttamente a contestare l’avviso di accertamento. A differenza del passato ora la Cassazione richiede all’amministrazione e giudici di merito di valutare gli elementi acquisiti presso il terzo, affinché siano supportati da gravità, precisione e concordanza sufficiente a far valere la pretesa impositiva anche nei confronti del contribuente non sottoposto a verifica diretta.


Partecipa alla discussione sul forum.