L’avviso bonario va pagato entro i 30 giorni: nessuna tolleranza – Diario quotidiano del 29 novembre 2021

di Vincenzo D'Andò

Pubblicato il 29 novembre 2021



Nel DQ del 29 Novembre 2021:
1) Firmato il trattato Italia-Francia al Quirinale
2) Cndcec: nominati i tre commissari straordinari
3) Comunicazioni per “opzioni edilizie”: aggiornato il software di trasmissione delle Entrate
4) Niente problemi per la detrazione dell’Iva sui servizi pubblicitari
5) Indennità NASpI: arrivate le istruzioni per il riconoscimento dell’esenzione fiscale delle somme liquidate in forma anticipata
6) Accertamento fiscale: distinzione tra perdite su crediti e svalutazione dei crediti
NOTIZIA IN EVIDENZA - 7) L’avviso bonario va pagato entro i 30 giorni, nessuna tolleranza di pochi giorni di ritardo, la Cassazione è tassativa
8) Legittimo il sequestro della pen drive nell’auto aziendale senza autorizzazione
9) Non serve la presentazione della dichiarazione fiscale per il reato di indebita compensazione
10) Istruzioni operative per la gestione delle prestazioni di cassa integrazione guadagni in deroga

L’avviso bonario va pagato entro i 30 giorni, nessuna tolleranza di pochi giorni di ritardo, la Cassazione è tassativa

Niente riduzioni più convenienti per il contribuente sulle sanzioni fiscali se ha effettuato il pagamento di quanto dovuto per l'avviso bonario a distanza di pochi giorni dal termine indicato nell’avviso di irregolarità del fisco.

Lo afferma la Corte di cassazione, secondo cui, la riduzione delle sanzioni non si applica nel caso di ritardato versamento riferito al termine indicato nella comunicazione di irregolarità.

I giudici con l’ermellino hanno accolto il ricorso avanzato dall’Agenzia del