Detrazioni Ecobonus: chiarimenti sulla procedura di cessione del credito - Diario Quotidiano del 10 Agosto 2020

Nel DQ del 10 Agosto 2020:
1) Superbonus e Sismabonus al 110%: D.M. “asseverazioni” e “requisiti” firmati
2) Banche in crisi: soluzione fisco
3) Commercialisti: la proroga dei versamenti fiscali è ora fattibile con gli ulteriori 25 miliardi di deficit
4) Nei contratti di durata annuale, i ricavi ed i costi sulle concessione delle licenze d’uso vanno imputati contabilmente nell’esercizio di sottoscrizione
5) Risarcimento a seguito di accordo transattivo: da classificare come sopravvenienza attiva, anziché plusvalenza
NOTIZIA IN EVIDENZA – 6) Detrazioni Ecobonus: chiarimenti sulla procedura di cessione del credito
7) Interventi di adeguamento antisismico
8) Credito d’imposta per le spese di consulenza relative alla quotazione delle PMI
9) Credito d’imposta per le imposte pagate all’estero e contratto di trasferimento di know how
10) Emersione rapporti di lavoro: il CNO precisa modalità presentazione istanze
11) Contratti di lavoro: proroga non sia automatica, ma condizionata a esigenze imprenditoriali

Commercialista Telematico - Software,ebook,videoconferenze6) Detrazioni Ecobonus: chiarimenti sulla procedura di cessione del credito

Il cessionario deve attendere che lo sconto d’imposta ricevuto da parte dei clienti per le spese sostenute nel 2019 sia pubblicato nell’apposita area accessibile dal sito delle Entrate.

L’Agenzia delle entrate, nella risposta n. 255 del 7 agosto 2020, si sofferma sulla procedura di cessione del credito d’imposta relativo a interventi di riqualificazione energetica (cosiddetto Ecobonus), sciogliendo i dubbi a una società che, preoccupata dell’abrogazione del comma 3-ter dell’articolo 10 del Dl n. 34/2019, a partire dal 1° gennaio 2020, ad opera dell’articolo 1, comma 176 del Bilancio 2020, chiede lumi sulla possibilità di cedere, ulteriormente, ai propri fornitori, dal 20 marzo 2020, lo sconto fiscale per interventi “energetici” ricevuto dai propri clienti, utilizzando le apposite funzionalità disponibili sul sito internet delle Entrate.

La società, infatti, dichiara di aver maturato, nel corso del 2019, un ingente ammontare di credito d’imposta dovuto alla cessione da parte dei propri clienti della detrazione relativa all’ecobonus (articolo 16-bis, comma 1, lettera h), del Tuir) riguardante le spese, sostenute nel medesimo anno e e già comunicate o da comunicarsi entro il 28 febbraio 2020, per l’acquisto di impianti fotovoltaici e pensa di poterlo, alternativamente, cedere ad altri subfornitori o ripartirlo in dieci quote annuali, utilizzabili in compensazione.

Ecobonus e cessione del credito: il parere del Fisco

Dal lato procedurale, il cessionario deve attendere che il credito d’imposta ceduto da parte dei suoi clienti, in relazione alle spese sostenute nel 2019, sia pubblicato nell’apposita piattaforma accessibile dall’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle Entrate.

A partire dal 20 marzo 2020, tramite la suddetta piattaforma il credito d’imposta attribuito al cessionario dovrà essere accettato e potrà essere, in alternativa, oggetto di successiva cessione ai propri fornitori di beni e servizi o utilizzato, in dieci quote annuali, in compensazione.

Pertanto, sebbene l’articolo 10, comma 3-ter, del D.L. 30 aprile 2019, n. 34 sia stato abrogato dall’articolo 1, comma 176, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, rimane possibile per il soggetto istante cessionario del credito d’imposta (relativo alle spese inerenti gli interventi di cui all’articolo 16-bis, comma 1, lettera h), del TUIR effettivamente sostenute nel 2019 e già comunicate o da comunicarsi entro il 28 febbraio 2020), un’ulteriore cessione di tali spese ai propri fornitori di beni e servizi.

(Agenzia delle entrate, risposta n. 255 del 7 agosto 2020)

Scopri qui il nostro Dossier dedicato al nuovo super Ecobonus del 110%

A cura di Vincenzo D’Andò

Lunedì 10 Agosto 2020

Per proseguire nella lettura delle altre notizie del Diario Quotidiano, scarica il PDF sul tuo pc!

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it