Ristrutturazione condomini: novità per la comunicazione ENEA per interventi eseguiti nel corso del 2019

Per la comunicazione all’anagrafe tributaria dei dati che riguardano gli interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica effettuati su parti comuni di edifici residenziali relativi al 2019 è necessario tener conto di nuove specifiche tecniche.

Ristrutturazione condomini: novità per comunicazioni ENEA per interventi eseguiti nel corso del 2019 Le specifiche tecniche per le comunicazioni relative alla ristrutturazione dei condomini, sono state fornite dall’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento n. 1432213 del 20 dicembre 2019 e con il relativo allegato che riporta tutte le nuove indicazioni da considerare. Resta confermato quanto disposto dalla Legge 27 dicembre 2017, n. 205 secondo la quale, per usufruire della detrazione IRPEF del 50% occorre procedere con una comunicazione all’ENEA contenente le informazioni relative ai lavori svolti.

 

Spese ristrutturazione condomini: rapido esame delle nuove specifiche tecniche per la comunicazione 2019

 

Si tratta di un adempimento di spettanza degli amministratori di condominio che sono tenuti a trasmettere all’anagrafe tributaria l’indicazione delle spese di ristrutturazione edilizia e risparmio energetico poste in essere sulle parti comuni degli edifici ogni anno entro del mese di 28 febbraio.

La comunicazione è necessaria per l’inserimento dei dati nella dichiarazione dei redditi precompilata.

Nel testo del provvedimento numero 1432213 del 20 dicembre 2019 si legge:

“A partire dalle informazioni relative all’anno 2019, le comunicazioni di cui al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 19969 del 27 gennaio 2017 sono effettuate secondo le specifiche tecniche contenute nell’allegato 1 al presente provvedimento, precedentemente modificate con i provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 30383 del 6 febbraio 2018 e n. 28213 del 6 febbraio 2019.

Restano ferme le altre disposizioni contenute nei citati provvedimenti del 27 gennaio 2017, del 6 febbraio 2018 e del 6 febbraio 2019”.

 

Le modifiche nascono dall’esigenza di adeguare la trasmissione delle informazioni alle novità che sono state introdotte da parte del legislatore con il Decreto Crescita in materia di interventi di efficienza energetica e di riduzione del rischio sismico.

Il documento del 20 dicembre 2019, che ridefinisce le informazioni da inserire nella comunicazione 2019 per le spese di ristrutturazione condomini, interviene sulle disposizioni del provvedimento n. 19969 del 27 gennaio 2017, che resta il riferimento principale per la trasmissione dei dati.

Oltre alle novità che sono state appena introdotte dall’Agenzia delle Entrate gli amministratori di condominio, per il corretto invio delle informazioni, devono tener conto anche di altri due provvedimenti:

  • il numero 30434 del 2018
  • il numero 28213 del 2019

 

La comunicazione ENEA relativamente agli interventi ex articolo 16-bis TUIR aventi rilevanza energetica

 

A seguito delle modifiche introdotte dalla Legge 27 dicembre 2017, n. 205 il contribuente che intende fruire della detrazione IRPEF del 50% per gli interventi edilizi e tecnologici di cui all’articolo 16-bis del TUIR, ha l’obbligo di trasmettere all’Enea le informazioni sui lavori effettuati, analogamente a quanto già previsto per le detrazioni fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica, al fine di monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito.

La detrazione del 50% per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’articolo 16-bis del TUIR spetta ai soggetti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili oggetto degli interventi, a condizione che ne sostengano le relative spese.

Tra i soggetti che possono usufruire della detrazione, al sussistere degli altri requisiti previsti, sono inclusi:
 

  • proprietari o nudi proprietari;
     
  • titolari di un diritto reale di godimento quale usufrutto, uso, abitazione o superficie;
     
  • detentori (locatari, comodatari) dell’immobile;
     
  • familiari conviventi;
     
  • coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge;
     
  • conviventi more uxorio.

 

Limitazioni alle comunicazioni ENEA

 

Le Comunicazioni Enea non devono essere effettuate da tutti coloro che usufruiscono della detrazione del 50% per i lavori di…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it