Utilizzo delle prestazioni occasionali da parte delle società sportive - Diario Quotidiano del 27 agosto 2018

1) Impresa sociale: decreto correttivo in G.U.
2) Prassi INPS di agosto 2018
3) Decreto Dignità: in G.U. la legge di conversione
4) Niente doppia rata del 20 agosto 2018
5) TFR: coefficiente per luglio 2018
6) Utilizzo delle prestazioni occasionali da parte delle società sportive
7) Prestazioni occasionali: steward negli stadi con il Libretto di famiglia
8) PA: ok alla compensazione delle cartelle esattoriali per l’anno 2018
9) Assegno di incollocabilità: rivalutazione dell’importo mensile dal 1° luglio 2018
10) Prestazioni occasionali per aziende agricole e settore turismo: novità

Le notizie di oggi:
1) Impresa sociale: decreto correttivo in G.U.
2) Prassi INPS di agosto 2018
3) Decreto Dignità: in G.U. la legge di conversione
4) Niente doppia rata del 20 agosto 2018
5) TFR: coefficiente per luglio 2018
6) Utilizzo delle prestazioni occasionali da parte delle società sportive
7) Prestazioni occasionali: steward negli stadi con il Libretto di famiglia
8) PA: ok alla compensazione delle cartelle esattoriali per l’anno 2018
9) Assegno di incollocabilità: rivalutazione dell’importo mensile dal 1° luglio 2018
10) Prestazioni occasionali per aziende agricole e settore turismo: novità

SCOPRI TUTTI I NOSTRI APPROFONDIMENTI DEDICATI AL DECRETO DIGNITÀ

***

Nuovo calendario: niente doppia rata del 20 agosto 2018

Contribuenti titolari di partita Iva: Niente doppia rata del 20 agosto 2018.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 188 del 14 agosto 2018 è stato pubblicato il decreto (Dpcm 10 agosto 2018) che ha rimodulato il calendario dei versamenti per il 2018, al fine di evitare il sovrapporsi di più scadenze in un unico giorno.

Dunque, per i titolati di partita Iva, il Dpcm 10.8.2018 riscrive il calendario delle scadenze dei versamenti rateali.

Per il 2018, quindi, i titolari di partita Iva che hanno optato per il pagamento dilazionato delle imposte e hanno scelto di sfruttare la possibilità di differire di trenta giorni il versamento della prima rata (con maggiorazione dello 0,40%) possono eseguire i versamenti in quattro rate mensili, alle seguenti scadenze: 20 agosto, 17 settembre, 16 ottobre e 16 novembre.

20 agosto 2018: un solo termine per due rate

La sovrapposizione di due rate in un unico giorno (20 agosto) è dovuta a una serie di incastri temporali e normativi:

  • il 30 giugno 2018, termine di versamento della prima rata, è caduto di sabato e, pertanto, la scadenza è stata automaticamente posticipata al 2 luglio;
  • in virtù della possibilità di differimento del versamento di ulteriori trenta giorni, con la maggiorazione dello 0,40%, il termine è slittato al 1° agosto;
  • a questo punto, però, entra in gioco il differimento al 20 agosto dei versamenti, compresi quelli rateali, in scadenza dal 1º al 20 agosto di ogni anno;
  • di conseguenza, il 20 agosto si accavallano due rate, la prima e la seconda, quest’ultima inizialmente prevista per il 16 agosto, ma slittata al 20 in virtù del differimento dei termini estivi.

Il nuovo calendario delle rate

Per dare ai contribuenti interessati la possibilità di evitare il doppio versamento con scadenza 20 agosto, il Dpcm riaggiorna il calendario delle scadenze delle rate, prevedendo che, per il 2018, i titolari di partita Iva che hanno optato per il pagamento rateale delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi e dell’Irap e hanno scelto di sfruttare la possibilità di differire di trenta giorni il versamento della prima rata, possono eseguire i versamenti, con maggiorazione dello 0,40%, in quattro rate mensili di pari importo, secondo le seguenti scadenze:

  • 20 agosto (prima rata);
  • 17 settembre (seconda rata);
  • 16 ottobre (terza rata);
  • 16 novembre (quarta rata).

Si tratta, comunque, una facoltà e, quindi, i contribuenti interessati possono comunque decidere di versare secondo il vecchio calendario, pagando il 20 agosto sia la prima sia la seconda rata.

 

CONTINUA… LEGGI LA VERSIONE INTEGRALE DEL DIARIO (18 pagine) NEL PDF QUI SOTTO

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it