Fisco e sport dilettantistico: i chiarimenti dal Fisco - Diario quotidiano del 2 agosto 2018

1) Nelle associazioni i principi di democraticità richiesti dall’art. 148 Tuir vanno rispettati in concreto
2) Spetta il bonus prima casa se l’altra abitazione viene locata
3) Cartella di pagamento nulla se manca l’avviso bonario
4) Verifica della Guardia di Finanza dietro denuncia anonima: occorrono sempre i gravi indizi per accedere nell’abitazione
5) Fisco e sport dilettantistico: chiarimenti a tutto campo per ASD e SSD
6) Non è grave la mancata comunicazione alla Siae dell’opzione per il regime della legge 398/1991
7) Tracciabilità dei pagamenti e dei versamenti per le quote sociali della ASD
8) Decadenza dal regime agevolato nel caso di superamento del limite dei 400mila euro
9) Conseguenze in caso di tardiva presentazione del modello Eas
10) Trattamento fiscale della cessione dei diritti alla prestazione sportiva dell’atleta
****
5) Fisco e sport dilettantistico: chiarimenti a tutto campo per ASD e SSD
Agevolazioni fiscali per lo sport dilettantistico: le Entrate rispondono alle domande di associazioni e società sportive: nessun rischio di uscita dal regime agevolato previsto dalla legge n. 398/1991 per le associazioni e le società sportive dilettantistiche senza fini di lucro che non hanno presentato la comunicazione obbligatoria alla Siae ma hanno attuato un comportamento concludente e hanno comunicato all’Agenzia delle Entrate di volersi avvalere dell’agevolazione. È uno dei chiarimenti forniti con la circolare n. 18/E del 1 agosto 2018, con la quale l’Agenzia delle entrate scioglie i dubbi emersi nel corso di un Tavolo tecnico congiunto insieme al Coni e risponde ai quesiti in materia di agevolazioni fiscali previste per lo sport dilettantistico.
Focus sui regimi agevolati previsti per lo sport dilettantistico
La circolare, in particolare, fornisce chiarimenti su alcune questioni fiscali di interesse degli enti sportivi dilettantistici non lucrativi, relative alle previsioni agevolative contenute nella legge n. 398/1991 e nel Testo unico delle imposte sui redditi (Tuir). Nel documento di prassi, inoltre, viene chiarito l’ambito applicativo dell’esenzione dall’imposta di bollo prevista per alcuni atti delle “federazioni sportive” e degli “enti di promozione sportiva” riconosciuti dal Coni.
Il perimetro della legge n. 398/1991
Le attività commerciali che rientrano nel regime forfetario previsto dalla legge n. 398/1991 sono solo quelle “connesse agli scopi istituzionali” dell’associazione o società sportiva dilettantistica senza scopo di lucro. In ogni caso l’Agenzia sottolinea che restano escluse da questo regime le cessioni di beni o la prestazione di servizi effettuate adottando forme organizzative tali da creare concorrenza con gli altri operatori di mercato (ad es. avvalendosi di strumenti pubblicitari o comunque di diffusione di informazioni a soggetti terzi o di altri strumenti propri degli operatori di mercato).
Cosa succede in caso di mancata comunicazione alla Siae
Le associazioni e le società sportive dilettantistiche senza fini di lucro che non hanno presentato alla Siae la comunicazione di voler fruire del regime di favore disciplinato dalla legge n. 398/1991 (che prevede, tra l’altro, il calcolo del reddito imponibile in misura ridotta) non decadono dalle agevolazioni se hanno attuato un comportamento concludente e se hanno comunicato all’Agenzia delle Entrate di volersi avvalere dell’agevolazione nei termini e nelle forme previsti dalla legge. In ogni caso, la mancata comunicazione alla Siae, obbligatoria per legge, è soggetta alla sanzione prevista dall’articolo 11 del Dlgs n. 471/1997.
Sì alla cessione di un giocatore senza finalità speculative
Con la neo circolare, l’Agenzia delle Entrate chiarisce che in generale le cessioni verso corrispettivo di atleti rientrano nel regime agevolato previsto dall’art. 148, comma 3, del Tuir se svolte in diretta attuazione degli scopi istituzionali tra associazioni e società sportive…

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it