Guida al saldo IMU e TASI 2017

Come noto entro il 18 dicembre 2017 va effettuato il pagamento della seconda rata IMU e TASI relativa all’anno 2017 sulla base delle delibere comunali pubblicate sul sito del MEF alla data del 28 ottobre 2017 (in caso di mancata pubblicazione si applicano le aliquote in vigore nell’anno precedente).

Nota: le delibere (aliquote, detrazioni…) per il 2017 dovevano essere adottate entro il 31 marzo 2017 e pubblicate sul sito del MEF entro il 28/10/2017.

Si rammenta che è stato confermato il blocco degli aumenti del carico impositivo rispetto alla annualità 2016 e pertanto, in presenza di un aumento delle aliquote dell’IMU o della TASI rispetto all’anno 2015, tale aumento è inefficace (art. 1 comma 26 L. 208/2015), con la conseguenza che il versamento deve essere effettuato sulla base dell’aliquota deliberata nell’anno 2016 fatto salvo il caso in cui essa costituisca a sua volta un aumento rispetto all’anno 2015.
In presenza di una delibera pubblicata entro il termine del 28 ottobre 2017 ma successivamente ripubblicata oltre tale data con la nota “errata corrige”, a causa di un errore intervenuto nella prima pubblicazione, ai fini del versamento deve essere presa in considerazione la seconda pubblicazione (Comunicato stampa MEF del 16/11/2017).
I termini del 31 marzo e del 28 ottobre 2017, in presenza di dissesto finanziario dell’Ente ovvero di autotutela al fine di eliminare errori nelle delibere, possono essere superati.
IMU: LE REGOLE GENERALI
Come noto la Legge n.14/2013 in materia di IMU ha stabilito quanto segue: abolizione definitiva dell’IMU per l’abitazione principale e le relative pertinenze (escluse categorie A/1,A/8 e A/9); l’esenzione si applica nel limite di una pertinenza per ciascuna categoria catastale (C2, C6, C7) anche se accatastate unitamente all’abitazione.
Per le abitazioni A1, A8 e A9 continua a trovare applicazione la detrazione di euro 200 prevista per l’abitazione principale che potrà anche essere aumentata dai …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Condividi:
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it