Diario quotidiano del 5 aprile 2017: le agevolazioni sulle assunzioni 2017 e tanto altro...

1) Non paga l’IRAP il professionista che continua a collaborare con lo studio dove ha svolto il tirocinio

2) Come contestare la perizia dell’Agenzia del Territorio

3) Agevolazioni sulle assunzioni 2017

4) Compensazione delle spese solo in presenza di gravi ed eccezionali ragioni

5) E’ dovuta l’IRPEF sull’indennità corrisposta a titolo forfetario

6) Cinque per mille 2017, al via le iscrizioni online

7) Modificata la white list degli Stati e territori che garantiscono un adeguato scambio di informazioni: decreto in G.U.

8) Disponibile software Gerico 2017 e Parametri per 2016

9) Scambio partecipazioni azionarie: risoluzione delle Entrate

10) Operazione precompilata 2017: in arrivo la circolare – guida che conterrà tutte le info sugli sconti fiscali in vista del 730/2017

11) Operazione precompilata 2017: debutta il sito di assistenza a tutto campo

12) Sindaci Revisori: CNDCEC pubblicato due importanti documenti in materia relazioni unitarie di controllo

****
1) Non paga l’IRAP il professionista che continua a collaborare con lo studio dove ha svolto il tirocinio
L’avvocato che continua a svolgere l’attività professionale nello studio dove ha svolto il tirocinio, anche per il primo anno successivo al superamento dell’esame di stato, non è tenuto al pagamento dell’IRAP. Lo dicono i giudici della Suprema Corte, ribadendo il proprio consolidato orientamento secondo il quale: “non è soggetto ad IRAP il professionista che svolga l’attività all’interno di una struttura altrui, in tal caso difettando l’autonomia organizzativa, che è presupposto dell’Imposta” (Cass. n. 21150/2014). Nel caso di specie la CTR toscana aveva invece ritenuto che “la possibilità di avvalersi di una struttura organizzata ancorchè non propria” consentisse di ravvisare il presupposto impositivo dell’autonoma organizzazione di cui all’art. 2 del d.lgs. 15 dicembre 1997, n. 446.
(Corte di cassazione, Sentenza n. 6673/5 del 15/03/2017)
******
2) Come contestare la perizia dell’Agenzia del Territorio
Non bastano affermazioni generiche e non dimostrate per contestare una perizia dell’Agenzia del Territorio.
E’ legittimo l’operato dell’Ufficio che, sulla base di una dettagliata e puntuale relazione di stima eseguita dall’Agenzia del Territorio, aveva provveduto ad elevare il valore di un complesso immobiliare e di conseguenza a ricalcolare l’imposta di registro. I giudici romani, ribaltando la pronuncia del giudice di prime cure, si riallacciano, infatti, a quanto a chiare lettere affermato dalla Corte di Cassazione secondo la quale trattandosi di circostanze tendenti a incrinare l’efficacia probatoria di una perizia dell’Agenzia del Territorio è il contribuente gravato dal relativo onere della prova e non si può limitare a contestare la pretesa con affermazioni generiche e non dimostrate, “senza offrire specifiche argomentazioni critiche ed omettendo di indicare concreti elementi atti a sostenere un diverso opinamento” (Cass. n. 339/2006).
(Comm. Trib. Reg. per il Lazio, Sentenza n. 982/17 del 02/03/2017)
******
3) Agevolazioni sulle assunzioni 2017
Queste di seguito sono le principali agevolazioni alle assunzioni per l’anno 2017.
Incentivo programma garanzia giovani
Spetta per assunzione di giovani dai 16 ai 29 anni, iscritti al Programma “Garanzia Giovani”, non iscritti a percorsi scolastici e disoccupati (cd “NEET”), consiste in incentivo economico pari a:
– fino a 8.060 euro in caso di assunzione a tempo indeterminato o apprendistato professionalizzante;
– fino a 4.030 euro in caso di assunzione a tempo determinato.
Assunzione lavoratori percettori NAspI:
Spetta per assunzione a tempo pieno e indeterminato o trasformazione da tempo determinato di soggetti percettori di NASpI , e consiste in contributo mensile pari al 20% dell’indennità relativa al residuo periodo di disoccupazione.
Apprendistato professionalizzante
Spetta per assunzione di giovani di età compresa tra i 18 e …

Contenuto disponibile esclusivamente agli utenti abbonati
Per continuare a leggere il contenuto di questo articolo è necessario essere abbonati. Se sei già un nostro abbonato, effettua il login attraverso il modulo di autenticazione posto in cima alla pagina. Se non sei abbonato o ti è scaduto l'abbonamento, che aspetti?
Maggioli ADV
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it www.maggioliadv.it